Rigorosi ma vincenti

Lo ammetto: sparare a zero contro Mazzarri è diventato fin troppo facile, direi quasi sistematico.
Lo dico soprattutto a me stesso, visto che sono uno dei critici della prima ora.
Ho storto il naso quando Thohir ha rinnovato la fiducia all’allenatore toscano, lo avevo già storto quando il mister fu scelto come successore di un esausto Stramaccioni; mi ero altresì convinto che l’Inter degli ultimi anni non avesse possibilità migliori per ripartire, che il ridimensionamento avesse bisogno di un profilo pragmatico, concreto, poco avvezzo alla vittoria ma utile per cementare un gruppo e sfruttare il materiale a disposizione.

Mazzarri non mi piacerà mai, inutile girarci intorno. È un tecnico “antico”, non fa giocare bene le sue squadre, preferisce distruggere il gioco altrui piuttosto che imporre il proprio e ha affascinanti fissazioni personali tipo il 352 e le fasce. A prescindere dai risultati.
Detto questo, ho deciso di smetterla con lo sparare sulla croce rossa: la situazione sportiva è quella che è. Questa Inter schifo non fa, ha una rosa molto più valida di quello che si tende a credere e far credere ma ha limiti altrettanto palesi che, purtroppo, coincidono proprio con i cardini dell’idea calcistica di Mazzarri.

Non mi sorprende quindi che, nonostante le assenze, il nostro Walter insista a voler far passare il gioco dagli esterni, anche quando questi sono un Obi palesemente in difficoltà e un Dodò lontano parente del giocatore intraprendente e sbarazzino visto nelle prime giornate.
Un peccato, perché Hernanes e Kovacic stanno crescendo, fisicamente e tatticamente, e sfruttarne le verticalizzazioni sarebbe manna dal cielo.
Purtroppo di movimento ne facciamo poco, di meccanismi oliati se ne vedono ancora meno e vivacchiamo di pochi lampi di genio e di qualche guizzo del Palacio che fu, generoso quanto impreciso e sprecone sotto porta.

Arbiter elegantiae. Boia dé.

Arbiter elegantiae. Boia dé.

C’è da dire che mercoledì sera le scelte per il tecnico di San Vincenzo erano davvero limitate, quindi incolparlo di qualcosa di specifico diventa davvero difficile. Mi rassegno a non vedere mai un’Inter particolarmente brillante sul piano della manovra, auspicando che la squadra mantenga quel barlume di solidità intravisto nelle ultime uscite.
Vivacchieremo, che è un po’ la caratteristica della carriera di Mazzarri peraltro, se saremo fortunati magari strapperemo qualche buon risultato e, approfittando del livello mediocre di questa Serie A, potrebbe persino scapparci la sorpresona finale.

Non ho più voglia di non potermi godere una vittoria comunque meritata per l’insopportazione sviluppata verso un allenatore che, alla fine, sarà soltanto uno dei tanti che si sono seduti sulla nostra gloriosa panchina. Certe cose non cambieranno mai, ma non è una questione di rassegnazione. Sono state fatte scelte a livello societario, più o meno discutibili ma reali, è uscito un comunicato storico per i nostri colori, stiamo cercando di uscire dal pantano di un rosso di bilancio tremendo: le incognite sono talmente tante che ridurre tutto soltanto al brutto calcio di un allenatore votato alla mediocrità mi sembra superfluo.

Quindi ben vengano questi tre punti casalinghi contro una delle squadre più in forma del campionato. Tre punti che hanno dimostrato come la candidatura di Mihajlovic possa essere forse prematura e sia talvolta guidata proprio dalla mal sopportazione per un uomo che non ha mai fatto nulla per rendersi simpatico alle folle (WM). Il campo ha dato un verdetto diverso: la Samp di Sinisa si muove bene, sfrutta il buon dinamismo di Obiang e Duncan, la fisicità di Okaka, gli spunti di Eder e Gabbiadini, ma paga una qualità media non eccelsa e una difesa tutt’altro che infallibile.
Tant’è che se Palacio non patisse una condizione fisica che rasenta l’insostenibile il tabellone di San Siro avrebbe detto 2-0 dopo appena un quarto d’ora e non avremmo bisogno di ricordare la traversa di Duncan e il miracolo di Handanovic su Eder appena prima del rigore decisivo conquistato da Kuzmanovic.

