La grigliata

Quando si è finito di arredare una nuova casa, si apre un nuovo locale, un nuovo ufficio, insomma quando si inaugura un luogo che si è destinati ad occupare stabilmente, e tutto è impeccabile, lucido, quasi finto, tanto che ancora si ha l’impressione che mobili, stanze e pareti debbano tra loro in qualche modo “amalgamarsi”; quando si illumina costantemente l’ambiente con luci e faretti, e agli invitati si mostra scrupolosamente ogni stanza, ogni dettaglio, alla ricerca dei loro impressionati complimenti, degli “ohhh”, “mmmh!”, “uhhh”, “llààh”; quando ci si trova in questa situazione, e ancora si deve superare lo shock della novità e iniziare a sentirsi “a casa”, c’è sempre un passaggio da affrontare, quasi un rito di iniziazione da compiere. E’ un particolare gesto che, per sua natura, fa da autentico spartiacque, un gesto che rompe lo stallo spazzando via l’imene limbare che avvolge il nuovo ambiente.

Sto parlando della prima scorreggia.

Tutta l’atmosfera di formalità, di impettite congratulazioni, di pedanti tour dei bagni e di messe in mostra di armadi, tutta quella voglia di fare bella figura si sgretola in mille pezzi quando, per la prima volta, un coraggioso pioniere decide – alzando la gamba per darsi lo slancio, e magari piazzandoci anche il saltello – di battezzare quelle quattro mura con un fragoroso, robusto, grasso peto. E’ il segnale che tutti aspettavano, il “via!” che nessuno aveva il coraggio di pronunciare; è il portatore della fiaccola che, sfiancato dal viaggio, finalmente raggiunge il braciere olimpico, e con tonante impeto accende la sacra fiamma, dando inizio ai giochi.

Ecco, per quanto riguarda il nuovo Bauscia Cafè, quella scorreggia è questo post.

Nel mio personalissimo rilascio di aria fresca su queste candide pagine ancora fresche di pittura, affronterò uno dei compiti più pericolosi e più esposti ai pernacchioni del senno di poi:
la griglia di partenza della serie A.
Ok, in realtà la serie A è già partita, ma c’è stata la safety car della sosta, facciamo conto che tutto debba ancora iniziare.
Conoscendo i rischi del caso, e mettendo in chiaro che voglio i vostri soldi nel caso dovessi azzeccare anche solo l’80% dei pronostici, partiamo.

ZONA RETROCESSIONE
Dato che possiedo un innegabile senso della teatralità, comincerò dal fondo, per poi salire implacabilmente verso le posizioni di vetta in un dantesco ascendere che vi farà tremare tutto il condotto rettale.

Quindi, procediamo: senza giri di parole, Empoli e Cesena danno la netta impressione di rischiare di fare un presto ritorno fra i cadetti, e se devo scegliere le tre squadre che occuperanno il fondo della classifica, due posti non posso che assegnarli a loro.
Per il terzo, la situazione si complica: le due sopracitate, però, non possono retrocedere da sole, quindi nomino come papabili per il 18esimo posto il Palermo, l’immancabile Chievo e l’incognita Cagliari.

Il Palermo, in realtà, sembra aver non troppe qualità in più delle due “condannate”; se a ciò si aggiunge l’ambiente non esattamente stabile e il delitto che rappresenta anche il solo mettere in dubbio il posto da titolare di Belotti a favore di non so cosa, ecco che, forse, mi trovo davanti la candidata più credibile.
Il Chievo, a differenza degli ultimi anni, ha cambiato molti giocatori, inserendo anche qualche innesto di qualità; i vari Birsa, Botta, Izco, Bardi e Biraghi non sembrano però metterlo al riparo dall’ennesima stagione di patimenti. Lo vedo difficilmente fuori dalla zona calda, in bagarre fino all’ultimo.
Il Cagliari è reduce da una rivoluzione totale, sia tecnica che societaria, e non può che rappresentare un’incognita. Tendo, comunque, ad aver fiducia nel lavoro di Zeman con gruppi di questo tipo, con giocatori scelti da lui, sconosciuti, affamati, assetati, denutriti, sciupacchiati, per cui, nonostante non riesca ad escluderlo in toto dalla bagarre, lo “salvo”.
Ora, individuata la zona calda, non resta che scovare la sorpresa; quella squadra, intendo, che all’inizio pare insospettabile, e che però canna completamente la stagione rischiando grosso. Il compito quest’anno è particolarmente arduo, e quindi la sparo.
La sparo e dico Atalanta. La squadra è sempre la stessa, poco o niente è cambiato (anzi, il miglior giocatore – Denis escluso – è partito), il tutto mi sa un po’ di pericoloso stantio. La butto in mezzo al girone infernale.

