Inter-Cagliari: infografica

Quinta giornata: le porte di San Siro si aprono a Zdenek Zeman, un maestro di calcio e di sportività. Arriva a Milano con il suo Cagliari e invischiato in uno degli inizi di campionato più difficili della sua carriera, dopo un pareggio alla prima giornata con il Sassuolo e poi tre sconfitte contro Atalanta, Roma e Torino. E si trova davanti un’Inter rivitalizzata dalla convincente vittoria di mercoledì contro l’Atalanta, ma un’Inter che contro le “ultime della classe” dimostra spesso di andare un po’ troppo in affanno. Mazzarri contro Zeman, Inter contro Cagliari: ci vediamo a San Siro!Inter-Cagliari

About MILO

Un giorno mi è stato chiesto: "cosa fai per vivere?", non ho saputo rispondere. Tra Rum e Whiskey scelgo il secondo, preferibilmente Irish. Convinto che un giorno queste frasi diventeranno citazioni. Interista designer.

198 commenti

  1. .. insomma dopo 16 mesi: perchè non abbiamo uno schema decente? domanda per i sostenitori della rosa scarsa… ah già ma il cagliari…. eh………….

  2. Dev’essere che Vidic non è pronto per reggere la pressione di San Siro.

    New Thoreau: In un intervallo di un atalanta inter disse ai suoi giocatori che “uno scudetto, lo avevano, vinto in segreteria, uno perché non c’era nessun altro avversario ed un altro solo all’ultima giornata.

    Sì: nello spogliatoio, per far loro tirare fuori le palle visto che stavano giocando malissimo.

  3. kovacic88:
    .. insomma dopo 16 mesi: perchè non abbiamo uno schema decente? domanda per i sostenitori della rosa scarsa… ah già ma il cagliari…. eh………….

    Eh, ma vuoi mettere la rosa del Cagliari ha quel faro di centrocampo, come si chiama? Crisetig? Ooooops…

  4. kovacic88: .. insomma dopo 16 mesi: perchè non abbiamo uno schema decente? domanda per i sostenitori della rosa scarsa… ah già ma il cagliari…. eh………….

    Qui non è questione di rosa scarsa o meno. La questione è che questa è un ‘inter scarsa a partire dal presidente, passando per l’allenatore per arrivare ai giocatori.
    Purtroppo per noi tifosi, però, è l’inter (nella sua interezza) che ne risulta dopo anni di spese folli e di gestioni scellerate da parte di Moratti/Branca.
    La mediocrità in cui siamo piombati c’ha almeno permesso di non fallire e di non sparire dal panorama calcistico.
    Da questo punto di vista, anche se non ha i soldi di uno sceicco e non acquisterà mai i cristiano Ronaldo o i messi, bisogna comunque ringraziare l’uomo venuto dall’oriente che ci ha salvato il culo.

  5. Però ci sono anche delle cose strane che non tornano.

    Mazzarri ha passato mesi a farsi dare del difensivista pidocchioso. Poi però ci ritroviamo in campo due punte, due esterni alti, Hernanes e Kovacic insieme, con il solo Medel sfiancato. È chiaro che così la squadra non può giocare, basta un avversario un minimo organizzato e un minimo veloce e le prendiamo.

    È grave che un allenatore snaturi se stesso cedendo alle pressioni di stampa e tifosi, senza contare che di suo non riesce a muoversi in un ambito tattico che non gli compete. Questi sono segnali dell’inadeguatezza della sua gestione.

    Poi mi chiedo anche: ma è possibile che noi si sbagli tutto lo sbagliabile? Guardate il primo gol ad esempio. Ok, tutto quello che si può imputare imputiamoglielo, ma con che speranza di cambiamento? Abbiamo l’unico allenatore di serie A incapace di dare un minimo, ma proprio un minimo, di gioco alla squadra? Abbiamo 11 giocatori di serie A che hanno bisogno del motivatore per fare un tiro in porta e per non farsi umiliare dal Cagliari? Siamo l’unica squadra di serie A incapace di costruire un’azione? I nostri sono gli unici giocatori di serie A che sbagliano i passaggi a 3 metri, che arrivano sempre secondi sul pallone, che perdono tutti i contrasti e che prendono 3 gol da Ekdal?

    Non so. Eppure quest’anno non c’è una vecchia guardia su cui sfogarsi e nemmeno il capro espiatorio di turno.
    Squadra più giovane, mercato funzionale, qualche buon elemento, giovani di valore, gente di esperienza affidabile. Eppure sembra tutto un cesso e nessuno che si assuma le proprie responsabilità, da quello in panchina che vaneggia di turnover a quelli in campo alla Nagatomo (giocatore da lega Pro) o simili che fanno i fenomeni con lo Stjarnan e poi sono a testa bassa davanti a Cippitelli.