Io amo il bel calcio, ma amo anche vincere perché così non mi girano i coglioni. E se l’Inter riesce a vincere e lo fa anche costruendo, nonostante le solite magagne, almeno sei palle gol nitide, non voglio storcere la bocca perché in panchina c’è ancora uno che mi sta sul cazzo.
Preferisco concentrarmi sui gioielli di Kovacic, sul ritrovato entusiasmo di Hernanes, sull’incedere lento ma concreto di Kuzmanovic, sulla freddezza di Icardi e sulle manone di Handanovic. A Parma c’è una nuova, grande occasione da afferrare al volo.
Di tutto il resto ne parleremo a tempo debito, quando sarà di nuovo il momento delle grandi decisioni.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

433 commenti

  1. piraccini: Distrutto il cagliari in 25 minuti

    momenti il cagliari in dieci sfiora ilm pareggio…

  2. Azzo mi sono distratto a tifare il non ritorno del piroetta e vedo un 4 a 2 …

  3. Lezione n 1 : dove Pioli insegna a Mazzarri come andare al Franchi senza farsi cantare di che colore è il pallone.
    Lezione n. 2: dove Pioli insegna a Mazzarri come uscire indenne dalla partita casalinga col Cagliari rifilandogli un 4 a 1 e non viceversa…
    Pioli Pai Mei

  4. sul sito dell Inter c’è Ausilio che dice: con 11 Mazzarri in campo vinceremmo sempre 3-0

    poi Hernanes che dice che stanno lavorando per un futuro di gloria

    e ci sono “le piu belle foto” dell’allenamento di oggi 3 novembre…le piu belle…hanno tutti l’aria e l’espressione di cani bastonati…

    preoccupante

  5. le parole di Ausilio, sono gravissime. Non dove difende il mister ( legittimo dato il leit-motiv societario attuale) ma laddove ritiene che che se andasse in campo lui ” vinceremmo 3 a 0″.. quindi si difende solo il mister e non la squadra?… velo pietoso da stendere poi sul parallelo con van gaal e klopp.

    indecente. indecente. indecente.

    e un tocco di pi che non guasta:http://www.fcinter1908.it/ultim-ora/sky-mazzarri-si-e-arrabbiato-quest-estate-quando-uno-dei-nuovi-si-e-presentato-128635

    intanto Pioli gioca a calcio ma qua è perculato perchè malissimo che va è come mazzarri.
    Dio mio che depressione.

  6. ZeMario:
    Lezione n 1 : dove Pioli insegna a Mazzarri come andare al Franchi senza farsi cantare di che colore èil pallone.
    Lezione n. 2: dove Pioli insegna a Mazzarri come uscire indenne dalla partita casalinga col Cagliari rifilandogli un 4 a 1 e non viceversa…
    Pioli Pai Mei

    vabbe’, se vogliamo infierire infieriamo, ma mi domando che partita hai visto…o so’ cecato io…
    la Lazio di Pioli è durata 45 minuti
    nel secondo tempo il Cagliari in dieci è andato sul 3-2- e ha sfiorato il pari…
    poi vabbe’ il quarto gol della Lazio a partita finita…

  7. Meno male che il verona e uscito malconcio da cesena , meno male che il sunderland ha vinto……che ci tocca dire e sperare

  8. Grande Stefano Pioli!
    Grande persona,ottimo allenatore!
    Interista di famiglia interista ..,,
    Amico d’infanzia, mille tornei giocati insieme .
    Sarò di parte ma…. Ha le palle quadrate e una tempra d’acciaio!