Ricapitolando (dal basso verso l’alto): Empoli, Cesena, Palermo/Chievo, Cagliari/Atalanta.

ZONA “LIMBO”
Nella zona per così dire “tranquilla” vedo innanzitutto Torino e Parma, che non ritengo capaci di replicare l’ottima stagione precedente, e che considero destinate ad un’annata anonima. Il Toro ha perso due pezzi da novanta e dovrà gestire il doppio impegno almeno fino a Natale, il Parma ha cambiato solo a centrocampo e mi pare, in generale, un po’ imbolsito.
Accanto a queste due metto il Genoa di Gasperini, solita confusa accozzaglia di individualità, del quale non riesco ad immaginare una continuità di rendimento. In realtà, persi i 15 gol di Gilardino, potrebbe anche rischiare qualcosa di più del solito; ma per ora lo inserisco nel girone delle ignave.
Girone in cui trova spazio anche il Verona, che va ad unirsi al club di chi avrà difficoltà a ripetere la passata stagione. Guardando la formazione dell’Hellas, è evidente come nel 2004 avrebbe tranquillamente potuto aspirare ad un posto Champions; nel 2004, però. Li piazzo nel limbo e tanti saluti.
Ultima squadra della zona franca è il Sassuolo di Di Francesco, che quest’anno potrà beneficiare del corposo mercato dello scorso gennaio e di quello discreto di questa estate, oltre che della crescita della squadra a livello tattico e individuale. Potenziale offensivo molto alto, entusiasmo e garra: difficile non pronosticargli una buona stagione (il che significa, essenzialmente, salvezza tranquilla), nella quale togliersi anche qualche soddisfazione.

Ricapitolando: Torino, Parma, Genoa, Verona, Sassuolo.
L’ordine non lo so dire, ma in questa zona conta davvero poco.

ZONA “NUN SUCCEDE MA SE SUCCEDE”
Qui inserisco quelle squadre che considero avviate verso una buona stagione, e che in caso di suicidi altrui potrebbero addirittura aspirare a un posto europeo. In realtà, al netto di eventuali (e probabili) incursioni dalla zona Limbo, vedo comprese in questa categoria solo Sampdoria e Udinese.
La Samp di Sinisa è attrezzata per vincere il campionato delle ignave, che già di per sé significa metà classifica. Di più, difficile; anche se il fatto che Mihaijlovic sia alla guida da quasi un anno ed abbia potuto impostare il lavoro in modo ottimale a partire da luglio può lasciare spazio a qualche speranza. Occhio a Manolo Gabbiadini*.
Di pasta simile, per valore assoluto, è fatta l’Udinese di Strama, il quale fatico a giudicare un emerito coglione. Cosa che, apparentemente, riesce facile a molti fuoriclasse della panchina muniti di tastiere e microfoni, che dall’alto della loro sapienza ed esperienza – come minimo – decennale ai massimi livelli nel calcio giovanile, del tutto equivalente a quella del tecnico dell’Udinese, traggono sentenze dalle loro profonde analisi sulle lacune mostrate dall’Inter 2012/13. Fuoriclasse che, se dovessero essere riassunti in una sola figura, sarebbero compiutamente impersonati da Gene Gnocchi.