    Veramente, non so. Non ho capito quale allenatore sia libero sul mercato, ma essendo il settimo o l’ottavo dopo Mourinho la cosa mi interessa poco. Ho l’impressione che sia proprio l’ambiente Inter ad essere malato e quindi contagioso: se ogni cosa (giocatori e allenatore) che viene in contatto con l’Inter peggiora sensibilmente, allora bisogna farsi qualche domanda perché a sto punto non è più casualità. E se Thohir ha deciso di venire da Jakarta per vedere sta roba qua per di più pagando, mi sa che ha sbagliato i conti.

    Che intervenga, e subito.

  6. Linus: Sì: nello spogliatoio, per far loro tirare fuori le palle visto che stavano giocando malissimo

    Nello stesso intervento ho anche detto che purtroppo per lui, mazzarri certe infelici uscite le fa pubblicamente.

  7. New Thoreau: Purtroppo per lui, mazzarri non è molto furbo quando incolpa i suoi giocatori pubblicamente, ma mourinho da questo punto di vista non era uno stinco di santo. In un intervallo di un atalanta inter disse ai suoi giocatori che “uno scudetto, lo avevano, vinto in segreteria, uno perché non c’era nessun altro avversario ed un altro solo all’ultima giornata.

    Quella frase uscì dallo spogliatoio…e *stranamente* ci furono cessioni tra il 2009 e il 2010 prima della leggenda…dai su non si può paragonare uno come JM a costui…

    qarabag grande squadra come il cagliari…manco sapeva di quale nazionalità fosse…cagliari grande squadra…è rimasto fermo al 69/70?
    Ma ho sentito il post partita. Non sta messo benissimo e non va bene soprattutto per i prossimi impegni…

  8. Narya: Quella frase uscì dallo spogliatoio…e *stranamente* ci furono cessioni tra il 2009 e il 2010 prima della leggenda…dai su non si può paragonare uno come JM a costui…
    qarabag grande squadra come il cagliari…manco sapeva di quale nazionalità fosse…cagliari grande squadra…è rimasto fermo al 69/70?
    Ma ho sentito il post partita. Non sta messo benissimo e non va bene soprattutto per i prossimi impegni…

    Comunque qui mi pare si dia troppa importanza agli allenatori.
    Saranno 5 gli allenatori nella storia del calcio che veramente hanno inciso sulle sorti di una squadra.
    Un vecchio adagio del mondo pallonaro dice: su dieci allenatori 1 migliora la propria squadra, 1 non ne altera i valori, gli altri 8 la peggiorano…
    Sono d’accordo. Più campioni in campo e meno soloni in panchina e vedrete che il titulo si avvicina…

  9. Thoir non ha reciso completamente il cordone ombelicale con la vecchia inter… fassone, ausilio e mazzarri dovevano andarsene assieme ai moratti, ai branca, ai figo, ai cordoba, ecc.

  10. Rumenigge Shingo Tamai

    @Pier.
    Si diceva qualche giorno fa del coltello fra i denti e di come questa squadra non abbia mai avuto carattere con mazzarri.
    Noi – quando va bene – si scende in campo sempre compassati, come se si dovesse fare un’amichevole. Se l’avversario sbaglia partita, c’è gente che te la fa pagare (Kovacic, Osvaldo, Palacio, Icardi, Hernanes è gente che sa come si gioca a pallone). Se l’avversario resta concentrato ed ha un minimo di fortuna, noi siamo del tutto incapaci di cambiare passo.
    Quando va male, invece, scendiamo in campo con una paura che io onestamente non avevo mai visto all’INTER prima che arrivasse questo qui.
    Persino il pivello Stramaccioni è riuscito a tirare fuori l’orgoglio da una squadra strabollita e con mille problemi in più di questa.
    La partita dell’Hello Kitty Stadium dell’anno scorso, invece, io non me la dimentico. E’ difficile riuscire a tenere i toni bassi se solo mi ricordo di quello scempio.
    Mille anni fa ci fu un Manager che convinse i nostri giocatori che erano i migliori al mondo e disse loro: seguitemi e vi farò vincere tutto.
    Oggi abbiamo una capra che ha convinto i nostri giocatori che sono scarsi o al massimo mediocri. Ha detto: voi valete il quinto-sesto posto. Provate a fare quello che vi dico, ché se vi riesce riusciamo a qualificarci per l’Europa League. A Torino non ci proviamo neanche a giocare, speriamo di perdere bene.
    Ha convinto i giocatori ed ha convinto anche molti dei tifosi.

