Il penultimatum

Scrivere di Inter sta diventando estremamente complicato: rischiamo di dover parlare sempre degli stessi problemi a prescindere dal risultato finale, dimenticando troppo in fretta anche l’unica, vera buona notizia portata dalla trasferta di Cesena, quei tre punti che mancavano da tre partite consecutive (quattro, se consideriamo anche il mortifero 0-0 di Europa League).

Per un allenatore che insiste su temi quali “nessuno gioca calcio-champagne” e che si aggrappa agli eccessi di frenesia (?) dei suoi ragazzi, il campo ha dato risposte sin troppo esaustive: Mazzarri lavora da un anno e mezzo in nerazzurro, ha chiesto e ottenuto determinati giocatori, non ha più uno spogliatoio legato al passato, ha forze fresche benché la squadra sia certamente assemblata in modo discutibile e continui ad avere pecche evidenti in rosa: mi chiedo quindi se sia possibile continuarlo a giustificare come se le difficoltà cui assistiamo domenica dopo domenica siano del tutto comprensibili.

Allo scossone del cambio di proprietà è seguito un altro piccolo, grande terremoto settimanale: quello dell’addio-ripicca di Moratti, infastidito da non si sa bene chi o cosa, cui peraltro ha fatto seguito un comunicato stampa tanto storico quanto gagliardo messo nero su bianco dalla nuova Inter. Un comunicato che ha ricompattato i tifosi e ha permesso di distrarci da una situazione decisamente infelice dal punto di vista sportivo ma che, a quanto pare, ha scoperto le chiappe al Sor Walter: il tecnico toscano prima si è impelagato in una mezza polemica con il presidente onorario uscente, poi ha nicchiato bofonchiando che non vuole occuparsi di certi argomenti.
C’era una partita cui pensare.

Ecco, la partita.
L’Inter si è presentata al Manuzzi con defezioni importanti e l’obbligo di portare a casa una vittoria, in qualsiasi modo possibile: missione compiuta in tal senso, ma un gigantesco punto di domanda continua a pendere come una Spada di Damocle della punteggiatura sulla testa di Mazzarri e sulle sorti di questa squadra.
Non siamo arrembanti, lo sappiamo, e quindi il possesso palla farraginoso ma continuo cui assistiamo nella prima mezz’ora è ormai scontato. C’è Hernanes che, nel nulla di una squadra senza movimento, si ricorda di quanta qualità sia in grado di garantire e mette Palacio davanti a Leali.
El Trenza sta saltando il giovane portiere cesenate, che lo sdraia. Il rigore è solare, il rosso da regolamento è esagerato perché ti condanna due volte, ma corretto.
Icardi va sul dischetto, trasforma senza indugio e la partita diventa una pratica piuttosto agevole da portare a compimento. Diventerebbe. In teoria.

Mentre sui social si discute del tuffo di Palacio, roba che neanche nei peggiori bar di Caracas, l’Inter si ritrova ingessata nella tattica del freno a mano tirato: come se non bastasse, è il Cesena a guadagnare metri e a creare occasioni da gol su calcio piazzato.
Ed è qui che si vede la mano di Mazzarri: quella infortunata, nella fattispecie.
Su tutte le punizioni battute dai padroni di casa è impressionante la quantità di errori in marcatura commessa dai nostri giocatori.
Lo stesso avversario viene seguito da due difensori, mentre altri imperversano in totale solitudine a pochi metri da Handanovic. Sembra che nessuno sappia non solo dove stare, ma anche come comportarsi.
Che il calcio di oggi abbia completamente smarrito l’insegnamento della marcatura a uomo è evidente, che i meccanismi difensivi di Mazzarri non funzionino è ormai una costante.
Non si capiscono le consegne, sfugge la comunicazione tra reparti.

Bianconeri che protestano in massa. Dove l'ho già vista?

Bianconeri che protestano in massa. Dove l’ho già vista?