ZONA “UN SALTO IN UZBEKISTAN”
Siamo alla “bagarre” Europa League, in cui vedo coinvolte Lazio, Milan, Fiorentina e…Inter.
La Lazio di Pioli, rinnovata e tirata a lucido, e con alcune individualità interessanti, sembra essere quella meno attrezzata; non escludo, quindi, una retrocessione nella zona precedente, appannaggio di una tra Udinese e Samp.
Per quanto riguarda il Milan, tutto il cambiamento passa, chiaramente, da Inzaghi. Mi piace che sia voluto ripartire dalle cose semplici: per ora, pochi concetti ma chiari, e squadra con identità precisa già dopo 50 giorni di lavoro. La giostra non girerà tutto l’anno, le rose e i fiorellini di cui sembra bardata Milanello da un mesetto a questa parte appassiranno, ma mi pare ci siano i presupposti per una buona stagione.
La Fiorentina, accantonato il sogno di vedere Gomez e Rossi finalmente uno accanto all’altro, dovrà accantonare anche le ambizioni di altissima classifica: in generale, mi pare che l’ambiente abbia perso entusiasmo, che il gruppo abbia già dato il meglio e che fosse necessario un rinnovamento più marcato. Il potenziale resta comunque buono: occhio ai due ragazzi davanti, due grandi talenti che, per forza di cose, troveranno spazio (spero soprattutto Bernardeschi, nel caso Montella scelga di giocare con tre davanti).

E ora…veniamo alle note dolenti.

SITUAZIONE INTER
Che la rosa sia migliorata è chiaro a tutti. Che le uniche due posizioni scoperte, il centrale e la punta, non siano tanto gravi da condizionare pesantemente la stagione (al netto di catastrofici infortuni), anche. Per valori assoluti, la squadra è da lotta per il terzo posto. Oltretutto, penso proprio che a gennaio verrà rinforzata ulteriormente.
Quindi?
Quindi mi riesce difficile immaginare una squadra che non gioca a calcio che si classifica per la Champions League.
“Nella mediocrità, vince Capello”, diceva Arrigo Sacchi qualche anno fa. Ecco, parafrasando questa massima, si potrebbe dire “nella mediocrità, va in Champions Mazzarri” (come due anni fa, quando le rivali per il secondo posto erano il tremebondo Milan di Allegri e la bella prima Fiorentina di Montella, che per quanto accattivante, però, più di 70 punti davvero non poteva fare).
Ciò, banalmente, implica che, tolte Roma e Juve, se il Napoli fa il suo dovere (e niente più) non abbiamo chances di occupare il terzo posto. Considerato anche che avremo l’impegno europeo almeno fino a dicembre, mi sento di escludere ogni nostro exploit: in sintesi, se gli altri si suicidano, se Benitez e un Allegri totalmente impazzito fanno 60 punti e si prendono anche qualche brutta infezione, allora possiamo qualificarci per la Champions. Sennò nisba. Potremmo farcela solo se la lotta al terzo posto tornasse a essere il ciapa no di qualche anno fa, quando la spuntava l’Udinese all’ultima giornata.

Ricapitolando la zona lotta-E.League: Lazio, Milan, Fiorentina, Inter. Nell’ordine in cui le ho scritte. E, Lazio a parte, discretamente vicine tra loro.

PODIO
Come già anticipato, vedo Roma, Juve e Napoli nelle prime tre posizioni.
Questo Napoli, in presenza di una rivale credibile, rischierebbe grosso e potrebbe uscire dal gruppo Champions; la rivale in questione, però, manca, e la settantina (o qualcosa in più) di punti che verosimilmente metterà in cascina dovrebbero spedire di nuovo ai preliminari la squadra di Benitez.

Chiudiamo col duello di testa, che risolverò in una prospettiva puramente logica. Riprendendo nuovamente la sopra citata frase di Sacchi, ad applicandola questa volta ad Allegri, mi chiedo:
la Roma è una squadra mediocre?
Risposta: no.
Come conseguenza diretta, sempre basandomi sull’assioma iniziale, ho che la Juve non può vincere lo scudetto.
Quindi, vince la Roma.
Ma speriamo, dai.

L’era in cui per vincere il campionato italiano era necessario essere una squadra speciale è finita: oggi bastano una buona organizzazione, una buona rosa e molta fame. Anche quest’anno, si conferma la tendenza che da diverse stagioni vede un appiattimento verso il basso del livello delle prime della classe, e un incremento della competitività di quella che si può chiamare “middle class”. Ciò porta alla mia non confortante convinzione che, considerati i grandi campionati europei, solo in Germania – forse – la migliore squadra del nostro torneo potrebbe arrivare tra le prime tre (e anche lì, col Leverkusen, non sarebbe facile).
Ce ne faremo una ragione.

E ora, via alle pernacchie.