  9. kovacic88:
    le parole di Ausilio, sono gravissime. Non dove difende il mister ( legittimo dato il leit-motiv societario attuale) ma laddove ritiene che che se andasse in campo lui ” vinceremmo 3 a 0″.. quindi si difende solo il mister e non la squadra?… velo pietoso da stendere poi sul parallelo con van gaal e klopp.

    indecente. indecente. indecente.

    e un tocco di pi che non guasta:http://www.fcinter1908.it/ultim-ora/sky-mazzarri-si-e-arrabbiato-quest-estate-quando-uno-dei-nuovi-si-e-presentato-128635

    intanto Pioli gioca a calcio ma qua è perculato perchè malissimo che va è come mazzarri.Dio mio che depressione.

    E cosa doveva dire Ausilio? Che Mazzarri è un pirla? Ha detto quello che doveva dire, ha cercato di minimizzare e giustificare. Ha anche aggiunto che a fine anno verrà valutato, contratto o non contratto.

  10. piraccini: Meno male che il verona e uscito malconcio da cesena

    in che senso?

  11. Alestacco: E cosa doveva dire Ausilio? Che Mazzarri è un pirla? Ha detto quello che doveva dire, ha cercato di minimizzare e giustificare. Ha anche aggiunto che a fine anno verrà valutato, contratto o non contratto.

    vabbe’, qui oramai siamo al tritacarne totale…Tohir non capisce una mazza, Fassone è gobbo, Ausilio dice stronzate, Mazzarri inadeguato (e ok…) la rosa di giocatori tutte pippe… i tifosi tutti sbroccati (è vero!)…e poi un problema davvero grosso…totale assenza di milanesità, di bausciaggine meneghina, di senso della Storia (dell’Inter)… IDENTITA PERDUTA in poche parole…

  12. @Alestacco: infatti ho specificato che non contestavo quello, ma le parole sul ” con 11 mazzarri in campo vinceremo 3-0″ oppure i riferimenti a van gaal e klopp. bastava confermargli la fiducia. invece qui sull’altare del mediocre si auto-sputtana riguardo le scelte di mercato ( tra l’altro), asserendo che la squadra è senza palle ” ci vorrebbero 11 mazzarri”…

  13. Sí sí, siccome è da quando era a Bologna che dico che è meglio di Mazzarri e c’era chi si scandalizzava mi piace infierire. Eppoi in 11 contro 10 l’abbiamo sfangata pure noi col fortissimo Cesena…

    nino44: vabbe’, se vogliamo infierire infieriamo, ma mi domando che partita hai visto…o so’ cecato io…
    la Lazio di Pioli è durata 45 minuti
    nel secondo tempo il Cagliari in dieci è andato sul 3-2- e ha sfiorato il pari…
    poi vabbe’ il quarto gol della Lazio a partita finita…

    Lezione n 1 : dove Pioli insegna a Mazzarri come andare al Franchi senza farsi cantare di che colore è il pallone.
    Lezione n. 2: dove Pioli insegna a Mazzarri come uscire indenne dalla partita casalinga col Cagliari rifilandogli un 4 a 1 e non viceversa…
    Pioli Pai Mei

  14. se fossi di fronte ad ausilio in questo momento……. gli tirerei una testata sul naso così forte da spaccargli anche il cranio………dopo tocca al misteh

  15. No ecco francamente…

    fessone che va a dire che a parma abbiamo tirato molto (UN TIRO SANTI NUMI UNO!!!!)

    Quest’altro che dice che “con 11 maz****i in campo si vincono tutte le partite 3-0” autosputtanandosi (scelte di mercato) e spalando fango assortito su TUTTA la squadra.

    Il tutto trattando intelligenza e passione dei tifosi come fossimo gobbi o bbilanisti.

    Beh mi arrendo. De hoc satis ma davvero. C’è un limite a tutto e qui si è abbondantemente superato.

  16. iosonointerista

    Kiba:
    http://settoreinter.it/blog/generatore-di-risposte-di-mazzarri/

    lol

    quella dei paesi non riconosciuti dall’onu è da oscar …

    l’ultima, invece, è da bestemmie assortite con il ricarico di santi, madonne e porconi parsi …

  17. Narya:
    No ecco francamente…

    fessone che va a dire che a parma abbiamo tirato molto (UN TIRO SANTI NUMI UNO!!!!)

