Si fa presto a dire Vidic

L’ennesima ultima spiaggia di un’Inter in piena emorragia di risultati e con importanti problemi di formazione si è risolta in un brodino caldo che male non fa, soprattutto dopo aver preso 7 gol in due partite da avversarie tutt’altro che irresistibili: la notizia, semmai, è che i nostri ragazzi abbiano ricominciato a giocare a calcio e siano riusciti a dimostrare che è ancora possibile arrivare ad un risultato concreto anche quando le gambe non reggono più.

Certo, ci sarebbe da chiedersi perché questa Inter duri la bellezza di 50 minuti dopo una sosta durata 13 giorni: è vero che i nazionali impegnati in giro per il mondo non hanno potuto allenarsi al meglio, è vero che la prima parte della gara è stata piuttosto dispendiosa in termini di energie spese, ma sorprende la differenza di tenuta, visto che va di pari passo con un atteggiamento che da offensivo e a tratti arrembante nel primo tempo, si è fatto rinunciatario e confuso nella ripresa, dove solo l’orgoglio nerazzurro e gli scempi della difesa partenopea ci hanno permesso di evitare una terza sconfitta consecutiva che avrebbe aperto scenari catastrofici.

Ai tifosi è rimasto negli occhi la straordinaria coreografia Mazzarri-Frustalupi che impazza sui Vine di tutta Italia, mentre io preferisco riconoscere al mister il fatto di averci visto giusto con Obi esterno destro e di aver finalmente preparato la partita in modo sensato. Certo, restano pesanti limiti in fase di manovra, accentuati dai difetti dei singoli che, o per indole o per caratteristiche, tolgono sempre qualcosa alla coralità della squadra.

Kowabunga!

Kowabunga!

Hernanes ad esempio è stato croce e delizia dell’intera gara: un assist malamente sprecato da Icardi (che è un grande finalizzatore ma deve imparare ad essere più utile nell’economia del match), un palo clamoroso, un bel gol di testa che ha tolto le castagne dal fuoco, ma anche tanta indolenza in mezzo al campo, soprattutto nel primo tempo, con il suo passo trotterellato e Kovacic che invano cercava un aiuto mai ricevuto. Resta un giocatore sul quale son state investite cifre notevoli e Mazzarri fa bene a insistere per recuperarlo. Apprezzabile in tal senso la risposta data da Guarin: chiamato in causa in un momento delicatissimo ha avuto la bravura e la fortuna di trovarsi al posto giusto sulla deviazione di Icardi. Gol ed esultanza stranamente composta, figlia forse di una certa rabbia repressa. Va bene così. E va altrettanto bene aver ritrovato un Medel puntuale e combattivo: Hamsik non è esistito soprattutto per merito del cileno.

Le note dolenti corrono parallele alle difficoltà conclamate di questa squadra: l’Inter del primo tempo ha letteralmente dominato il Napoli, riconquistando il pallone in maniera sistematica e lasciando agli ospiti soltanto un tiro-cross di Hamsik ben respinto da Handanovic. Eppure ha prodotto relativamente poco, finendo con l’imbottigliarsi al centro per sbattere contro il catenaccio iberico di Rafa Benitez: poca fluidità, scarsa collaborazione con gli esterni, un Palacio encomiabile nell’impegno ma palesemente logoro (chi l’avrebbe mai detto!) e un Icardi fin troppo estraneo hanno permesso agli ospiti di salvare lo 0-0 nonostante una prestazione da assenti ingiustificati.

E, come spesso accade e come il tifoso interista sa bene, partite del genere nascondono il suppostone ben lubrificato, reso ulteriormente penetrante dalle nostre eterne sciocchezze difensive: qui mi preme spezzare una lancia a favore dell’ex capitano del Manchester United, per molti giocatore finito venuto in Italia a svernare in attesa della pensione e principe di tutte le cazzate.

Vidic domenica sera ha annullato Higuain. Punto.