P.s.: sì, dopo quasi cinque anni, titoli a non finire e imperitura gloria, ho cambiato il nick. O meglio, me lo sono ridotto.
Spending review Bauscia Cafè

About Grappa

Il mio sogno è vedere Klopp a San Siro con una tutaccia nerazzurra che si fa espellere ad ogni partita per aver staccato la testa al quarto uomo. Passo il mio tempo a ciarlare di santoni calcistici o presunti tali, ma in realtà mi ispiro a Fassone. Inoltre faccio una carbonara che te dico fermate.

51 commenti

  1. Vinceremo, Vinceremo il tricolor …. “ottimismo, cazo, ottimismo!” (cit.)

  2. basandomi sul diktat di Boris I “ottimismo, cazo, ottimismo” il mio sogno sarebbe vedere una tripletta di kovacic a partita e la trasfigurazione di d’ambrosio in un brasiliano rasato e decisamente pazzo che sgroppava con la maglia 13 sulle spalle

  3. Secondo me le condizioni per far bene (3posto) ci sono. Il miste ha un anno di esperienza (e di contratto) in più sulle spalle, squadra nel complesso migliorata, società solida e chiara, media età squadra più giovane, nessuno a scadenza, il Napoli in caos per l’eliminazione dalla CL e un ambiente tutt’altro che tranquillo, Kovacic e Icardi titolari dall’inizio 😀 Insomma le scuse sono terminate è ora che si inizi a pedalare e anche velocemente. Manca solo di vedere la difesa a 4 promessa il 15 maggio per avere il rinnovo del contratto e siamo a posto. A gennaio arriverà anche la 4 punta perciò ci si aspetta tanto anche da lui WM, che potrà finalmente lavorare nelle condizioni migliori. O sto sognando? :)

  4. …. scherzi a parte, è bene distinguere fra “ottimismo” e “sogno” … di sicuro non si comprende la semi disperazione per il mancato arrivo del sesto (quarto?) difensore o della quarta punta : avrebbero fatto comodo? si, naturalmente, però sappiamo bene che, in considerazione del budget disponibile, non sarebbero arrivati due possibili TITOLARI … e allora, perché auto flagellarci?
    P.S. …. oh. qui NON funziona un cazo! :) … il refresh non va, la revision ogni volta che si commenta, post spariti… se avete bisogno di una mano ditelo, eh (tanto non sarà la mia!) …

    Tommy_Wes:
    basandomi sul diktat di Boris I “ottimismo, cazo, ottimismo” il mio sogno sarebbe vedere una tripletta di kovacic a partita e la trasfigurazione di d’ambrosio in un brasiliano rasato e decisamente pazzo che sgroppava con la maglia 13 sulle spalle

  5. e’ l’anno della roma
    il che a noi porta sempre bene.

    ma rimane per noi un altro anno zero tituli. Si vince col dopo mazzarri
    ci sentiamo l’anno prossimo

  6. “Cosa che, apparentemente, riesce facile a molti fuoriclasse della panchina muniti di tastiere e microfoni, che dall’alto della loro sapienza ed esperienza – come minimo – decennale ai massimi livelli nel calcio giovanile, del tutto equivalente a quella del tecnico dell’Udinese, traggono sentenze dalle loro profonde analisi sulle lacune mostrate dall’Inter 2012/13. Fuoriclasse che, se dovessero essere riassunti in una sola figura, sarebbero compiutamente impersonati da Gene Gnocchi.”

    Mi alzo in piedi e silenziosamente (essendo in ufficio) applaudo.

    E cmq potremmo puntare al 3°, arriveremo 5i (forse).

  7. dall’allenatore più pagato si aspetta un plus

    l’acquisto più caro è stato medel, quindi totale sintonia tecnica-dirigenziale

    speriamo che siano laureati quelli che sono arrivati, l’anno scorso nessuno capiva i codici

    Sgrigna

    ce lo dici lunedi il pronostico di classifica? :)

  8. Anche quest’anno non si può far altro che simpatizzare (tifare mai) per la Roma, non fosse altro perché è un esempio di società ben gestita, che in un campionato serio avrebbe avuto maggiori probabilità di vincere già lo scorso anno.
    Un bell’esempio che spero riusciremo a seguire. Per quest’anno è andata bene, se parliamo di mercato. Il lavoro fatto da Ausilio è da 7-8 in termini assoluti, ma da 10 con lode se lo paragoniamo alle passate stagioni e contiamo le scarse risorse a disposizione.
    Il problema per me resta Mazzarri. All’alba del secondo anno non si vede ancora l’ombra di un’idea offensiva