Ci va comunque bene, un po’ perché il Cesena non ha esattamente gente col fiuto del gol, un po’ perché Handanovic è in serata e para tutto, inclusa la clamorosa conclusione di Cascione nella ripresa.
E l’Inter? L’Inter arranca, mettendo in scena i limiti di sempre, quelli che ci siamo persino annoiati di raccontare: Hernanes, migliore in campo, si sbatte ed è l’unico a creare calcio, ma non ha supporto ed è pericoloso solo quando decide di fare da solo.
I movimenti di Palacio sono gli unici là davanti, ma sono opachi, leggibili, tardivi.
Kovacic non è in gran spolvero, porta palla più del solito, limitato anche lui dall’assenza di compagni semoventi e dalla discutibile, contemporanea presenza di un quasi doppione come Hernanes accanto a lui; gli esterni d’altro canto sono timidi e per un Obi che arriva sul fondo diverse volte crossando per nessuno, c’è un Dodò adesso inesistente anche nella fase offensiva a lui tanto congeniale.
Non la chiudiamo neppure quando Icardi si presenta da solo davanti ad Agliardi, che miracoleggia anche sul successivo fendente di Palacio. Per fortuna finisce così, con tre punti che ci consentiranno almeno di preparare la delicata sfida di mercoledì contro l’imbattuta Sampdoria con un pizzico di tranquillità in più.

La stampa intanto si prodiga nel tradurre rigorosamente a cazzo le dichiarazioni di Thohir, spacciando per penultimatum l’ennesima dichiarazione di supporto all’allenatore in carica.
È chiaro che anche la pazienza dell’indonesiano di origine filippine (ciao Ferrero!) sia destinata a finire se i risultati sportivi si riveleranno negativi (traduzione: non arriviamo neanche in Europa League), ma Mazzarri non può certo lamentarsi del sostegno del club, arrivato sempre puntuale nonostante periodi a dir poco bui.
Per non parlare degli interventi in prima persona di Piero Ausilio, anch’essi sempre volti alla strenua difesa del tecnico. Le scuse da questo punto di vista stanno a zero, mentre la vera delegittimazione era arrivata dall’ex azionista di minoranza ma sull’argomento è già stato oltremodo esauriente Grappa&Vinci su questo blog appena quattro giorni fa.

La linea societaria è chiara: si prosegue con Mazzarri, monitorandone risultati e lavoro partita dopo partita. Nel frattempo Mancini si fa vedere per la seconda volta consecutiva dalle parti dell’Inter e mercoledì arriva a San Siro il suo amico di sempre, Sinisa Mihajlovic, protagonista di un glorioso avvio di stagione con la sua Sampdoria e, neanche a dirlo, tra i papabili per il dopo-Mazzarri.
Una sorta di sliding doors per il nostro tecnico toscano, l’ennesima partita spartiacque dalle molteplici conseguenze. Facciamo che per una volta scacciamo gli incubi e mettiamo in campo un po’ di coraggio e un pizzico di gioco, eh Walter?
Ti vedo. E ti vede soprattutto Lui.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

57 commenti

  1. Gigi Di Biagio

    Ottima analisi, bravo Cicciobello!

    (poi dopo, con calma, la leggo per davvero)

  2. Condivido tutto Nicolino.
    Vi consiglio di leggere anche questo, grasse risate assicurate. E’ come se le avesse dette “la premiata ditta Agnelli-Marotta” http://www.huffingtonpost.it/evelina-christillin/rimane-inter-moratti_b_6052504.html

  3. “Facciamo che per una volta scacciamo gli incubi e mettiamo in campo un po’ di coraggio e un pizzico di gioco, eh Walter?”

    Sarebbe anche l’ora…

    Da pisano, mi costa parecchio dare ragione ad un livornese, come NicolinoBerti.

    Ma lo faccio ugualmente.

  4. whiteDrum84:
    Vi consiglio di leggere anche questo, grasse risate assicurate. E’ come se le avesse dette “la premiata ditta Agnelli-Marotta” http://www.huffingtonpost.it/evelina-christillin/rimane-inter-moratti_b_6052504.html

    grasse risate?
    da vomito!
    che schifo! non sono neanche arrivato in fondo….
    spero davvero che ET cambi decisamente rotta rispetto al passato e vada di azioni legali a gogo….