Però Vidic gioca in una difesa a tre accanto a due aitanti giovanottoni che non sono esattamente l’emblema della concentrazione: un dettaglio non trascurabile che si riflette nei marchiani errori di posizionamento del serbo, talvolta impegnato a tappare le falle dei compagni o, ancor più spesso, le mancate diagonali degli esterni.
Sul primo gol di Callejon bastava che Ranocchia non tentennasse e non avremmo neppure regalato quella rimessa laterale al Napoli; poi Vidic sbaglia il tempo del colpo di testa e regala il pallone allo spagnolo, ma Dodô che diavolo ci fa alle sue spalle senza chiamare il pallone e lasciando l’attaccante del Napoli liberissimo? Ancor peggio la seconda rete: in questo caso il problema è l’intera fase difensiva, con la squadra che rincula troppo, attende allo spasimo e lascia Lopez libero di lanciare col contagiri Callejon alle spalle di un distratto Ranocchia, con Mbaye a seguire inutilmente il larghissimo Mertens.
Non mi piace parlare di errori dei singoli: la difesa è un concetto corale, come tutti quelli che fanno parte del calcio. Può starci il retropassaggio sciagurato o lo stacco sbagliato, ma i gol presi vanno sempre analizzati come fase di gioco. E la nostra ci dice che quando non siamo aggressivi perdiamo troppo facilmente le distanze e, complice una atavica incapacità nella marcatura “fisica”, prendiamo gol fotocopia. Era già accaduto col Cagliari e con la Fiorentina, che comunque aveva anche pescato due gioielli balistici notevoli.

Mazzarri riparta dall’orgoglio: per una squadra che si affloscia troppo facilmente e che dimostra di avere una preparazione atletica discutibile potrebbe essere un fattore decisivo per ritrovare l’unica cosa che conta in questo momento, il risultato pieno. In una Serie A dove tutti possono perdere con tutti e con 31 partite a disposizione abbiamo il dovere di dimostrare di essere vivi non soltanto quando tutto sta per andare a peripatetiche, ma da subito.

Chiudiamo il discorso Europa League e andiamo a prenderci due vittorie per concludere questo ottobre indigesto: il modo migliore per guarire resta sempre lo stesso.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

173 commenti

  1. iosonointerista

    Narya: @iosono

    Italo dici?Si mi onora di questo titolo anche il grande luciano

    moggi ???

    e te ne vanti pure ???

  2. Più chiaro di così….

    Mazzarri: “Vidic è un giocatore che alleno e deve rispondere l’allenatore per quello che avviene in campo. Sta facendo un grandissimo campionato con qualche errore che può capitare, indipendentemente dal tipo di difesa. Alcuni gli hanno addebitato la colpa del gol del Napoli, io dico che ha fatto un intervento da combattente in una zona in cui di testa domina, ha avuto la sfortuna di un rimpallo sfavorevole. L’errore è di chi non era nella zona dell’attaccante. Non è una colpa di Vidic, lui era dove doveva essere. Lo dico per chi analizza le partite in modo superficiale mettendo la croce addosso a chi non ha colpe”.

  3. Fabio1971: L’errore è di chi non era nella zona dell’attaccante. Non è una colpa di Vidic, lui era dove doveva essere.

    uguale a garcia

  4. @Linus

    Il silenzio dopo il quote corrispondeva ad una condivisione del pensiero?;)

    @iosono

    Riceverai notizie dal mio avvocato tiè 😛

    Oh ma c’è bisogno di un disclaimer per comprendere che quanto scrivo è diretto alle persone dopo @? Evidentemente si. Eppure mi pare sia lapalissiano.

  5. Ah oggi il protagonista della “fassonata” in stile “moggiano” questo si dell’ex arbitro romeo si dice molto felice di stare all’Inter

    Effettivamente ci mancava il reclutamento come dirigente di un ex arbitro.