  9. Fonz77: Il lavoro fatto da Ausilio è da 7-8 in termini assoluti, ma da 10 con lode se lo paragoniamo alle passate stagioni e contiamo le scarse risorse a disposizione.
    Il problema per me resta Mazzarri. All’alba del secondo anno non si vede ancora l’ombra di un’idea offensiva

    allora la campagna acquisti è da 6 stiracchiato

  10. Mancano i pronostici Europa League e Coppa Italia 😀
    Non potendo sperare nello scudetto, ma al massimo nel 3° posto, io mi accontenterei di 3° posto e Coppa Italia, o di arrivare in semifinale delle due coppe… Non si salta di gioia, ma neanche ci si suicida, visti i presupposti.

  11. Jerry non capisco cosa intendi. Sarebbe da 6 perché abbiamo ancora Mazzarri?

  12. non ha venduto nessuno, per fare liquidità e affondare il colpo per giocartela per la champions

    quelli arrivati cementano un 4/5 posto con speranza di inserirsi se il napoli sbraca

    quindi con mazzarri squadra da 4/5 posto finisci 4/5

  13. TheComplainingOne

    Ok, quest’anno Mazzarri non può lamentarsi della rosa, non deve.
    Se un Kovacic o un Icardi “se lo fosse ritrovato”, l’avrebbe fatto andar via a luglio. Se gli serviva un centrale in più, avrebbe dovuto dirlo due mesi fa. Se gli serviva un centrocampista alla Cambiasso, idem. E così via per qualsiasi cosa. Ha una squadra completa dal primo giorno di allenamenti, fatta eccezione per Osvaldo. Per la prima volta dal 2009 abbiamo creato una squadra senza correre come matti all’ultimo giorno per prendere insensati giocatori “per L’Europa” che in Europa non sono tesserabili (leggi Forlan).
    Mazzarri ha questo gruppo dal giorno in cui è iniziata la preparazione. Il suo dovere è farlo rendere al meglio, poche scuse. Siamo da quarto posto, deve arrivare almeno al quarto posto. Con almeno 65 punti, con un po’ di culo anche 70.
    Credo che ognuno sappia cosa fare con la propria squadra. Un tifoso, ma anche un dirigente. Soprattutto un dirigente, fissa l’obiettivo stagionale. L’allenatore è tenuto a rispettarlo, altrimenti via. Puoi solo fare quanto detto o meglio, caro Walter, altrimenti puoi tornare ad allenare la Reggina.
    Erick è tenuto a seguire il signor Sinisa Mihaijlovic, che se, in seguito all’analisi lucida del post, tirasse fuori un settimo posto con tanto di exploit a San Siro contro noi o i favolosi cugini con la non eccezionale Sampdoria, potrebbe essere molto desiderato a San Siro.

  14. Alla fine l’unica cessione non riuscita è quella di Guarin, il quale ci ha messo molto del suo perché lo Zenit era pronto a scucire il grano. Certo, manca l’acquisto di un attaccante, ma doveva fare le nozze con i fichi secchi.

  15. Fonz77:
    Alla fine l’unica cessione non riuscita è quella di Guarin, il quale ci ha messo molto del suo perché lo Zenit era pronto a scucire il grano. Certo, manca l’acquisto di un attaccante, ma doveva fare le nozze con i fichi secchi.

    alvarez, kuzmanovic li poteva vendere

    sabatini vendette bredley al toronto per 8mln

    se l’offerta era giusta per me guarin andava, ritrovava l’allenatore con cui ha fatto la miglior stagione e giocava la champions con una buona squadra

  16. Alvarez è ceduto sub condicione, Kuz no e questa è una bella macchia, specie se prendi m’vila e medel, al netto del fatto che non sono così convinto che Mazzarri lo voglia fuori squadra.
    Su Guarin è difficile sapere come siano andate veramente le cose, i giornalisti ci raccontano che “voleva solo la Giuve”, ma poi l’offerta non deve essere mai arrivata

  17. Daje Strama!

    Domani sera facci sognare…facci vedere, ancora una volta, come si vince al Cessum Stadium!

