Non si è seri a 17 anni

Riprendo da dove siamo rimasti, dal post di Sia, sull’amore (da) lontano per l’Inter. Ogni tanto mi capita di stuzzicare Python via WhatsApp, gli racconto episodi milanesi a tinte nerazzurre, a volte gli mando una foto. Che so, se vedo una scritta nerazzurra su un muro, una tintoria con le maglie dell’Inter appese fino al soffitto, bevo il bar in un bar gestito da ragazzi della Nord. Non lo faccio con cattiveria, giuro, è più un modo per farlo sentire più vicino, perché conosco la sofferenza di essere lontani da qui, di non poter respirare Inter ovunque, a volte per caso, inaspettatamente. So che lui sa che è così, perché mi “ascolta”, mi odia un po’ e poi m’invidia.

Più passa il tempo più mi accorgo che il nostro (non milanesi) è tifo, amore passione. Il vostro è questo più radici/tradizioni. Vi odio un po’. Dev’essere bellissimo.

Come fare a non pensare alla fortuna di essere interisti a Milano, di essere cresciuti a pochi passi dallo stadio, di aver vissuto i pranzi dalla nonna la domenica, sempre con un orecchio teso facendo la gara a capire se i boati dello stadio fossero gli “ooooooh” di un goal appena sfiorato o gli “OOOOOOOH” di un pallone che bucava la rete? Nel bene (Inter) o nel male (Milan) la mia vita segue il ritmo dei battiti di San Siro. Se gioca l’Inter sono lì, se gioca il Milan chiudo le finestre per non sentirli.

Mi è anche capitato di avere dei docenti interisti all’università. Alcuni molto interisti, come Franca Cavagnoli, che prima di diventare una grande traduttrice (ha tradotto Il Grande Gatsby per Feltrinelli) ha passato la gioventù a rincorrere il nero e l’azzurro, nei Boys*. Ha anche scritto un libro molto milanese e (purtroppo per voi) molto femminile, infatti è la storia di due ragazze di 17 anni, Simona l’interista e Donata la cattolica, che vivono un periodo di grandi trasformazioni personali e storiche in maniera completamente diversa, pur essendo molto legate. A Donata non interessa il calcio, non capisce l’interismo di Simona. Proprio in quest’ultima è facile immedesimarsi quando si vede costretta a spiegare all’amica dell’odio per il lunedì dopo una sconfitta o della foglia morta di Corso.

C’è da leggere meno Inter di quanto pensassi, ma quando viene fuori, all’improvviso, è di una bellezza rara, come come un contropiede di Mourinho.

cavagnoli

Può darsi che non lo leggerete mai, ma magari regalatelo a un’amica interista, potrebbe essere una bella sorpresa.

Titolo: Non si è seri a 17 anni
Autore: 
Franca Cavagnoli
Editore: 
Frassinelli
ISBN-13: 
9788876849770

*Quindi nel mio futuro, oltre l’Inter, c’è un grande romanzo americano da tradurre? Dove si firma?

About Miss Green⁵

Sono nata e cresciuta all’ombra dello stadio, nel piazzale ho imparato ad andare in bici e in motorino. Da piccola dicevo che Malgioglio era mio padre, si somigliavano molto.

41 commenti

  1. Bel post, come sempre del resto…

    E’ proprio vero, voi Interisti ed Interiste di Milano siete proprio fortunati.

  2. Marisa musselli

    Complimenti!La vivo come te di zona S.siro!

  3. se qualciuno sa dirmi…nei commenti si possono pubblicare foto?
    (da smart via computer, o da smart direttamente)

  4. Intanto siamo anche in emergenza esterni, con jhonny ancora rotto anche D’Ambrosio starà fermo per più di un mese…

    E come se non bastasse Mazzarri oggi non ha diretto l’allenamento causa influenza…ma forse questo è un bene.

    Vai Beppe, insegnagliela te la difesa a 4.

  5. Incuriosito sono andato a leggere alcune interviste con l’autrice. E’ proprio una bella persona, Interista vera .
    Ho deciso di comprare il libro, lo regalo a mia moglie ma , anche se sono un uomo di cinquant’anni lo voglio leggere…. fammi sapere quando esce la tua prima traduzione.