    Lo schifo totale.

  6. @Narya
    infatti. L’avessero fatto “altri” saremmo “insorti”. Per coerenza non mi garba neanche all’Inter, anzi meno. Chi non vuole capire che la mia avversione per fassone non è dettata dal suo presunto tifo, mi è indifferente, ma dalla sua “formazione” professionale, culturale, morale. Questa non può essermi indifferente. Non è il primo, speriamo sia l’ultimo, che la “diversità” non si fa a chiacchiere o nostalgia.

  7. @Amstaf

    Perfetto amico mio.
    Non avrei saputo esprimerlo meglio.

  8. Fabio1971: L’errore è di chi non era nella zona dell’attaccante. Non è una colpa di Vidic, lui era dove doveva essere. Lo dico per chi analizza le partite in modo superficiale mettendo la croce addosso a chi non ha colpe

    Non che il discorso sia teoricamente sbagliato (anche perché l’eventuale errore in caso di spostamento è non aver chiamato la palla, e per di più in tutto questo mi chiedo cosa stesse invece facendo Juan Jesus), sebbene stiamo parlando di una spizzata che se la fa Ranocchia qualcuno tira giù tutto il calendario; ma per quale cazzo di motivo Mazzarri non si cuce la bocca e non pensa a evidenziarli in privato e correggerli certi errori, invece di lamentarsene a mezzo stampa?

    Abbiamo un allenatore che rilascia delle dichiarazioni come se lui fosse esterno all’ambiente, come se stesse parlando dal divano di casa sua, come se lui non potesse farci niente. Cosa della quale secondo me è anche convinto, ed è questo che francamente non sopporto.

    Narya: Il silenzio dopo il quote corrispondeva ad una condivisione del pensiero?;)

    Il mio commento al quote era espresso sopra: continui a guadagnare punti.

  9. @Linus

    😉 Me l’ero perso scusa.

  10. aaaa che palle! per una volta che dice una cosa chiara e senza fraintendimenti (primo gol del napoli) dite che non doveva esternare di chi era la responsabilità; peccato che è da quel momento che tutti i professoroni del piffero (PI ma anche interisti radical chic) ce le menano con “vidic bollito”, “vidic che viene a svernare” ecc ecc e a me pare che abbia voluto difenderlo.
    ho visto la conferenza ed effettivamente qualcosa s’è incrinato tra moratti e mazzarri (peraltro da lui scelto..mah) e sono curioso se quest’ultimo si sbilancerà magari più in là (fine stagione?) su quello che oggi ha promesso di spiegare poi….
    ciao!

  11. @Paolo.
    La partita non l’avrai vista te. Io la ho seguito in “Multivision” (4 partite sullo schermo.)
    Il Barcellona ha giocato meglio? Ha creato tante occasioni? Si. Ma alla fine , come avrebbe detto Boscovic,
    “e’ rere quando palla entra in porta.” Il terzo gol , il Barca lo ha segnato verso la fine del recupero , in contropiede, con l’Ajax riversato all’attacco in cerca del miracolo. A volte basta un episodio per cambiare le partite.
    Come lo Shalke ha avuto la fortuna di trovare un rigore dopo aver rischiato di perdere contro una squadra in 10.
    Da 3-1 a 3-3 .

  12. Pardon. Vujadin Boskov. Sempre grande.

  13. Jerry: Fabio1971: L’errore è di chi non era nella zona dell’attaccante. Non è una colpa di Vidic, lui era dove doveva essere.

    uguale a garcia

    si… uguale gemello

    per salvarne uno, ne affonda almeno due….

    certo… poteva dire: non esistono errori individuali dei giocatori, ma solo di organizzazione, e se accade così spesso allora vuol dire che è colpa mia… (il che sarebbe in parte anche vero, fra l’altro)

    ma non sarebbe stato Mazzarri

    Ps. sicuramente ha valutato chi era il più vecchio e “potente” e chi il/i più giovane e sacrificabile, e la colpa automagicamente è finita… a immaginate voi chi…