    AMALA………………..SEMPRE

  5. Guardo l’inter da una decina d’anni, la guardavo anche fare figure pietose in Champions con lo shalcke dopo aver segnato da centrocampo dopo 20 secondi, lui guardata ai tempi di kili Gonzales e emre…. Adesso abbiamo buoni talenti come Icardi e mateo, giocatori di esperienza come vudic e hernanes… E per quanto se ne dica sui giornali é uno dei periodi di maggiore stabilità societaria, con un assetto chiaro e definito, come una società e non una tenera famigliola. Ma non é mai stato cosi noioso vedere l’inter. Accetto anche di perdere col cesena ma voglio una PAZZA INTER!!!!

  6. un saluto al “saggio”(ahahha) sgrigna

    almeno su twitter lotta insieme a noi

    e da cui prendo spunto per ribadire l’allineamento che si è composto contro di noi dopo il comunicato stampa

    un po come successe alla fine di mercato di gennaio e cruciani apostrofò Thohir su la zanzara simpatico venditore di souvenir

  7. Thohir ha trovato l’attaccante forte sulle palle alte (e anche quelle basse):

    http://blog.libero.it/notesparse/12999454.html

  8. si, vero, facciamo cagare…ma siamo in buona compagnia (sticazzi)…
    ho visto Milan Fiorentina e mica mi è sembrata meglio…
    e menomale che quell’atalantinio del milan non lo abbiamo preso noi…e poi oh hanno le pippe muntari e poli…
    no giusto per dire che magari si tratta di un virus che gira…tipo intestinale…eh, gira, gira…
    pure Totti e Garcia se stanno a smoscia’…
    figurati Obi se gioca fuori ruolo o Dodo che pensa di poter mettere paura a quei marcantonio del cesena
    ma del resto, con il calcio italiano in mano a tavecchio, lotiirchio, ciclope, cravatta gialla e er viperetta…

    a proposito…viperetta ancora imbattuto…ecco, bene, non sarebbe il caso di ???

  9. Disamina perfetta…..purtroppo

  10. TheComplainingOne

    Riprendo la questione su Ferrero del post precedente.
    Voglio dire, è un cazzaro, ha manie di protagonismo allucinanti, ma se devo scegliere tra Galliani, Marottagnelli, Zamparini, De Laurentiis e lui, ecco, scelgo lui.
    La cosa più indecente non è l’essere chiamato filippino, che alla fine può pure fare sorridere, basta co sto pseudorazzismo del cazzo, che pure nei film americani si usa solo “negro” e “muso giallo”.
    La cosa che fa incazzare seriamente è che qui è arrivato un indonesiano a prendere un club che la famiglia Moratti, se pur vincendo (e tanto), aveva portato sull’orlo del fallimento. Lui ha cacciato il peggior uomo di mercato della nostra storia alla luce di una trattativa quasi grottesca che stavamo per portare incredibilmente a termine, ha finanziato un mercato che, per costi sostenuti, è stato più che accettabile, ha difeso il nome e la storia dell’Inter ad ogni occasione disponibile, ha comunicato attraverso gli unici canali (sito ufficiale, pagine FB e Twitter, Inter Channel) con cui una società di calcio deve comunicare, ha dato continua fiducia e tranquillità all’ambiente anche dopo una batosta come quella di Firenze.
    Ecco, lui è arrivato, ha fatto questo, e poi sentiamo dire:
    – Moratti si è dimesso per disaccordi e per frizioni con Thohir;
    – Thohir rovinerà l’Inter;
    – Ciccione indonesiano e tutto il fango gettato addosso da quella puttana gobba del link sopra;
    – Uno che ha come calciatore preferito Ventola non è il presidente giusto per l’Inter (Staffelli muori malissimo).
    Questo mi fa incazzare a bestia, non il fatto che lo si chiami filippino.
    Questo vuole rendere l’Inter un club sano, per la prima volta dal 1908, credo. Come quando il Bayern, squadra di livello mondiale, che nel 2007 che arrivò quarto e chiuse comunque il bilancio col segno +. Lui vuole questo, che pur arrivando quarti, quinti, sesti, si chiuda col segno +, è il primo che in Italia ne parla e lo ribadisce ad ogni occasione buona.
    E questi mongoloidi non hanno di meglio da fare con la tastiera che rievocare quello che, nonostante si vincesse tutto, ci faceva perdere 50 milioni di Euro.
    Io sogno un San Siro tutto nostro, anche più piccolo, pieno di tifosi con le magliette originali addosso. Il filippino può darcelo, fra 10 anni. Preferisco di gran lunga lui allo sceicco col suo miliardo di € che ci dava 5 anni di gloria, poi si rompeva il cazzo e lasciava con passivi triplicati rispetto a quelli di Moratti.