  6. Rumenigge Shingo Tamai

    Benitez non può venire in casa nostra a farsi bello.
    L’INTER, mazzarri o non mazzarri, domenica deve vincere.
    Anche se la vittoria di domenica dovesse costarci il non esonero dello scaldapanchina.
    Siamo l’INTER, cazzo.
    Giovani in maglia nerazzurra, guardatevi in faccia e dimostrate a tutti chi siete.
    Spaccate il mondo.
    Osare l’impossibile.
    Osare.
    Osare e perdere…

  7. mammamia che mortorio…ce mancava pure lo iettatore

    sentite invece un consiglio
    “In questo momento il tifoso dell’Inter deve solo pensare a voler bene alla squadra e a incitare i giocatori fino all’ultimo…”.
    E se lo dice Mazzola…

  8. l’inter che vi meritate…dipende da voi…

  9. nino44: sentite invece un consiglio
    “In questo momento il tifoso dell’Inter deve solo pensare a voler bene alla squadra e a incitare i giocatori fino all’ultimo…”.
    E se lo dice Mazzola…

    Ecco bravo, inizia anche tu a seguire il consiglio di Mazzola, visto che tu ed altri considerate i nostri giocatori scarsi e senza palle…

  10. Bellins…ma che te fumi?

  11. Voler bene alla squadra ed incitare i giocatori non sono in contraddizione col muovere critiche a bocce ferme, a maggior ragione in una situazione in cui le cose vengono gestite in modo ridicolo, creando peraltro problemi agli stessi giocatori che durante le partite incitiamo; in cui abbiamo dilagato contro una squadra che è venuta a San Siro a suicidarsi e per il resto abbiamo sempre faticato dando l’idea che o le cose vanno come pianificato o non si sa che fare, a maggior ragione avendo avuto un inizio di stagione sulla carta abbordabilissimo; in cui si naviga a vista e si incolpano le tremende inondazioni e le cavallette di prestazioni imbarazzanti avendo una rosa decente e costruita per tempo, con un minimo di criterio e secondo le indicazioni di massima del tecnico per la prima volta dai tempi di Leonardo.

  12. Linus
    …mi sono fermato a “non e’ in contraddizione”

  13. Rumenigge Shingo Tamai

    Definire menagramo Giovanni Lindo Ferretti…
    ma come cazzo si fa a tifare INTER e a non conoscere i CCCP?

  14. Rumenigge Shingo Tamai:
    ‘_Benvenuti_’

    Quoto e straquoto e straquoto ancora.

    @Linus

    E non c’è niente da fare.
    E’ passata come acqua fresca di sorgente l’ammissione del ds che candidamente ammette che la preparazione era tarata sul tour usa.
    Delirio totale. Totale.
    Per non parlare del resto perchè tra l’intervista del ds e quella del proprietario…lasciamo perdere. Meglio.

    Spero solo che domenica in un modo o nell’altro la si sfanghi. Si DEVE vincere punto. Che non sarà mai riuscito a infilare 3 vittorie consecutive ma almeno non infili 3 ko di seguito.
    Si diano una svegliata lì Tutti. E la vincano.

  15. Narya: la preparazione era tarata sul tour usa.

    Ciao carissima!

    Questa è una cosa che va analizzata per bene, perché se veramente è successa una cosa del genere in una società di calcio professionistico bisogna passare con il napalm.

  16. Poi ci lamentiamo della prostitussione intellectuale… Il DS di una squadra di calcio dichiara che la preparazione è stata tarata su una serie di amichevoli e tutto fila liscio. Fosse successo con Galliani staremmo tutti qui a ridere.

    “Chi ha deciso, e sulla base di quale mandato, di impostare la preparazione atletica su una tournèe estiva? Perché è stato fatto? Non si temeva di danneggiare la stagione? Sulla base dei risultati di questo inizio di campionato, non si ritiene di aver sottovalutato le difficoltà atletiche a cui la squadra sarebbe andata incontro? Gli allenatori delle varie nazionali in cui i giocatori dell’Inter si infortunano erano stati avvertiti?”

    Che poi ci sta anche che il DS menta per proteggere il tecnico, ma qui è come se il dottor Kelso proteggesse Turkelton dicendo che il paziente non è morto perché ha sbagliato l’intervento, ma perché gli ha sparato.