  14. Ma secondo te poteva partorire una roba tipo:

    abbiamo sbagliato in fase difensiva, ci lavoreremo di più

    dico anche che la risposta al socio di minoranza è stata buona, e ci fa capire che aria tira

  15. Rumenigge Shingo Tamai

    Quando mazzarri dice che Vidic non ha colpe dice il giusto.
    Sbaglia nel dirlo, nell’additare un colpevole, nel non assumersi le sue responsabilità su una fase difensiva pessima.
    Le colpe individuali ci sono, ma: 1) se ne parla negli spogliatoi; 2) dietro ballano tutti.

  16. Sentite
    A leggere i vostri commenti ansiogeni si ha sempre la sensazione di precipitare da un dirupo da un momento all’altro…o di qualche cataclisma incombente…
    Ma i convocati di domani?
    Che devono alzare le sorti del calcio italico?

  17. E’ quetso e’ colui che dovrebbe riportare l’Inter ai massimi livelli!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Che Dio ci aiuti.

  18. Jerry…cazzo…mi meraviglio di te…pensa che pure Leopardi era venuto a Napoli sperando di risollevarsi il morale con la giocosità’ partenopea…embe?…e tu?

  19. Rumenigge Shingo Tamai:
    Quando mazzarri dice che Vidic non ha colpe dice il giusto.
    Sbaglia nel dirlo, nell’additare un colpevole, nel non assumersi le sue responsabilità su una fase difensiva pessima.
    Le colpe individuali ci sono, ma: 1) se ne parla negli spogliatoi; 2) dietro ballano tutti.

    m****rri e assumersi responsabilità nella stessa frase?A proposito di ossimori…

    Vabbeh faccia i suoi siparietti in inglese da oronzo canà metta qualcuno a turno dei suoi sul banco degli imputati scleri e si sfaccia ma che metta su una squadra per vincerla e chiudere praticamente il girone.
    Tanto non si può cavare champagne dai cavoli.
    Partita per partita. Che almeno nell’europa siam messi bene.

  20. Rumenigge Shingo Tamai: Le colpe individuali ci sono, ma: 1) se ne parla negli spogliatoi; 2) dietro ballano tutti.

    Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap! Clap!

    Insisto poi che lui lì sarebbe (profumatamente) pagato per risolverli certi problemi, non per parlarne con la stampa.

  21. Fabio1971: Ps. sicuramente ha valutato chi era il più vecchio e “potente” e chi il/i più giovane e sacrificabile, e la colpa automagicamente è finita… a immaginate voi chi…

    Aaaaah, sei un complottista!!!

    Chissà com’è, ma anch’io ho immaginato un processo mentale analogo… E questo indipendentemente dal fatto che tatticamente il ragionamento sia giusto (e mediaticamente indecente).

  22. Fabio1971: Ps. sicuramente ha valutato chi era il più vecchio e “potente” e chi il/i più giovane e sacrificabile, e la colpa automagicamente è finita… a immaginate voi chi…

    Questa volta è toccata a Dodò, che tra l’altro, se Vidic non l’avesse spizzata, l’avrebbe presa lui di testa…

    Nella scorsa stagione toccò a Kovacic…

    Cmq c’è stato un miglioramento…se non altro ha smesso di dare colpe ai compleanni e alle epidemie di diarrea.

  23. Secondo me il merito più grandi di Mazzarri è aver reso buona parte degli internauti interisti degli attenti conoscitori e cultori della perifrasi, dell’esegesi testuale e dell’interpretazione letterale.
    Guardate che in tempi di ignoranza dilagante non è poco

  24. nino44:
    Jerry…cazzo…mi meraviglio di te…pensa che pure Leopardi era venuto a Napoli sperando di risollevarsi il morale con la giocosità’ partenopea…embe?…e tu?

    Io che?