  11. New Thoreau: Comunque qui mi pare si dia troppa importanza agli allenatori.
    Saranno 5 gli allenatori nella storia del calcio che veramente hanno inciso sulle sorti di una squadra.
    Un vecchio adagio del mondo pallonaro dice: su dieci allenatori 1 migliora la propria squadra, 1 non ne altera i valori, gli altri 8 la peggiorano…
    Sono d’accordo. Più campioni in campo e meno soloni in panchina e vedrete che il titulo si avvicina…

    No non concordo.
    L’allenatore incide nel bene e nel male perchè la squadra è sempre il suo specchio.
    Sempre.
    Anche se nel nostro caso sarebbe meglio anche una sagoma di cartone o un’autogestione.
    Saranno argentini ma vedo che gente come Cholo o Pochettino incidono parecchio sull’andamento delle loro squadre pur non avendo fenomeni assoluti.

    Le squadre se le devi ricostruire le ricostruisci con un progetto chiaro.
    Costui è quello che dopo Josè ha avuto tutto quello che ha richiesto (ah certo a parte vucinic )
    In questo campionato stante il pessimo inizio di napoli e viola e un inizio soft si poteva tranquillamente essere a ridosso di gobbi e roma.
    Siamo dietro la samp e udine (che ha già incontrato gobbi napoli e lazio) quindi…veramente velo pietoso lui il suo calcio del paleozoico e le sue idiozie farfugliate nel postpartita

  12. Mazzarri capra e stop. Capra come capre si sono dimostrati tutti gli altri post Mou, salvo poi ritornare esseri umani pensanti e allenanti (si può dire?) lontano dall’Inter. Casualità? Non lo dice nessuno.

    Vidic arriva dallo United e sembra il primo Ranocchia; per fortuna che complessivamente rimedia con la sua classe, ma dagli errori che ha già fatto fino adesso si capisce che la testa sta già partendo per la tangente.
    Hernanes sembra uno fatto di LSD.
    Guarin in due anni lo abbiamo visto solo per i satelliti abbattuti.
    Kovacic è al secondo anno di Inter e fa il fenomeno con lo Stjarnan, salto di qualità quando serve ancora non si vede, ma almeno c’è speranza e qualità tecnica, a patto che si manifestino con continuità e non una partita sì e tre no.
    Icardi ok, sembra bene, a patto che giochi con qualcuno accanto altrimenti è come se non ci fosse perché non è una prima punta alla Milito.
    Juan Jesus fa sempre gli stessi errori di posizionamento ai quali non sempre compensa con la velocità e il fisico.
    Nagatomo, Jonathan, D’Ambrosio sono un pianto.
    Abbiamo preso Dodò per fargli fare l’esterno a 5 e qui si parla di giocare a 4 con Garcia che ride e si tiene Maicon.
    Abbiamo fatto capitano Ranocchia, il giocatore meno dotato di carattere, grinta e palle che storia dell’Inter ricordi. Da Zanetti a Ranocchia: un insulto.
    A centrocampo avevamo gente come Stankovic e Cambiasso: andiamo a prendere M’Vila salvo poi accorgerci che è un mezzo fabbro alter ego di Medel che per fortuna almeno corre.
    Palacio e Icardi li metto alla voce certezze nella speranza che non rincoglioniscano.
    Abbiamo poi una panchina da livello Chievo.

    In pratica, ogni allenatore che arriva all’Inter diventa un minus habens, ogni giocatore che arriva all’Inter diventa incapace di fare la cosa più semplice e necessita del mental coach anche solo per fare un tiro in porta a Cragno del Cagliari. Magie della pazza Inter, cose che succedono solo all’Inter.

    Spero che con l’ennesimo nuovo allenatore le cose tornino alla normalità, però è strano che certe cose succedano solo all’Inter.

  13. Rumenigge Shingo Tamai

    E non parliamo del gioco.
    Perché, al netto delle invenzioni estemporanee, nessuno sa cosa fare della palla…

  14. ZeMario: al 3o posto con Mesbah, Silvestre e Palombo dimostrando di aver creato un gruppo e una squadra. Vuoi vedere che Silvestre è meglio di Vidic?