  18. Fonz77: Alvarez è ceduto sub condicione, Kuz no e questa è una bella macchia, specie se prendi m’vila e medel

    alvarez dicono viene riscattato se il sunderland si salva, mi immagino gli haters a fare il tifo il sabato e mi viene da ridere

    medel si parlava sui 12 mln(fonte all. cardiff) ma dovrebbe fare 2 ruoli

    kuzmanovic secondo me poteva essere ceduto, forse l’ingaggio alto ha frenato l’affare, anche perchè nelle rotazioni al netto degli infortuni ci può entrare anche obi

  19. Jerry: alvarez dicono viene riscattato se il sunderland si salva, mi immagino gli haters a fare il tifo il sabato e mi viene da ridere

    Così dicono, anche se Thohir ieri ha dichiarato che Alvarez è ancora nostro e che quella di sunderland è solo una parentesi…

    Cmq, per quanto mi riguarda, il mercato mi soddisfa anche in relazione con quello della scorsa stagione in cui avevamo preso la metà di Belfodil per 10 ml + cassano.

  20. Jerry: alvarez dicono viene riscattato se il sunderland si salva, mi immagino gli haters a fare il tifo il sabato e mi viene da ridere

    se penso che ci darebbero 11 milioncini se si salvano, tifo eccome per loro

  21. bellins: anche se Thohir ieri ha dichiarato che Alvarez è ancora nostro e che quella di sunderland è solo una parentesi…

    tecnicamente se non viene riscattato è nostro

    perciò rido

    bellins: preso la metà di Belfodil per 10 ml + cassano.

    con 74mln di debiti vs fornitori cosa pretendevi?

  22. sostanzialmente d’accordo con la parte alta della classifica e con Inter da quarto posto.

    Il mancato acquisto della quarta punta secondo me è un problema che state sottovalutando, dovremo pregare per Palacio fino a gennaio e manca comunque il giocatore bravo a saltare l’uomo negli spazi stretti visto che anche Rodrigo si esalta quando c’è lo spazio.

    Con un Lavezzi avrei detto che siamo alla pari con il Napoli.

    Per il resto ringrazio Ausilio per aver comprato un laterale sinistro che usa il piede sinistro, ringrazierà anche Icardi

  23. su Mazzarri non litigherò fino a lunedì 😀

  24. grande grappa
    post da salvare e ritirare fuori a maggio come hai detto…
    fare previsioni adesso è molto difficile!

    AMALA……………………..SEMPRE

    ps: aprite la finestra adesso però..

  25. bellins:
    Daje Strama!

    Domani sera facci sognare…facci vedere, ancora una volta, come si vince al Cessum Stadium!

  26. sgrigna:
    sostanzialmente d’accordo con la parte alta della classifica e con Inter da quarto posto.

    Il mancato acquisto della quarta punta secondo me è un problema che state sottovalutando, dovremo pregare per Palacio fino a gennaio e manca comunque il giocatore bravo a saltare l’uomo negli spazi stretti visto che anche Rodrigo si esalta quando c’è lo spazio.

    Con un Lavezzi avrei detto che siamo alla pari con il Napoli.

    Per il resto ringrazio Ausilio per aver comprato un laterale sinistro che usa il piede sinistro, ringrazierà anche Icardi

  27. Mancano 39 punti e non sarà facile

  28. Mi lancio in qualche pronostico orrendamente avventato.
    Vedo personalmente Roma e Juventus nettamente superiori alle altre, con la seconda ancora favorita per il titolo, anche se si invertissero le rose in toto.

    Staccate colloco tre squadre che si giocheranno il terzo posto: Milan, Napoli, Inter. Non conosco l’ordine di arrivo ma:
    – L’Inter delle 3 squadre è la più solida, continua, costante sul lungo periodo.
    – Il Milan non fa le coppe e vedo una squadra che può fare molto bene, avendo ritrovato spirito e idee di fondo.
    – Il Napoli sulla carta è la migliore delle tre. Ha una difesa orrenda, ma ha anche [Mertens – Higuain – Callejon] davanti.

    Azzarderei un Milan in Champion’s League. La Fiorentina arriverà esattamente SESTA. Al settimo posto per me possiamo collocare una sorpresa, oppure più verosimilmente la Lazio.