    Confronta il Bayern post triplete e l’Inter post triplete

    Io di massima sono fiducioso ma ci vorrà tempo

    Vitarob ti telefona ancora?

  25. Sandrex: Secondo me il merito più grandi di Mazzarri è aver reso buona parte degli internauti interisti degli attenti conoscitori e cultori della perifrasi, dell’esegesi testuale e dell’interpretazione letterale.
    Guardate che in tempi di ignoranza dilagante non è poco

    :-)

  26. Sandrex:
    Secondo me il merito più grandi di Mazzarri è aver reso buona parte degli internauti interisti degli attenti conoscitori e cultori della perifrasi, dell’esegesi testuale e dell’interpretazione letterale.
    Guardate che in tempi di ignoranza dilagante non è poco

    Senza contare quelli che, entrando nella mente dei giocatori, avevano dedotto che stavano remando contro l’allenatore…

  27. Pacific:
    @Paolo.
    La partita non l’avrai vista te.Io la ho seguito in“Multivision” (4 partitesullo schermo.)
    Il Barcellona ha giocato meglio?Ha creato tante occasioni? Si.Ma alla fine , comeavrebbe detto Boscovic,
    “e’ rere quando palla entra in porta.”Il terzo gol , il Barca lo ha segnato verso la fine del recupero , in contropiede, con l’Ajax riversato all’attacco in cerca del miracolo.A volte basta un episodio per cambiare le partite.
    Comelo Shalkeha avuto la fortuna di trovare un rigore dopo aver rischiato di perdere contro una squadra in 10.
    Da 3-1 a 3-3.

    d’accordo. e’ gol quando palla entra. E l’ajax ne ha beccati tre.

  28. paolo: d’accordo. e’ gol quando palla entra.

    Organizziamo un triangolare Maribor, Bate Borisov e Roma!

    :)

  29. sto andando a vedere l’arsenal perche thohir vuole che dica due paroline a wenger e vedere se si puo’ tirare sul prezzo

  30. Fuori Maxwell, Cordoba, Crespo e Jimenez. Mourinho non li ha convocati per la partita di Coppa Italia contro la Roma, inserendo invece nella lista Balotelli, Quaresma e Mancini. Per i due difensori esclusi dall’elenco dei convocati si tratta di una bocciatura tecnica dopo gli errori commessi a Bergamo.

    LE CRITICHE – Dei due, Mourinho aveva già parlato in toni di critica pesante dopo la gara con l’Atalanta: «La responsabilità della sconfitta è anche mia che non ho saputo trasmettere il giusto atteggiamento alla squadra. Per esempio, non so spiegare come mai un mio giocatore giri la palla di testa al centro dell’area anziché sull’esterno (Maxwell, ndr) e un altro di 34 anni, con 15 stagioni di esperienza alle spalle (Cordoba, che di anni in realtà ne ha 32, ndr) permetta a un attaccante (Floccari, ndr) di girarsi in quel modo». Ieri sera, Moratti era intervenuto a favore di Cordoba, oggi Mourinho l’ha messo fuori.

    c’è chi può e chi non può…

  31. paolo: sto andando a vedere l’arsenal perche thohir vuole che dica due paroline a wenger e vedere se si puo’ tirare sul prezzo

    Mi raccomando che il francese perdente ci tiene al fatto che gli si parli in inglese fluente e forbito.

    Del tipo che: “Hello Arséne, the book is on the table” non è proprio il miglior modo per iniziare un colloquio di assunzione.

  32. @Paolo.
    Appunto, di cui uno a tempo scaduto. Mentre il ” top team Roma” della grandiosa serie “A” ne ha beccati 7, di cui solo due nel secondo tempo, quando il Bayern ha fatto allenamento, altrimenti erano il doppio.
    Ti auguro di vedere una grande gara oggi.