    è appunto quello che sto dicendo: possibile che la “rosa mediocre” sia addirittura inferiore tecnicamente a quella di cagliari, torino e palermo ???

    e se così non fosse (credo nessuno possa essere così patetico da avvalorare un’ipotesi del genere OGGI), avendo cioè una rosa QUALITATIVAMENTE migliore di quella avversaria, non sta forse al tecnico riuscire ad amalgamare i giocatori al meglio per farli rendere ???
    possibile che sia sempre e comunque colpa dei giocatori, soprattutto adesso che non ci sono più cambiasso, alvarez, sanetti, gargano e silvestre a cui addossare tutte responsabilità ???

    ebbasta con ‘ste manfrine, cacchio …

  15. Rumenigge Shingo Tamai

    @Pier.
    Eh si: mazzarri capra e stop, porca miseria.
    Ma noi possiamo seriamente ritenere che noi siamo al livello di Cagliari, Palermo e Torino?
    Ma davvero noi possiamo pensare che Vidic ed Hernanes siano rincoglioniti? Ma se Jesus non migliora di una virgola dal punto di vista tattico, è colpa sua o di quella capra che dovrebbe allenarlo ogni giorno?
    Ma se Kovacic (che è un cracK) non sa cosa fare del pallone, è colpa sua o di quella capra che dovrebbe creargli dieci opzioni di passaggio intorno?
    Ma se le azioni devono ripartire dalla difesa con un lancio lungo che va agli avversari, la colpa è dei difensori che non sanno impostare, o di quella capra che dovrebbe organizzare il gioco?
    Ma se sul 4-1 in casa, con una partita intera da giocare, l’allenatore se ne sta in panchina a pettinarsi il ciuffo ed a parlottare con lo stipendiato a sbafo che lo assiste, non lo devo chiamare capra?

  16. Io voglio la GARANZIA che con un nuovo allenatore non si vedano più certe cose.

    Al settimo allenatore dopo Mourinho la pretendo, altrimenti qui il problema è un altro.

    Siamo a quota seiallenatori e abbiamo giocatori nuovi: o è una questione ambientale oppure abbiamo gente inadeguata a tutti i livelli: poltrone, panchina e campo.

    Vadano a prendere un allenatore che garantisca ai tifosi di vedere almeno un’Inter con un senso.

  17. Scherzi a parte, qualcuno sa se abbiamo ancora lo scontrino di quando abbiamo comprato Hernanes?

  18. Comunque a me personalmente preoccupa mazzarri tanto quanto una società che riconferma mazzarri dopo aver praticamente fatto gli stessi punti di stramaccioni.
    A me preoccupa mazzarri tanto quanto una società che parla di rinnovare a nagatomo e Jonathan (per rimanere ai due esempi più eclatanti).
    Sarei molto felice se cambiando allenatore l’inter sbocciasse, ma negli ultimi quattro anni su quella panchina ho visto un andirivieni tale che inizio ad avere seri dubbi che tutto dipenda dagli allenatori. E d’altronde con i chiari di luna che accompagnano il nostro bilancio, allenatori tipo mourinho o simili non ce li potremo permettere più per anni.

  19. Pier_B&B: Io voglio la GARANZIA che con un nuovo allenatore non si vedano più certe cose.

    Al settimo allenatore dopo Mourinho la pretendo, altrimenti qui il problema è un altro.

    Siamo a quota seiallenatori e abbiamo giocatori nuovi: o è una questione ambientale oppure abbiamo gente inadeguata a tutti i livelli: poltrone, panchina e campo.

    Vadano a prendere un allenatore che garantisca ai tifosi di vedere almeno un’Inter con un senso.

    Abbraccio in buona parte il tuo pensiero.
    Onestamente sono abbastanza convinto che il problema sia cronico e non circoscrivibile all’area dello staff tecnico. Siete convinti, vi chiedo, che con un nuovo allenatore la faccenda cambi? Io personalmente no. Penso che per quanto possa essere bravo, tempo un paio di mesi e anche lui si ritroverebbe a nuotare nella melma e a confrontarsi con le stesse critiche. Sono abbastanza pessimista.

  20. New Thoreau: Sarei molto felice se cambiando allenatore l’inter sbocciasse, ma negli ultimi quattro anni su quella panchina ho visto un andirivieni tale che inizio ad avere seri dubbi che tutto dipenda dagli allenatori. E d’altronde con i chiari di luna che accompagnano il nostro bilancio, allenatori tipo mourinho o simili non ce li potremo permettere più per anni.