  11. TheComplainingOne:
    Riprendo la questione su Ferrero del post precedente.
    Voglio dire, è un cazzaro, ha manie di protagonismo allucinanti, ma se devo scegliere tra Galliani, Marottagnelli, Zamparini, De Laurentiis e lui, ecco, scelgo lui.
    La cosa più indecente non è l’essere chiamato filippino, che alla fine può pure fare sorridere, basta co sto pseudorazzismo del cazzo, che pure nei film americani si usa solo “negro” e “muso giallo”.
    La cosa che fa incazzare seriamente è che qui è arrivato un indonesiano a prendere un club che la famiglia Moratti, se pur vincendo (e tanto), aveva portato sull’orlo del fallimento. Lui ha cacciato il peggior uomo di mercato della nostra storia alla luce di una trattativa quasi grottesca che stavamo per portare incredibilmente a termine, ha finanziato un mercato che, per costi sostenuti, è stato più che accettabile, ha difeso il nome e la storia dell’Inter ad ogni occasione disponibile, ha comunicato attraverso gli unici canali (sito ufficiale, pagine FB e Twitter, Inter Channel) con cui una società di calcio deve comunicare, ha dato continua fiducia e tranquillità all’ambiente anche dopo una batosta come quella di Firenze.
    Ecco, lui è arrivato, ha fatto questo, e poi sentiamo dire:
    – Moratti si è dimesso per disaccordi e per frizioni con Thohir;
    – Thohir rovinerà l’Inter;
    – Ciccione indonesiano e tutto il fango gettato addosso da quella puttana gobba del link sopra;
    – Uno che ha come calciatore preferito Ventola non è il presidente giusto per l’Inter (Staffelli muori malissimo).
    Questo mi fa incazzare a bestia, non il fatto che lo si chiami filippino.
    Questo vuole rendere l’Inter un club sano, per la prima volta dal 1908, credo. Come quando il Bayern, squadra di livello mondiale, che nel 2007 che arrivò quarto e chiuse comunque il bilancio col segno +. Lui vuole questo, che pur arrivando quarti, quinti, sesti, si chiuda col segno +, è il primo che in Italia ne parla e lo ribadisce ad ogni occasione buona.
    E questi mongoloidi non hanno di meglio da fare con la tastiera che rievocare quello che, nonostante si vincesse tutto, ci faceva perdere 50 milioni di Euro.
    Io sogno un San Siro tutto nostro, anche più piccolo, pieno di tifosi con le magliette originali addosso. Il filippino può darcelo, fra 10 anni. Preferisco di gran lunga lui allo sceicco col suo miliardo di € che ci dava 5 anni di gloria, poi si rompeva il cazzo e lasciava con passivi triplicati rispetto a quelli di Moratti.

    PERFETTO !!

  12. nino44

    non sarebbe il caso di cosa, nino?

    se l’Inter vince Mazzarri si inchioda alla panchina di nuovo, e se poi si vince a Parma da li non lo schiodano più.

    no, bisogna sperare di perdere, che in fondo è quello che vogliono tutti, così Mazzarri va fuori dai coglioni e come allenatore abbiamo già preso contatti qui,dove non sbagliano un colpo:

  13. Perfetto @nicolino

    Compresa la chiusura che è il mio auspicio di ogni partita…ci speravo almeno con il cesena dato che son rimasti in 10 ed eravamo in vantaggio ma tant’è…

    Se riusciamo a battere la samp (ancora imbattuta) allenata da uno che è entrato ad anno calcistico in corso e ha vissuto pure un cambio societario (decisamente in pejus) e ha una squadra più scarsa (compreso qualche scarto nostro viviano silvestre duncan palombo) direi che ci si avvicinerebbe nelle zone che ci competono.