  33. Rumenigge Shingo Tamai

    corso46:
    Fuori Maxwell, Cordoba, Crespo e Jimenez. Mourinho non li ha convocati per la partita di Coppa Italia contro la Roma, inserendo invece nella lista Balotelli, Quaresma e Mancini. Per i due difensori esclusi dall’elenco dei convocati si tratta di una bocciatura tecnica dopo gli errori commessi a Bergamo.

    LE CRITICHE – Dei due, Mourinho aveva già parlato in toni di critica pesante dopo la gara con l’Atalanta: «La responsabilità della sconfitta è anche mia che non ho saputo trasmettere il giusto atteggiamento alla squadra. Per esempio, non so spiegare come mai un mio giocatore giri la palla di testa al centro dell’area anziché sull’esterno (Maxwell, ndr) e un altro di 34 anni, con 15 stagioni di esperienza alle spalle (Cordoba, che di anni in realtà ne ha 32, ndr) permetta a un attaccante (Floccari, ndr) di girarsi in quel modo». Ieri sera, Moratti era intervenuto a favore di Cordoba, oggi Mourinho l’ha messo fuori.

    c’è chi può e chi non può…

    Siamo vicinissimi alla querela.
    Pensare che lo scaricabarile di mazzarri sia sideralmente paragonabile alla gestione del gruppo di MOURINHO significa che voi negli anni dal 2008 al 2010 avete dormito e vi siete fatti raccontare da altri quello che è successo. Oppure state dormendo adesso.
    Basti solo questo: Cordoba e Maxwell furono messi fuori da Mourinho (Maxwell venduto al Barca e Cordoba tenuto in salamoia per volere di Moratti). Kovacic, Icardi, Jesus, Dodò e tutte le altre vittime di mazzarri sono i giocatori sui quali si starebbe costruendo il c.d. progetto.
    Trova le differenze.

  34. Pacific: Appunto, di cui uno a tempo scaduto. Mentre il ” top team Roma” della grandiosa serie “A” ne ha beccati 7

    E quindi?

    È la stessa Roma ce al turno precedente aveva praticamente dominato i Campioni d’Inghilterra in casa loro, gli stessi campioni d’Inghilterra che si fanno rimontare dal fortissimo CSKA che dalla Roma ne prende 5.

    E quindi? Ciò ridimensiona il valore della Premier League?

    Cioè, serviva il Bayern Monaco per scoprire che la serie A non è più un campionato top? Il fatto che l’Ajax ne prenda solo 3 a Barcellona dovrebbe dare lustro a un campionato ridicolo come la Eredivisie? No, chiedo, visto che il Barcellona nel 2009 ci ha perso in casa col Rubin Kazan mi piacerebbe sapere se ciò certificava la superiorità della Russian Premier League sulla Liga…

    A cosa portino questa specie di intelligentissimi (?) confronti Dio solo lo sa.

    Ringraziamo il Bayern Monaco per averci fatto scoprire IERI che Juve e Roma si contendono un campionato la cui competitività è quasi zero. Da soli non ce ne eravamo accorti.

    Immaginiamo di conseguenza la tristezza di tutti noi tifosi interisti che siamo cmq 5 spanne sotto Juve e Roma e che però ci vogliamo tornare a giocare in Champions contro il Bayern Monaco.

  35. Ah, ma cio’ naturalmente non toglie che gli olandesi siano schiappe , eh?
    Vai e spara un’altro dei tuoi papiri, dai.
    Come dicefa Toto’ “Ma mi faccia il piacere”.

  36. C’entra nulla con tutto quanto….
    Scusate….
    Ma sapere dell’ennesima marachella giudiziaria di quel porco di Cannamoscia a me rallegra il cuore.

    w l’Itaglia.