    Visto? Abbiamo pensato/scritto più o meno la stessa cosa. E’ una sensazione inquietante la nostra: che le cose anche cambiando qualcosa rimangano le stesse degli ultimi anni…

  21. Rumenigge Shingo Tamai: Ma se Jesus non migliora di una virgola dal punto di vista tattico, è colpa sua o di quella capra che dovrebbe allenarlo ogni giorno

    Comunque Jesus è il terzo allenatore che ha all’inter (ranieri, strama, mazzarri)… A me inizia a venire il dubbio che il problema sia lui oltre ai tre geni che lo hanno allenato.

  22. Nel campionato italiano bastano un higuain o un cuadrado (+ un pizzico di pepito rossi) per fare la differenza… Noi non abbiamo ne l’uno ne l’altro per questo siamo arrivati quinti e quest’anno replicheremo.
    Noi non abbiamo giocatori che spaccano le partite. Icardi e Kovacic sono ancora troppo acerbi. Quando la squadra va in difficoltà loro si perdono insieme agli altri.
    A me continua venirmi in mente il palla ad ibra con il quale allegri ha vinto uno scudetto.
    Io la ricostruzione dell’inter la ricomincerei da un campione più che da un allenatore (possibilmente non mazzarri, ma non pretendo nemmeno mourinho)

  23. New Thoreau: Comunque a me personalmente preoccupa mazzarri tanto quanto una società che riconferma mazzarri dopo aver praticamente fatto gli stessi punti di stramaccioni.

    ma andate tutti a cagare, và !!!

    quando noi ANTIMAZZARIANI (perchè è così che ci bollate, no ??? approposito di patenti …) ci stracciavamo le vesti per la vergona del rinnovo (non del fatto che non venisse esonerato, badate bene, ma del PROLUNGAMENTO), si sono sollevate proteste immani sul fatto che bisognava dargli fiducia era un allenatore ESPERTO, che AVEVA RACCOLTO DATI, che era stato PENALIZZATO DAL PASSAGGIO DI PROPRIETA’di cui ERA ASSOLUTAMENTE ALL’OSCURO, che i giocatori SE LI ERA TROVATI e cazzi e mazzi vari ed eventuali …

    adesso invece tutti a incolpare quel “cinese” di thohir perchè è un deficente a non aver esonerato il buttero NONOSTANTE per tutti fosse lampante che era stato tenuto solo per questioni economiche …

    andate a farvi fottere …

  24. New Thoreau: Comunque Jesus è il terzo allenatore che ha all’inter (ranieri, strama, mazzarri)… A me inizia a venire il dubbio che il problema sia lui oltre ai tre geni che lo hanno allenato.

    Teoria interessante, la statistica nel calcio non dovrebbe essere sottovalutata.. (non scherzo!)

  25. iosonointerista: andate a farvi fottere …

    Eddai, non te la prendere a male. Pensa che Cambiasso con il Leicester ha fatto gol allo United qualche giorno fa e ti tornerà il buon umore. 😀

  26. iosonointerista: ma andate tutti a cagare, và !!!

    Forse dovresti passare al decaffeinato…

  27. Il_Casa: ha fatto gol

    vale quanto la vittoria di rossi in motogp …

    il famoso pallone che rimbalza bene quando sbatte sul lampione …

  28. New Thoreau: Forse dovresti passare al decaffeinato…

    e qualcun altro a passare da uno bravo … ché le personalità multiple o la perdita della memoria a breve-medio termine non sono sintomi da trascurare …

  29. Gli allenatori precedenti avevano una società che li subordinava ai calciatori, che non li accontentava sul mercato anzi svendeva i punti cardine della squadra, che non li proteggeva, che li sfiducialva e che in generale non aveva un progetto tecnico, economico o gestionale che andasse oltre le 4 partite, il tutto con la stampa che li prendeva a pesci in faccia e uno spogliatoio allucinante (vedi le crisi isteriche di Stankovic e le lacrime (!) di Cambiasso quando venivano sostituiti da Ranieri).

    Questo ha i giornali dalla sua, una società completamente diversa che non lo mette in discussione a mezzo stampa dal marciapiede ogni volta che non vince, che tutto sommato cerca di prendere la gente che gli serve, che non gli ha ceduto i pochi giocatori decenti che rimangono e che sembra avere un’idea di medio periodo. E i risultati sono questo vuoto pneumatico tattico e caratteriale.