    Orsù

    p.s. credo che nel contesto italiota stiano decisamente sottovalutando Thohir che al di là della gentilezza e cortesia è uno che non disdegnerà di adoperare l’ascia per onorare il suo nome…

  14. suspense, non prende il link…riprovo se no amen, non lo saprete mai.

  15. @complaining
    pure “mongoloide” andrebbe usato con parsimonia. Anzi magari evitato proprio del tutto.

  16. Narya: Se riusciamo a battere la samp

    ahahahahahahahhh
    simpaticona
    ;P

    Narya:
    p.s. credo che nel contesto italiota stiano decisamente sottovalutando Thohir che al di là della gentilezza e cortesia è uno che non disdegnerà di adoperare l’ascia per onorare il suo nome…

    come un tifone come un tifone!

  17. Rumenigge Shingo Tamai

    Ma perché dovremmo vincere mercoledì sera con la Samp?
    I nostri giocatori valgono il Frosinone, i tifosi sono delle merde infami, la società è allo sbando; volete che il povero incolpevole mazzarri riesca a tirare fuori qualcosa di buono?

    P.S. Mister, io non sono uno di quelli che ti fischia. Non fischio mai alo stadio quelli che portano i miei colori. Ma vedi di fare la persona seria e di giocarti la partita da INTER.
    Patti chiari ed amicizia breve (ché, per te, breve sarebbe già qualcosa).

  18. Nicolino, tutto giusto.

    Per mercoledì è chiaro che tutti si spera di vincere (non di vincere giocando bene, solo di vincere), ma è altrettanto chiaro che gli indizi non lasciano molto ben sperare.
    Chi dice che qui si tifa per la sconfitta perché porterebbe alla cacciata di Mazzarri è un pistola e pure in malafede.

  19. anche la reputazione della cristillin è finita in B

  20. Ah quanti dolorini di pancia sta scatenando quello splendido comunicato.

    Siccome però il loro ovino capo se lo sta facendo ancora spiegare per benino perchè non l’ha compreso sta mandando avanti con le loro cialtronate becere volgari razzistelle i vari scherani e ascari sui media che danno bene la cifra di che immensa fogna sia tutto ciò che attiene o concerne i pigiamati.

    Spero veramente che Thohir sempre con la sua solita gentilezza e cortesia impugni l’ascia vikinga. Certa roba non può passare come fosse acqua fresca.

  21. Tra Thohir cicciobello con la psoriasi e Agnelli con monociglio ci mancava sto troione biondo con più botulino che un vasetto di conserva andato a male a metterla sul piano della zizzania estetica.

    Ma sta gente, dico io, ha gli specchi di legno a casa?

    Ma se vi state sul cazzo almeno mandatevi a fanculo e prendetevi a pugni come fa la gente normale.

  22. Chi dice che qui si tifa per la sconfitta perché porterebbe alla cacciata di Mazzarri è un pistola e pure in malafede.

    un pistola? può darsi, che tifare come me e credere sempre di vincere anche quando oggettivamente facciamo cagare non è molto intelligente, come di buttare sempre nel cesso un pò di eurini come sto facendo da due campionati puntando sull’Inter che vincerà lo scudetto.

    in malafede non credo in quanto non c’è uno di voi convinto che possiamo cavarci dai casini se Mazzarri rimarrà alla guida dell’Inter, per cui non mi pare di dire una grossa bugia ma la verità.

    in ogni caso di sicuro non sono un ipocrita…

  23. io invece spero che sivinca mercoledi a prescindere dalle sorti di Mazzarri che sarà pure quello che sarà ma io non credo che lo schifo attuale sia tutta causa sua…e comunque delle sorti di Mazzarri frega meno di zero; a me interessa solo ed esclusivamente delle sorti dell’Inter chre è poi anche l unica cosa che dovcrebbe interessare squadra e tifosi tutti.