    Poi colloco un numero di squadre che per me hanno ciò che serve per giocare un buon campionato: Sampdoria, Genoa, Sassuolo, Torino e Udinese. Non saprei collocarle in classifica, ma a parer mio il Torino complessivamente ha qualcosa in più.

    Poi ci sono due squadre che si salveranno in maniera relativamente tranquilla: Parma e CHIEVO. QUest’ultimi hanno costruito una squadra ottima per raggiungere l’obiettivo e togliersi delle soddisfazioni. Il Parma ha una squadraccia, ma non così scrausa da retrocedere.

    L’Empoli per me è già retrocesso, quindi rimangono Verona, Cagliari, Atalanta, Palermo e Cesena a lottare per evitare di finire nei restanti due posti per la B. La classifica finale a parer mio sarà dunque questa:

    1° – Juventus
    2° – Roma
    3° – Milan
    ——————
    4° – Napoli
    5° – Inter
    6° – Fiorentina
    ——————
    7° – Lazio
    8° – Torino
    9° – Udinese
    10° – Sampdoria
    11° – Sassuolo
    12° – Genoa
    ——————-
    13° – Chievo
    14° – Parma
    ——————-
    15° – Verona
    16° – Atalanta
    17° – Cagliari
    ——————-
    18° – Palermo
    19° – Cesena
    20° – Empoli

    Ecco fatto, ora anch’io mi sono esposto con successo allo sbertucciamento a fine campionato. Sembra legittimo. 😉

  29. Coloro che abitano sulle rive del lambro arrivano tra le prime tre ricordatevelo purtroppo..di riffa o di raffa……
    loro devono partecipare alla Champions nell’anno dell’expo!!

  30. non sono così sicuro che il milan abbia ritrovato idee, l’ultimo giorno di mercato cercavano un biabiany e invece hanno preso bonaventura.

    poi hanno perso balotelli e preso torres e non mi sembra un miglioramento. tutto sta sulle spalle del faraone, uno che può davvero fare la differenza in serie A se ritrova la condizione.

    Alla fine secondo me arriveranno comunque dietro

  31. Purtroppo chi decide la classifica finale ha grande voglia di Milan…(quindi Roma Juve e Bilan)
    Per quanto riguarda la nostra bellissima squadra sarà l’ennesimo anno di transizione, durante il quale si dovrà scegliere qp il nuovo allenatore….intesi?

  32. …ma cosa me ne strafotte di avere o meno un nuovo allenatore se una squadra di cacca (ma come fate a vederli più forti del napoli?) come i biretrocessi ci deve arrivare davanti? A questo punto, meglio il curling o il golf, no?

    vertebra:
    Purtroppo chi decide la classifica finale ha grande voglia di Milan…(quindi Roma Juve e Bilan)
    Per quanto riguarda la nostra bellissima squadra sarà l’ennesimo anno di transizione, durante il quale si dovrà scegliere qp il nuovo allenatore….intesi?

  33. L’undici titolare dell’Inter è migliorato, mi sembra molto peggiorata la lista dei rincalzi a partire dalla difesa: Campagnaro, Andreolli, Mbaye e Donkor, bisogna sperare che i tre titolari non prendano il raffredore.
    I laterali sono tutti poca cosa, il migliore è Dodò ed è tutto dire.
    A centrocampo Guarin, Obi, Kuzmanovic e Khrin non valgono un “menisco” dei titolari e in attacco… giocandone uno solo per volta si potrebbe essere anche coperti senza dover necessariamente ricorrere alla “figurina” Bonazzoli, ottimo prospetto, che serve più per certificare il nuovo corso con le giovanili piuttosto che rappresentare una vera alternativa (molto meglio aggregare Puscas alla prima squadra, Bona ha bisogno di giocare e segnare e con le convocazioni in prima squadra non giocherebbe né in primavera né in serie A perdendo una stagione di gol ed esperienza).