    Poi può darsi che cambierà poco anche se dovesse andare via, ma sinceramente prima me la prendevo con una presidenza alla giornata e con una conseguente rosa assemblata a casaccio molto più che col tecnico. Oggi la presidenza alla giornata non c’è più, la rosa non sarà il massimo ma ha un senso, Mazzarri ha un terzo degli alibi dei suoi predecessori, eppure gli viene lasciato passare il doppio mentre brancola nel buio e si accartoccia.

    Non lo so. Certo, se il problema è ancora sistemico, siamo messi molto, molto, molto male.

  30. iosonointerista: e qualcun altro a passare da uno bravo … ché le personalità multiple o la perdita della memoria a breve-medio termine non sono sintomi da trascurare …

    Tu, forse, dovresti fare nomi e cognomi e motivare i tuoi eccessi d’ira e non sparare nel mucchio…
    Non so di chi e con chi stai parlando.
    E comunque esiste anche una parolina magica che si chiama “educazione” che forse ti è sfuggita, ma nel dizionario della lingua italiana esiste da tempo immemore.

  31. Rumenigge Shingo Tamai

    New Thoreau: Comunque Jesus è il terzo allenatore che ha all’inter (ranieri, strama, mazzarri)… A me inizia a venire il dubbio che il problema sia lui oltre ai tre geni che lo hanno allenato.

    Non ci limitiamo alla statistica (tre allenatori, sempre cesso), ma valutiamo i dati.
    Ranieri l’ha visto si e no passare.
    Stramaccioni l’ha avuto a 21 anni.
    Mazzarri ce l’ha tra le mani da venti mesi nel periodo in cui dovrebbe maturare: nessun miglioramento rispetto all’era Stramaccioni.

    Stesso discorso per quanto riguarda gli allenatori.
    Andrebbero valutate le stagioni una per una, perché la statistica non vale.
    Benitez aveva la squadra per vincere il sesto scudetto consecutivo: se non l’ha vinto e la squadra lo ha mollato è solo colpa sua.
    Leonardo non è un allenatore di calcio.
    Gasperini non è un allenatore da INTER ed ha avuto una delle peggiori campagne acquisti della storia recente.
    Ranieri non è un allenatore da INTER ed ha dovuto gestire la rosa di cui sopra, demotivata dalla gasperinite.
    Stramaccioni era un pivello, che ha gestito benino la rosa di cui sopra per i primi mesi. Ha poi gestito benissimo la prima parte della seconda stagione con una squadra senza capo né coda, con campioni assoluti al tramonto. E’ crollato miseramente di fronte ai problemi (auto ed eteroindotti) della seconda parte della stagione.
    Mazzarri sta maleducatamente galleggiando da 15 mesi, godendo di una fiducia ingiustificata ed ingiusta (Fassone è un problema serio, caro Erick). Quest’anno con una squadra razionale, con limiti evidenti sui terzini. Su cosa continua a basarsi il gioco di mazzarri? Sui terzini.

  32. Rumenigge Shingo Tamai: Ranieri non è un allenatore da INTER ed ha dovuto gestire la rosa di cui sopra, demotivata dalla gasperinite.

    Permettimi di dire che se esistono allenatori che non sono da inter, allo stesso modo esistono anche giocatori che non lo sono e Jesus mi pare uno di questi (poi mi posso pure sbagliare).

  33. l’allenatore non sarà tutto,ma permetti che se prendi 3.8 mln un po’ devi incidere altrimenti meglio l’autogestione?

  34. Rumenigge Shingo Tamai

    New Thoreau: Permettimi di dire che se esistono allenatori che non sono da inter, allo stesso modo esistono anche giocatori che non lo sono e Jesus mi pare uno di questi (poi mi posso pure sbagliare).

    Beh qui siamo tutti espertoni di calcio. Ma io che sono più espertone di te, ti dico che secondo me Jesus è uno dei migliori difensori viventi in Italia. Rolando era uno dei migliori difensori morenti.

  35. Rumenigge Shingo Tamai: Beh qui siamo tutti espertoni di calcio. Ma io che sono più espertone di te, ti dico che secondo me Jesus è uno dei migliori difensori viventi in Italia. Rolando era uno dei migliori difensori morenti.

    Chi vivrà, vedrà.

  36. kovacic88: l’allenatore non sarà tutto,ma permetti che se prendi 3.8 mln un po’ devi incidere altrimenti meglio l’autogestione?

    Il fatto che mazzarri prenda 3,8 milioni non certifica la sua eccellenza, ma solo l’idiozia di chi glie l’ ha concessi.