    Fonz…tutti tutti, non lo so, e comunque lascia perdere gli indizi…magari oggi si riuniscono insieme con uno pissicologo e mi trovano la pietra filosofale…chissa…

    Complaining one ha ragione…nell incertezza del futuro in caso di esonero mazzarriano c’è chi già ha preso di mira Tohir…cetryti tifosi, si sa sono molto previdenti

  24. …che tastiera di merda…

  25. per chi non lo sapesse

    La pietra filosofale sarebbe dotata di tre proprietà straordinarie:
    -fornire un elisir di lunga vita in grado di conferire l’immortalità fornendo la panacea per qualsiasi malattia;
    -far acquisire l’onniscienza ovvero la conoscenza assoluta del passato e del futuro, del bene e del male;
    -la possibilità infine di trasmutare in oro i metalli vili.

  26. @nino che ci sia chi ha preso di mira Thohir non ci piove, non va bene perché non caccia abbastanza grano (peccato che, come Jerry ha ricordato, ai fini del FPF non andrebbe bene lo stesso) e non va bene perché usa i soldi delle banche. Passo le giornate a chiedere agli interisti minus habens se questa squadra di brocchi che abbiamo sia peggio del Cagliari o della Fiorentina o del Torino o del Cesena.

    Detto questo anche sta pantomima delle patenti di interismo e del tifoso vero e finto ha francamente sfrancicato i coglioni quindi non mi si venga dire che sono argomenti in buona fede.

    Alla meglio può suonare come un “voi giovani interisti non capite niente, ve lo spiego io che ho visto giocare Sarti Burgnich Facchetti, come ci si comporta.

    Eccheccazzo, mo basta.

  27. nino44:

    -la possibilità infine di trasmutare in oro i metalli vili.

    Avrei preferito in vino, ma mi accontento ugualmente 😀

  28. nino e corso…

    visto che solo voi sapete tifare come dio comanda, potete fare i nomi di quelli che, secondo il vostro standard, tifano per una sconfitta dell’Inter pur di vedere l’esonero di Mazzarri ?

    Così la facciamo finita e voi due potete mettervi l’animo in pace e vivere felici e contenti…grazie.

  29. C’è ne siamo accorti da tempo il dopo calciopoli a ricompattato grazie alle invenzioni non richieste di palazzi tutto uno stuolo di ds, procuratori giocatori ,presidenti ,prostitute varie che da tempo al primo rigorino si scatenano compatti a rompere il cazzo per settimane.Costoro erano legati al sistema , dalle serie minori al giornalista di televatteloapesca all allenatore in pensione all ex deputata o assessora beneficiavano del sistema che represso a dovere o almeno in parte li ha danneggiati. Non sono tutti gobbi
    ma dovendo lavorare si sono allineati.Ecco perche non mi stupisco
    di bisoli o del procuratore di leali o di leali stesso, sanno dove
    menare o dove fare pippa sti italioti medi. Ecco perche avere letto
    quel comunicato mi ha fatto molto piacere.il tempo delle battutine simpatttiche e terminato e per la stragrande maggioranza dei beneamati non sarebbe dovuto neanche iniziare. Grazie Presidente di avergli ricordato chi sono : DEI LADRI DI GALLINE

  30. Fonz e bellins

    ma come!!! per una volta che non ho dato patenti… eccherccazz, ma ce state proprio in fissa co sta patente…

    ho pure evocato la pietra filosofale…

  31. nino44: io invece spero che sivinca mercoledi a prescindere dalle sorti di Mazzarri che sarà pure quello che sarà ma io non credo che lo schifo attuale sia tutta causa sua…e comunque delle sorti di Mazzarri frega meno di zero; a me interessa solo ed esclusivamente delle sorti dell’Inter chre è poi anche l unica cosa che dovcrebbe interessare squadra e tifosi tutti.

    Io non solo spero di vincere domani, ma spero anche di vincerle tutte da qui alla fine…che vorrebbe scudetto sicuro e Mazzarri a vita all’Inter, come Ferguson al MU.

    Poi però bisogna vedere se a corso, per esempio, gli sta bene vedere tutti i giorni, da qui all’eternità, un allenatore che ha sfanculato Moratti…a me sì, basta che si vinca.