    Quest’altro che dice che “con 11 maz****i in campo si vincono tutte le partite 3-0″ autosputtanandosi (scelte di mercato) e spalando fango assortito su TUTTA la squadra.

    Il tutto trattando intelligenza e passione dei tifosi come fossimo gobbi o bbilanisti.

    Beh mi arrendo. De hoc satis ma davvero. C’è un limite a tutto e qui si è abbondantemente superato.

    capisco dia fastidio che fessone dica stupidaggini come quella che hai sottolineato, ma anche tu però, dire che abbiamo fatto solo un tiro…

    abbiamo meritato di perdere perchè peggio di così non si poteva giocare, ma i due gol che hanno fatto loro erano evitabilissimi considerando anche chi di loro li ha fatti e come sono nati, mentre noi, pur giocando da cani, tre occasioni nitide le abbiamo create: la prima con Obi di testa, la seconda con Palacio solo davanti alla porta che la spara al volo alta come solo Guarin sa fare, quando avrebbe avuto anche il tempo di stopparla e l’ultima il palo di Kovacic, quando mi sono accorto che giocava anche lui…

    più altri due o tre tiri dal limite di Kuzmanovic ed Hernanes, tiri non troppo distanti dalla porta e che mancano nel nostro repertorio da troppo tempo, ma che Hernanes ha nelle corde e che ci risolverebbero parecchi problemi se ogni tanto andassero dentro.

    per dire eh? giusto per la precisione, niente altro.

  18. Ogni giorno che passa, e piu’ si ha la convinzione che l’ambiente Inter (dirigenti, allenatore, giocatori e personaggi vari) stiano diventando sempre piu’ o ” una banda di drogati’ o ” di squilibrati mentali”.
    Come giustamente dice Narya, ma davvero credono che i tifosi siano cosi’ idioti da bersi tutte ste porcate che vanno sparando in giro? Il gobbo “Abbiamo tirato tanto”. Si. roba bianca, con la cannuccia. poi il collega di Branca
    “con 11 Mazzarri vinci 3-0 . L’allenatore non lo includo nemmeno perche’ non merita nemmeno commenti.
    Poi giocatori vari, che leccano a destra e a manca.
    Ma che vadano all’inferno tutti!!!!!!!!!!!!!

  19. @corso46

    Altro record negativo: a Parma un solo tiro in porta
    02.11.2014 23:41 di Christian Liotta articolo letto 1608 volte
    Fonte: OptaSports
    © foto di Daniele Buffa/Image Sport

    Quella contro il Parma è stata per l’Inter la terza trasferta stagionale, su cinque sin qui affrontate, nella quale i nerazzurri non sono riusciti a trovare la via del gol. A questo dato allarmante se ne aggiunge un altro ancora più significativo della serata nerissima del Tardini: l’Inter ha chiuso la partita con un solo tiro nello specchio fatto, primato negativo per i nerazzurri in questo campionato.

    Da fcinternews

  20. @Narya

    non pensavo di trovare sveglio ancora qualcuno…

    quindi hai riportato quello che ha scritto fcinternews o era per precisare che per tiri tu intendevi, come loro, solo quelli dentro lo specchio della porta?

    in questo caso allora sì, un solo tiro in porta.

    ma quale, quello di Obi o quello di Kovacic che ha preso il palo?

    non fa niente, me lo dirai domani.

    buonanotte…

  21. @corso46

    Tiri nello specchio. 1 tiro nello specchio
    Contro l’ultima in classifica.
    6 sconfitte consecutive.
    3 gol in media in casa subiti a partita.

    1 solo tiro nello specchio e pensa…non c’era neppure Guarin cui dare la colpa.