  37. Rummenigge, il tuo penultimo o terzultimo post mi ha fatto commuovere.
    e grande Linus sulla sottolineatura che è stato messo in condizioni di lavorare in un contesto sereno, al cui minimo spiffero veniva difeso. Anche con un rinnovo illogico.
    ma niente di nuovo tra le prime partite e oggi. gioca sempre uguale. è quello il punto. e rumennigge lo ha sapientemente riassunto.

  38. Rumenigge Shingo Tamai

    @Kovacic. Devi indicare esattamente quale commento. Altrimenti non vale.
    Scherziamo va’, ché qua tra mazzarri e mazzarristi mascherati ci sarebbe da stamparsi contro un muro…

  39. quello sul “persino strama” etc etc.. e sul condottiero che ci convinse che eravamo i piu’ forti di tutti…
    tragico lo scontro tra le due fazioni,soprattutto perche’ ritengo che non sia la sconfitta di oggi ma gli approcci globali che debbano essere discrimine per una critica al mister.
    non mi è mai interessato giudicare questa o quella partita prese singolarmente..

  40. TheComplainingOne

    Qui il dato che risalta agli occhi è che Strama, con una partita in meno, ha più punti del buttero. E se noi abbiamo giocato contro Torino, Sassuolo, Palermo, Atalanta e Cagliari, il pivello ha giocato contro Empoli, Juventus, Napoli, Lazio. E ha 9 punti. Pensate a quanti punti avrebbe l’Inter di Mazzardelli se avesse trovato un inizio di campionato simile. 3, forse, se l’Empoli avesse concesso un’occasione nitida.
    Paragonando le rose, non dobbiamo nemmeno stare a capire dove l’Udinese è superiore a noi. Da nessuna parte. Forse solo nel vice allenatore.
    Detto questo, le mie promesse due parole su Mihajlovic:
    LO VOGLIO.
    Ecco, ho detto tutto.
    Siamo alla quinta giornata, è presto, ma guardate dov’è con una squadra che l’anno scorso stava andando giù a picco prima che arrivasse lui. L’ha salvata a marzo e quest’anno la può seriamente portare in Europa. Con Okaka attaccante. O K A K A.
    Vedo sempre più in lui un Simeone low cost. Se dobbiamo prenderlo, deve essere nel prossimo giugno, altrimenti sarà già troppo tardi. Tanto è inutile che ci facciamo pipponi sul Cholo, su Mou e su Klopp, se non torniamo almeno sul tetto d’Italia e in semifinale di Champions, questi qui non verranno mai.

  41. In questo modo risolveremo il problema dello stadio,l’anno prossimo per giocare nella serie cadetta
    basterà la gloriosa Arena!

  42. TheComplainingOne:
    Vedo sempre più in lui un Simeone low cost. Se dobbiamo prenderlo, deve essere nel prossimo giugno, altrimenti sarà già troppo tardi. Tanto è inutile che ci facciamo pipponi sul Cholo, su Mou e su Klopp, se non torniamo almeno sul tetto d’Italia e in semifinale di Champions, questi qui non verranno mai.

    Su questo dovrebbero ragionare seriamente, in società.
    Io sono del partito che fosse giusto confermare Mazzarri, visto che non potevi portare a casa nessuno OGGETTIVAMENTE meglio di lui e che non era il caso di partire con l’ennesima scommessa, ma provare a vedere cosa combinava con una rosa costruita come lui la voleva.
    Sarà lo shock della sconfitta di ieri (non tanto per la sconfitta, che può capitare, ma per la tipologia della stessa), ma ora sono abbastanza convinto che, se va bene, potremo ripetere una stagione come quella appena passata e non è quello di cui abbiamo bisogno.
    Se l’andazzo sarà questo, per tutte le parti in causa, spero che a giugno si sappia cosa fare che, per me, significa andare seriamente su Mihajlovic. Ora come ora mi sembra l’unico allenatore interessante prodotto dal nostro campionato.

  43. È da dopo Leonardo che dico che il nuovo Miste dovrebbe avere esperienza internazionale, essere giovane ma noi solo cariatidi o Strama che si è fatto mettere i piedi in testa da tutti. Magari oggi il duo con Stankovic c’ha pure personalità. Sta di fatto che gli abbiamo fatto fare le ossa per l’Udinese, manco fossimo il Montebelluna. Il problema del cholo è che noi lo dovevamo prendere quando èandato a CAtania, così come Sinisa lo dovevamo prendere al posto di questo debosciato perché ora forse è già tardi e magari è in orbita Giuve. Poi ci sono Zenga, Klinsmann, Mandorlini, Lothar, Di Matteo credo che sia ora di farla finita con allenatori buoni per salvarsi (almeno spero) e profondamente vecchi dentro e di cui dell’Inter frega zero.