  32. nino44:
    Fonz e bellins

    ma come!!! per una volta che non ho dato patenti… eccherccazz, ma ce state proprio in fissa co sta patente…

    ho pure evocato la pietra filosofale…

    Io non ho parlato di patenti…

    Forse la fissa ce l’hai tu, da quel giorno che non te l’hanno rinnovata…può essere ?

  33. bellins: Forse la fissa ce l’hai tu, da quel giorno che non te l’hanno rinnovata…può essere ?

    no

  34. nino44: no

    Non avevo dubbi.

  35. Scusate, qualcuno ha già detto #megliociccionicheladri?

  36. hura76:
    Scusate, qualcuno ha già detto #megliociccionicheladri?

    #megliofilippinichestrafattidicoca

  37. hura76:
    Scusate, qualcuno ha già detto #megliociccionicheladri?

    Ma non ci pensare nemmeno

    qua siamo pieni di fazzoletti verdi

    sulla frase razzista gli è partito pure un ghigno

    Pota

  38. La cristellen o come cazzo si chiama è la tipica cornacchia bianconera emblema dello stile giuve!
    Ma avete letto quello che ha detto?
    Sembra un monologo di cabaret mal riuscito!
    Con monociglio e bellosguardo fanno un terzetto che nemmeno a Zelig ….
    Della serie ” toglietele il vino”!!!

  39. Una cosa di Thor mi piace (si, lo so, non ho scritto male): risponde alla spada col bazooka. Sta a vedere che dopo vent’anni smettiamo di essere il sacco da botte dei media e va a finire che .
    Tra l’altro, altrochè tarallucci e vino:
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/29/razzismo-il-proprietario-dei-los-angeles-clippers-squalificato-a-vita-dalla-nba/968347/

  40. Tutte le troiate che vengono sparate dalla banda bassotti, altro non sono che una campagna coreografata a puntino per distogliere l’attenzione dai danni morali provocati da quel semplice e’ preciso comunicato. Dalla delirante reazione deve aver fatto molto, ma molto male a tutto l’ambiente. Di certo non si sarebbero mai immaginato una mazzata del genere, specie dopo tutte le “risate insieme” e le coccole ricevute dal “gentil signore”,
    (Buahhhhhhhhhhh) da parte di M.M. negli anni.

  41. “Salve Fellelo. Io stilato camicia”.

  42. tagnin: anche la reputazione della cristillin è finita in B

    ah, promozione, quindi…

  43. Fossi in Thohir risponderei alla Cristillin in questo modo:
    Signora, non ce la sentiamo di prendere lezioni da qualcuno che ha gestito un evento, per fortuna l’unico in vita sua, lasciando sul groppone di ogni singolo torinese una specie di tassa (la chiami come vuole) di 1.000 euro a cranio.
    I giochi olimpici da Lei pomposamente organizzati oltre ad essere stati lautamente finanziati dallo Stato, non hanno incassato nemmeno un terzo dei costi. Come piacerebbe anche a noi fare i manager coi soldi di Pantalone.

  44. Ho visto in televisione l’intervento di Gianluca Rossi, che cercava di interloquire con gli “opinionisti” bianconeri che gli stavano attorno. Gente che affermava che, in caso di sconto di pena a Moggi e c. la Juventus sarebbe tornata all’attacco per riaprire il processo sportivo. Credo sia inutile ribadire loro che uno sconto non cancella una condanna (penale!) e che i tribunali civili non sono quelli sportivi. Ma c’è una domanda che pongo, appena posso, a destra e a manca da anni: le telefonate portate alla Figc, quelle che hanno “riaperto” il caso del “rinunciate alla prescrizione!”, chi le ha portate, chi le ha trovate? L’ente giudicante e inquirente (Palazzi) o gli accusati (la difesa di Moggi)? Perché, nel secondo caso, ci troveremmo davanti ad un fatto gravissimo: l’apertura di un fascicolo inquirente a comando. Mi sbaglio?

  45. David Hemmings

    Narya:
    Ah quanti dolorini di pancia sta scatenando quello splendido comunicato.