  17. Rumenigge Shingo Tamai

    Narya: preparazione atletica su una tournèe estiva? Perché è stato fatto? Non si temeva di danneggiare la stagione?

    Non so cos’hai quotato.
    Ma io ti quoto di default, quindi se ricambi non mi può che far piacere.

  18. La tournée USA non c’entra nulla, non fate confusione. Probabilmente hanno caricato meno per arrivare in America leggeri,ma dopo hanno recuperato dopo, infatti ricordo che la scusa delle pessime amichevoli in Grecia e Germania è stata”i carichi di lavoro”.
    Si è fatto un certo tipo di lavoro per arrivare bene al preliminare, solo che probabilmente hanno sbagliato qualcosa nella gestione di chi non ha lavorato a Pinzolo,tipo i reduci del mondiale e chi è arrivato dopo tipo Osvaldo.

  19. Rumenigge Shingo Tamai: Non so cos’hai quotato.
    Ma io ti quoto di default, quindi se ricambi non mi può che far piacere.

    Ah ah ah onoratissima. 😀
    Mi sono accorta del bad quote mi riferivo ai CCCP naturalmente. Poi Giovanni Lindo l’ha fatta fuori dal vaso ma nulla cambia di quello che sono stati. Anzi vah salvo anche una parte dei CSI poi…

    Alestacco:
    La tournée USA non c’entra nulla, non fate confusione. Probabilmente hanno caricato meno per arrivare in America leggeri,ma dopo hanno recuperato dopo, infatti ricordo che la scusa delle pessime amichevoli in Grecia e Germania è stata”i carichi di lavoro”.
    Si è fatto un certo tipo di lavoro per arrivare bene al preliminare, solo che probabilmente hanno sbagliato qualcosa nella gestione di chi non ha lavorato a Pinzolo,tipo i reduci del mondiale e chi è arrivato dopo tipo Osvaldo.

    “Volevamo partire subito forte per evitare brutte figure negli Stati Uniti” ( Ausilio dixit nell’intervista dell’altro giorno a tutt*****t ) in seguito ha ammesso che la preparazione è stata sbagliata.
    La squadra si è preparata per un tour di amichevoli. Manco fossimo gli harlem globetrotters.
    Per quanto mi riguarda questa roba è un delirio. Ma totale proprio.

  20. Mia nonna giocava con Meazza zona Porta Romana e adesso vediamo chi mi batte!!!!

  21. Quella degli USA è una scusa, che poi la toppa sia peggio del buco è altro argomento.
    Il comportamento altalenante di chi era negli USA e di chi no è IDENTICO. Una propensione all’infortunio in Nazionale idem.
    Una volta gli USA, un’altra il mondiale o le cavallette.
    Sarà.
    Dagli USA son passati 2 mesi.
    Mi sa che i guai sono stati fatti dopo.

  22. TheComplainingOne

    Mi sembra un libro di fantascienza. Quale gobbodimmerda dopo una vittoria della J**e a San Siro va a dire a un interista “non prendertela”?

  23. In tutta questa serie di spiegazioni sulle condizioni fisiche della rosa c’è un particolare che non ho capito: quand’è che si suppone che la squadra dovrebbe essere non dico in forma, ma almeno in grado di completare i novanta minuti? Per la prima volta da anni abbiamo una rosa di normodotati e il mago dei preparatori ha sputtanato la prima parte della stagione per non averci capito niente?

    Amstaf: Quella degli USA è una scusa, che poi la toppa sia peggio del buco è altro argomento.

    Giusto, giustissimo proteggere il tecnico, ma farlo dicendo che non è un incompetente, è solo un cretino, non mi pare un’idea brillante. Resta che dopo un’uscita del genere un giornalista chiede cosa è saltato in mente alla società di fare una scelta simile, un pennivendolo no. Perché le prostitute non sono tali solo quando si mettono a 90 di fronte ad altri.

    @Rumenigge: quotavi una cosa che ho scritto io ma sotto il nome Narya (ma che diavolo… ?): con chi ce l’avevi?

  24. http://www.fcinter1908.it/copertina/thohir-scatenato-nella-rivoluzione-dallo-united-arriva-james-white-126950

    fra un po’ ci toccherà pagare solo per scrivere “Inter” anche sui blog e forum vari ….?