  22. Pacific:
    Ognigiorno che passa, e piu’ si ha la convinzione che l’ambiente Inter (dirigenti, allenatore, giocatori e personaggi vari)stiano diventando sempre piu’ o ” una banda di drogati’o” di squilibrati mentali”.
    Come giustamente dice Narya, ma davvero credono che i tifosi siano cosi’ idioti da bersi tutte ste porcate che vanno sparando in giro?Il gobbo “Abbiamo tirato tanto”. Si. roba bianca, con la cannuccia.poiil collega di Branca
    “con 11 Mazzarrivinci 3-0 .L’allenatore non lo includo nemmeno perche’ non merita nemmeno commenti.
    Poi giocatori vari, che leccano a destra e a manca.
    Mache vadano all’inferno tutti!!!!!!!!!!!!!

    Oh,sarò fuori dal mondo io,ma davvero non capisco cosa vi aspettiate da un dirigente di una qualsiasi squadra del mondo che va a parlare in televisione in un momento di difficoltà.Ha cercato di minimizzare e giustificare,chiedendo pazienza,roba che fanno tutti al mondo.
    Se poi vi aspettavate altro,allora sì,siete idioti.

  23. corso46:
    @Narya

    non pensavo di trovare sveglio ancora qualcuno…

    quindi hai riportato quello che ha scritto fcinternews o era per precisare che per tiri tu intendevi, come loro, solo quelli dentro lo specchio della porta?

    in questo caso allora sì, un solo tiro in porta.

    ma quale, quello di Obi o quello di Kovacic che ha preso il palo?

    non fa niente, me lo dirai domani.

    buonanotte…

    Credo il palo di Kovacic,tra l’altro deviato altrimenti finiva fuori pure quello. Il colpo di testa di Obi non era in porta.

  24. @Ale.
    Gli idioti sono coloro che ci credono a quelle stupidaggini.
    Abbiamo tirato tanto? =1 tiro in porta.
    Con 11 Mazzarri vinci 3-0 = I giocatori sono un branco di pippe. Poi per forza non riescono a venderne uno.
    In confronto a quei commenti, il silenzio totale sarebbe oro.

  25. corso46: il palo di Kovacic, quando mi sono accorto che giocava anche lui…

    L’é Holpa de Hovacicce.

    (ma io veramente boh, non ho parole.)

  26. una cosa molto simpatica che noto è che gli allenatori che si suggeriscono al posto del nostro sono sempre quelli “dell’attimo del momento”, ovviamente basta che facciano bene altrimenti poi non vengono più citati.
    Rodgers, Mandorlini, Pioli, Mihailovic, Montella, Martinez, Stramaccioni ecc..
    Ora è il momento di Pioli, mi aspetto che salga tantissimo il Palermo così avremo anche il momento di Iachini.
    Che poi io trovo così ingiusto non valorizzare i 18 punti di Gasperini, appena un passo dietro Mihailovic e Pioli…

  27. come ho scritto di là, mi spiacerebbe tantissimo se arrivassero Zenga o il Sinisa.

    per loro, che ho un buon ricordo e me li vorrei ricordare sempre da vivi…

  28. Pacific:
    @Ale.
    Gli idioti sono coloro che ci credonoa quelle stupidaggini.
    Abbiamo tirato tanto?=1 tiro in porta.
    Con 11 Mazzarri vinci 3-0 = I giocatori sono un branco di pippe.Poi per forza non riescono a venderne uno.
    In confronto a quei commenti, il silenzio totale sarebbe oro.

    Infatti non ci crede nessuno e lo sanno benissimo anche loro, ma dicono quello che devono dire per cercare di non mandarea puttane la sstagione. Ausilio poteva starsene zitto come faceva Branca, invece io apprezzo che ci metta la faccia e si prenda le sue responsabilità.
    Poi la frase su Mazzarri è molto chiara ma evidentemente siete talmente esasperati che qualsiasi cosa esce da appiano gentile per voi è merda.
    Almeno evitate di parlare di sacri colori e altre cazzate simili, visto che ci sputate sopra dalla mattina alla sera…

  29. Nuovo post :)

  30. Alestacco: Almeno evitate di parlare di sacri colori e altre cazzate simili, visto che ci sputate sopra dalla mattina alla sera…

    Ognuno ci “sputa” a modo suo, come quando viene detto che in campo c’erano 11 mediocri.