    Siccome però il loro ovino capo se lo sta facendo ancora spiegare per benino perchè non l’ha compreso sta mandando avanti con le loro cialtronate becere volgari razzistelle i vari scherani e ascari sui media che danno bene la cifra di che immensa fogna sia tutto ciò che attiene o concerne i pigiamati.

    Spero veramente che Thohir sempre con la sua solita gentilezza e cortesia impugni l’ascia vikinga. Certa roba non può passare come fosse acqua fresca.

    stavo pensando la stessa cosa facendo un po’ di stanco zapping ieri tra le varie patetiche trasmissioni sportive del lunedi sera: questi ladri maledetti hanno subito ripreso ad urlare con una compattezza sospetta la propria rabbia per le “incredibili ingiustizie subite” nel 2006, e come sempre non c’è nessuno a ribattere qualcosa di interista. Rappresentati da Beccalossi che dice “io preferisco guardare al futuro”, che è come dire “è vero, vi abbiamo fregato lo scudetto 2006, che ci volete fare ormai….”. E i “neutrali” che osservano come ormai sia chiaro che “solo gli juventini si sentono danneggiati da calciopoli”. Pazzesco, da incendiare tutto.

  46. @David Hemmings.
    Cosa ti puoi aspettare da un paese dove i pluricondannati vengono inneggiati come eroi, mentre la brava gente e’ trattata da fessi.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  47. Ssshhhh, per carità non fate rumore che se si incazzano fanno fare un’altra rottamazione al governo di turno per la gioia di qualche stato estero a bassa tassazione. Cancro d’Italia.

    Pacific:
    @DavidHemmings.
    Cosa ti puoi aspettare da un paese dove i pluricondannati vengono inneggiati come eroi, mentre la brava gente e’ trattata da fessi.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  48. Ecco, ci mancava solo Domenech a criticare Mou perché era un traduttore. Ricordo ancora quando dicevo che un allenatore da Inter deve parlare le lingue… Ecco è proprio per evitare le scempiaggini e ristrettezze mentali di gentucola tipo Domenech, che peraltro credo sia nato in Spagna e non parla manco lo spagnolo. Uno stronzo per scelta di vita…

  49. Domenech chi?

  50. TheComplainingOne

    paolo:
    Domenech chi?

    Il coglione che fa la squadra dopo aver letto l’oroscopo.
    Mi sembra che la musica sia cambiata. Vi facevano comodo le dichiarazioni ad cazzum sulla soglia di un marciapiede, vero, care prostitute intellettuali?

  51. a livello di tifoso godo quando capitano situazioni così dove con un comunicato metti a posto certi malandrini che non dovrebbero nemmeno esistere ancora se solo ci fosse una vera giustizia sportiva e non da operetta.

    però poi vedete come va a finire, che vengono fatte trasmissioni televisive ad hoc sull’argomento e tutti prendono le distanze dalla tranvata sui denti che la società Inter ha dato a quei gobbi di merda, ricominciando la solita tiritera dello scudetto di cartone, che la giuve è stata l’unica a pagare e altre stronzate del genere dove da vittime si passa a carnefici in un amen.

    adesso si è messa all’opera anche la Cristillin che non ci ha fatto mancare niente e presumo faccia godere i gobbi come noi abbiamo goduto con il nostro comunicato.

    per cui siamo sempre lì, alla fine chi ne esce meglio?

    Moratti subito dopo lo scandalo disse che quello che secondo lui mancava di più nelle dichiarazioni degli accusati era la vergogna.

    anni dopo declinò l’invito a sedersi in una certa tavola per mettere una parola fine a Calciopoli dicendo che a quel tavolo di merende ci si sedessero pure loro.

    non saprei come un altro avrebbe potuto dire che gli facevano schifo senza dirlo apertamente.

    come diceva Toto’? signori si nasce.(se no sem tucc istess… )

  52. ho ancora le endorfine post-orgasmo in circolo a seguito del Comunicato.
    Credo resterò in questo stato fino alla prossima, imminente, partita dei nostri.
    Poi tornerò nel solito stato di apatia, cosi, per empatia con i ragazzi in campo.

  53. Nuovo post!