  37. Jerry: Vitarob ti telefona ancora?

    certamente Jerry…ci sentiamo ogni tanto per sostenerci a vicenda…
    l

  38. siamo fin troppo svegli purtroppo per vedere una continua caccia all’uomo senza senso perchè Mazzarri ha detto solo quello che chiunque senza fette di salame sugli occhi ha visto e quello che si è visto è uno del Napoli solo davanti ad Handanovic in un’area piena di nostri difensori che come tanti ciula sono andati a saltare di testa per prendere un pallone al centro della nostra area lasciandone sguarnita più di metà e su questo ne Mazzarri ne Vidic, che pure ha sbagliato l’intervento, possono farci un cazzo di niente, perchè se tutti avessero tenuto la loro posizione l’errore di Vidic si poteva benissimo rimediare, come lui fa spesso per rimediare alle cazzate che fanno gli altri, visto che si gioca in undici e non ognuno per se stesso.

    del resto è anche quello che sostiene il vostro Nicolino Berti e non ci vedo niente di male che anche Mazzarri lo abbia ribadito dal momento che tutti i media, che non capiscono un cazzo, hanno rilevato l’errore di Vidic senza rimarcare quello più grave degli altri.

    quindi ha solo corretto il tiro e, cosa abbastanza rilevante che se l’avesse detta il Mou avrebbe strappato applausi, ha fatto capire ai media quanto siano ignoranti in materia calcistica, che un errore su un intervento si può anche tollerare, ma uno tecnico e di posizione come quello della nostra difesa in quel frangente, no.

    per non parlare dei due in coppia che l’hanno generato, Mbaye e Ranocchia, il primo aveva il possesso della palla e non sapendo cosa fare l’ha passata al secondo che da buon capitano senza paura l’ha mandata in fallo laterale all’altezza della nostra difesa, quando entrambi avrebbero potuto se non passarla ad un altro in maniera decente, rinviarla almeno lontano dall’area.

    e non è un andare a ritroso fino ad Adamo ed Eva, ma solo analizzare un fatto, perchè non si può arrivare ad accusare solo il terminale delle cazzate in serie viste fare quando si è passati due anni ad accusare Cambiasso di non fare più bene le due fasi lasciando sguarnita la difesa ed era per quello che si prendevano tanti gol.

  39. maigob:
    C’entra nulla con tutto quanto….
    Scusate….
    Ma sapere dell’ennesima marachella giudiziaria di quel porco di Cannamoscia a me rallegra il cuore.

    w l’Itaglia.

    c’è solo un problemino…essendo un VIP non gli succederà nulla…

  40. corso46
    guarda che qua ci vuole piu pazienza che di là

  41. Nino
    A me interessa poco di ciò che gli faranno, ovviamente nulla si sa siamo Italioti, a me basterebbe solo che gli dessero il daspo da tribuna e il daspo da inquadrature e programmi TV.
    È una delle facce/presenze che più mal digerisco ai miei occhi.
    Per il resto per tutte le sue ville abusive, panfili, locali e pizzerie pendenti sparse per l’Italia frega zero.
    Se poi qualcuno delle forze dell’ordine saltuariamente ci ricorda che bravo galantuomo è costui…..io già sono FELICE.

    CIAO

  42. Hanno reclutato pure Romeo, non ci posso crede..
    Della serie se non puoi combatterli alleati.

  43. potevano reclutare Giulietta, almeno…

  44. per inquadrare la situazione del calcio italiano attuale più che Roma – Bayern deve far riflettere Olympiakos – rube (qualsiasi sarà poi il risultato finale)

  45. Ha segnato Donati…un altro recente scarto della nostra “cantera”.

  46. In Italia leoni in europa coglioni..

  47. Rumenigge Shingo Tamai

    MAESTRO, non li ascoltare. Si drogano, alla loro età e non reggono più la botta.

  48. Un sentito e caloroso ringraziamento a Michel, Kasami e Roberto…

  49. bene, purtroppo saremo i soli a difendere il prestigio del calcio italico
    domani non mancate
    e senza rompere tanto i maroni
    che di scassaturediminchia ce ne abbiamo avute già troppe!