  25. E io che credevo che dallo United arrivasse Radamel Falcao! :)

    Vabbé, intanto arriva James White.

    Poi arriverà anche James Blunt per cantare il nuovo inno.

  26. siamo in pieno revanchismo

    che come si sbagliava bene nella gestione precedente, guarda

    “come noi nessuno mai”

  27. @Narya, Ausilio non ha detto che hanno fatto la preparazione per fare bene le tre partite in America, ha detto che hanno lavorato per fare bene, ma la preparazione vera l’hanno fatta dopo, tant’è vero che gli unici titolari che hanno fatto la presunta preparazione per gli Usa sono stati Vidic, Juan, Icardi e Dodo. Ranocchia, Kovacic e Nagatomo hanno iniziato in ritardo, Hernanes, Palacio, Medel, Osvaldo, Guarin sono arrivati dopo, quindo ripeto che la tournée non c’entra.

  28. @Alestacco

    Ah no?Devo dire che a me è sembrato estremamente chiaro. Ma proprio molto chiaro.

  29. Più chiaro di così…

    “Volevamo partire subito forte per evitare brutte figure negli Stati Uniti, inoltre c’era un preliminare di Europa League da giocare e non potevamo sapere a luglio il valore dell’avversario. Non voglio nascondermi: forse qualcosa nella preparazione è stato anche sbagliato.”

  30. Alestacco: Alestacco
    17 ottobre 2014 a 13:38  Quote
    @Narya, Ausilio non ha detto che hanno fatto la preparazione per fare bene le tre partite in America, ha detto che hanno lavorato per fare bene, ma la preparazione vera l’hanno fatta dopo, tant’è vero che gli unici titolari che hanno fatto la presunta preparazione per gli Usa sono stati Vidic, Juan, Icardi e Dodo. Ranocchia, Kovacic e Nagatomo hanno iniziato in ritardo, Hernanes, Palacio, Medel, Osvaldo, Guarin sono arrivati dopo, quindo ripeto che la tournée non c’entra.

    Narya
    17 ottobre 2014 a 14:40  Quote
    @Alestacco

    Ah no?Devo dire che a me è sembrato estremamente chiaro. Ma proprio molto chiaro.

    bellins
    17 ottobre 2014 a 15:20  Quote
    Più chiaro di così…

    “Volevamo partire subito forte per evitare brutte figure negli Stati Uniti, inoltre c’era un preliminare di Europa League da giocare e non potevamo sapere a luglio il valore dell’avversario. Non voglio nascondermi: forse qualcosa nella preparazione è stato anche sbagliato.”

    Direi semplicemente che qualsiasi cosa abbiano in concreto fatto, la hanno fatta MALE

    e che ne sono consapevoli

    per me possono anche risolverla internamente fra loro, senza che sia dato in pasto al pubblico un colpevole specifico, BASTA CHE LA RISOLVANO – E IN FRETTA

    Ammesso che realmente SAPPIANO cosa è andato storto.. boh

  31. Se è chiaro com’era chiaro che il monsone Erik avrebbe cacciato Mazzarri, sto abbastanza rara tranquillo….

    @Fabio, che abbiano sbagliato qualcosa è evidente, il fatto è che quelli più in difficoltà fisicamente “la preparazione per la tournée” non l’hanno proprio fatta, e sono tutti titolari.
    È più probabile che si sia sbagliata la gestione fino al preliminare di EL.

  32. Rumenigge Shingo Tamai

    Linus: quotavi una cosa che ho scritto io ma sotto il nome Narya

    In realtà i quote sono sempre parziali, quindi è difficile capire a chi ci si riferisca. Narya aveva quotato te e quindi quando io ho quotato lei, è comparso solo il tuo commento… insomma un qui pro quote…

  33. Rumenigge Shingo Tamai

    Narya: Ah ah ah onoratissima.
    Mi sono accorta del bad quote mi riferivo ai CCCP naturalmente. Poi Giovanni Lindo l’ha fatta fuori dal vaso ma nulla cambia di quello che sono stati. Anzi vah salvo anche una parte dei CSI poi…