    TheComplainingOne:
    Qui il dato che risalta agli occhi è che Strama, con una partita in meno, ha più punti del buttero. E se noi abbiamo giocato contro Torino, Sassuolo, Palermo, Atalanta e Cagliari, il pivello ha giocato contro Empoli, Juventus, Napoli, Lazio. E ha 9 punti. Pensate a quanti punti avrebbe l’Inter di Mazzardelli se avesse trovato un inizio di campionato simile. 3, forse, se l’Empoli avesse concesso un’occasione nitida.
    Paragonando le rose, non dobbiamo nemmeno stare a capire dove l’Udinese è superiore a noi. Da nessuna parte. Forse solo nel vice allenatore.
    Detto questo, le mie promesse due parole su Mihajlovic:
    LO VOGLIO.
    Ecco, ho detto tutto.
    Siamo alla quinta giornata, è presto, ma guardate dov’è con una squadra che l’anno scorso stava andando giù a picco prima che arrivasse lui. L’ha salvata a marzo e quest’anno la può seriamente portare in Europa. Con Okaka attaccante. O K A K A.
    Vedo sempre più in lui un Simeone low cost. Se dobbiamo prenderlo, deve essere nel prossimo giugno, altrimenti sarà già troppo tardi. Tanto è inutile che ci facciamo pipponi sul Cholo, su Mou e su Klopp, se non torniamo almeno sul tetto d’Italia e in semifinale di Champions, questi qui non verranno mai.

  44. Ciao a tutti,
    leggo di molti che scrivono parlando di quinto posto o piazzamenti simili. Io invece che resto pessimista penso che l’obbiettivo di questa squadra sia di fare al più presto 41 punti. Onestamente, abbiamo veramente dei gioacatori che possono essere competitivi? I nuovi arrivati Medel, MV’ila c’è qualcuno che pensa sino da Inter (intendo con la I maiuscola) ? Non mi sembra fossero corteggiati dai grandi club europei e questo dovrebbe dire molto e lo stesso vale per Hernanes, coteggiato da nessuno e pagato uno sproposito. Un campione con la c maiuscola è un campione in tutte le squadre, qui vedo delle scamorze. Non sono un ammiratore di Ranocchia, penso che sia un mediocre centrale, mentre Icardi e Kovacic sono decenti ma acerbi. Se aggiungiamo a tutto che quello che dirige la baracca dalla panchina è mediocre pure lui il risultato è evidente.
    Ho i capelli bianchi, ho visto “crossare” Brechet e altri “fenomeni”, ma un bravo allenatore (non un fenomeno) penso debba “annusare” l’aria dopo 15 minuti e capire come è la giornata. Hai visto i tuoi in apnea contro una squadra che fa delle ripartenze (come si dice adesso) un punto di forza? Aspetta e non attaccare a testa bassa altrimenti ti infilzano e si è visto. Dopo la partita avrei voluto sentire quello che disse Pagliuca dopo un disastroso Bari Inter 4-1 del 95/96 “domani dovrebbe essere il ns giorno di riposo ma tutti insieme abbiamo deciso di rirovarci al campo per allenarci ugualmente”. Ecco vorrei vedere questo spirito altrimenti veramente i 41 punti sono il nostro obbiettivo. Aggiungo che sono contrario al cambio allenatore in corsa salvo disastri veramente apocalittici. I cambi 90 su 100 non portano stravolgimenti.
    Domanda a chi vede la partita dal vivo: le scamorze che mettiamo in campo giocano per il mister oppure contro? Guarin passeggia o corre? Io l’ho viso nel derby di ritorno e in quei pochi minuti passeggiava.

  45. ZeMario: Di Matteo

    perfetto Di Matteo, giovane e internazionale, pure vincente e verosimilmente low cost.
    Tra l’altro fermo dal 2012 dunque facilmente ingaggiabile

  46. Lo vedi che a forza di scrivere un punto d’incontro lo troviamo? :)

    Sandrex: perfetto Di Matteo, giovane e internazionale, pure vincente e verosimilmente low cost.
    Tra l’altro fermo dal 2012 dunque facilmente ingaggiabile

  47. Ze Mario

    più che punto d’incontro è sconforto…andare a nominare, tra gli altri, tecnici fermi dal 2012 o 2011 (Lothar) per la nostra Inter vuol dire proprio che siamo a dei livelli inverecondi.
    ma tant’è, mi faccio andar bene tutti

  48. nuovo post