    Mi pare che sia stato Zamboni a dire che la svolta di Ferretti non l’abbia stupito, perché è perfettamente in linea con il suo stalinismo di fondo.
    Pensa che a me diede abbastanza fastidio (molto tempo prima del suo passaggio fra i baciapile) una sua intervista radiofonica ai tempi dell’uscita di Linea Gotica, in cui sostenne che quello (la linea gotica) era il confine tra chi era stato liberato e chi si era liberato da solo. Una bella minchiata alla mazzarri, insomma…
    I CSI li ho amati quasi come i CCCP, anche perché sono stati capaci di traghettare la nostra attitudine punk wave verso i “tempi moderni”, con grande classe ed integrità morale.
    … tutto questo, pur di non parlare sempre e soltanto di quell’inetto in panca…

  34. Alestacco: @Fabio, che abbiano sbagliato qualcosa è evidente, il fatto è che quelli più in difficoltà fisicamente “la preparazione per la tournée” non l’hanno proprio fatta, e sono tutti titolari.
    È più probabile che si sia sbagliata la gestione fino al preliminare di EL.

    Ti dirò, probabilmente hai ragione… ma per me il punto è che per una volta tanto non mi va di stare a fare indagini dall’esterno su cosa abbiano mai combinato stavolta

    Penso che per una volta se dedico il tempo a cose più piacevoli sia preferibile, che poi mi sembra un po’ anche un nostro DIRITTO di tifosi (spesso paganti, eh) che la squadra alla 5/6 giornata sia ancora nel pieno delle forze fisiche, e non come adesso che sembrano alla fine di una stagione massacrante…

    eh mica dico DIRITTO a vincere lo scudetto, o a che arrivino in Champions o vincano l’EL… ma almeno DIRITTO a vederli correr invece di camminare, questo SI… scusate tanto, a questo punto del campionato, mi sembra normale pretenderlo

    quindi, CHE RISOLVANO, e alla svelta

  35. Gargano non sarà della partita… Meno male, ero in pensiero…

  36. David Hemmings

    Rumenigge Shingo Tamai:
    Definire menagramo Giovanni Lindo Ferretti…
    ma come cazzo si fa a tifare INTER e a non conoscere i CCCP?

    è una questione di forma e sostanza

  37. Rumenigge Shingo Tamai: Mi pare che sia stato Zamboni a dire che la svolta di Ferretti non l’abbia stupito, perché è perfettamente in linea con il suo stalinismo di fondo.
    Pensa che a me diede abbastanza fastidio (molto tempo prima del suo passaggio fra i baciapile) una sua intervista radiofonica ai tempi dell’uscita di Linea Gotica, in cui sostenne che quello (la linea gotica) era il confine tra chi era stato liberato e chi si era liberato da solo. Una bella minchiata alla mazzarri, insomma…
    I CSI li ho amati quasi come i CCCP, anche perché sono stati capaci di traghettare la nostra attitudine punk wave verso i “tempi moderni”, con grande classe ed integrità morale.
    … tutto questo, pur di non parlare sempre e soltanto di quell’inetto in panca…

    Canali la pensa allo stesso modo.
    Non è soltanto l’essere diventato un baciapile sono alcune uscite pure sulle donne e condizione femminile in generale…
    Ma certo non cancella tutto quello che ha fatto prima. Si avevo sentito anche le dichiarazioni quando uscì Linea Gotica tra l’altro per me il più bello (e Cupe Vampe sempre da brividi…). o almeno a me è piaciuto molto più di Tabula Rasa o Ko.
    Se poi iniziamo a parlare dei CCCP ci potrei stare ore…:D

  38. Rumenigge Shingo Tamai

    @Narya. Se pensi che i CCCP non avevano un batterista dovresti concludere che non avrebbero mai potuto essere un gruppo punk serio. E però sono diventati i CCCP: storia della musica italiana.
    Gli allenatori come mazzarri pensano che la musica la possano fare solo i Toto.
    All’INTER amiamo i CCCP, i Velvet Underground, i Joy Division.

  39. ZeMario:
    Gargano non sarà della partita… Meno male, ero in pensiero…

    Pensa che culo i borbonici giocherà Inler che è nettamente meglio!

  40. ZeMario: Gargano non sarà della partita…

    Non ce ne va bene una!

  41. nuovo post