    Tutto questo per dire che giuve e roma sembrano irraggiungibili, mentre almeno il napoli ha una rosa più completa (anche se la difesa e il “sudato” come allenatore possono sempre fare regali).
    La fiorentina avrebbe due ottimi attaccanti (ben più forti dei nostri), che nel nostro campionato potrebbero fare la differenza, ma chissà se giocheranno e come giocheranno visto che sono sempre alle prese con infortuni e cattiva forma (a proposito: non è che a firenze le vincono solo le scommesse… rossi sempre spaccato è una scommessa persa in partenza e si sapeva che facilmente sarebbe stata persa).
    Occhio alla lazio, le vere incognite sono pioli e la voglia di candreva, ma se azzeccano il processo di crescita potrebbero fare benissimo.
    Il milan è la solita costruzione mediatica fatta di proclami, acquisti “ad minchiam”, sorrisi, complimenti e risultati mediocri. Se trovano il filotto di regali arbitrali possono arrivare davanti anche al napoli; poche rose hanno un elenco di simulatori/cascatori come i rossoneri e noi sappiamo quanto valgano (vedi quagliarella alla prima).
    Le altre sono tutte una scommessa e non giurerei che il cagliari sia così male come sembra…

    Direi: giuve, roma, napoli, milan, inter, lazio, fiorentina.

  34. Boris I: …ma cosa me ne strafotte di avere o meno un nuovo allenatore se una squadra di cacca (ma come fate a vederli più forti del napoli?) come i biretrocessi ci deve arrivare davanti? A questo punto, meglio il curling o il golf, no?

    Premessa: “Milan Merda”

    Poste le doverose premesse, ora analizziamo un attimo la questione.
    – In primo luogo il Milan non gioca le coppe e a parer mio la posizione in classifica dello scorso anno non rispecchiava neppure allora il loro valore.

    Diego Lopes; Abate, Zapata/Rami, Alex, De Sciglio; De Jong, Montolivo/Muntari, Poli; El Shaarawy, Torres/Pazzini, Menez/Bonaventura.

    La squadra qui sopra con una partita a settimana può arrivare davanti al Napoli. Non ho detto che ci arriverà. Ho detto che può farlo. Aver perso Balotelli ha risolto molti equivoci di carattere tattico, ora questa squadra ha un senso, ha una struttura chiara e può arrivare lontano. Quando mi riferivo a “idee” parlavo proprio del contesto tattico. Sto per semplificare di molto alcuni concetti per non risultare eccessivamente logorroico, ma si noti questo:
    a) – Hanno un portiere di esperienza e di livello.
    b) – La difesa, per quanto non eccelsa nei singoli, è razionale. Alex è un centrale di esperienza e al suo fianco Zapata sopperisce allo scarso dinamismo del compagno, sono due giocatori tutto sommato complementari. Sugli esterni Abate e De Sciglio sono dignitosi, se consideriamo il livello medio.
    c) – De Jong (sottovalutato) è il miglior centrocampista posizionale che abbiamo in Serie A, di fianco a lui ci sarà un giocatore in grado di giocare la palla (Van Ginkel/Montolivo) e un giocatore in grado di fare quantità e inserirsi (Muntari/Poli).
    d) – Gli esterni alti sono giocatori moderni, El Shaarawy e Menez hanno qualità e capacità di ribaltare il fronte e la loro alternativa è Bonaventura. Sono esterni dinamici che danno equilibrio anche in fase di non possesso (sono rimasto impressionato) e in mezzo gioca una prima punta che quest’anno è veramente una prima punta (Pazzini/Torres).

    Il Milan è una squadra razionale. Possiamo dire quello che vogliamo, ma la squadra ha un suo criterio.
    Quindi per me possono effettivamente giocarsela per il terzo posto e forse pure arrivare davvero in Champion’s a fine anno. Questa è la mia visione dei rossoneri.

  35. E’ stato premesso che è una scoreggia quindi…potrei esimermi da qualsiasi commento, ma non riesco a sottrarmi ad una discussione sul calcio e soprattutto sull’Inter.
    Poco coraggioso per essere un pronostico, facciamo che dobbiamo scommettere, senza buttar soldi ma dando delle chance sostenute da una certa competenza.
    Innanzitutto mi auguro che il Cesena ce la faccia, accetto il pronostico di candidata alla retrocessione ma non ricordo un anno in cui, non la si sia collocata. Eppure non è mai retrocessa il primo anno e i romagnoli hanno più tesserati dell’Atalanta e un campo caldissimo. Cascione e il blocco di difesa non sono da sottovalutare e Carbonero può essere una sorpresa. Comunque sono di parte, come lo sono per l’Inter, ma su questa mi vorrei soffermare. Juve (sigh!) Roma, Inter/Milan e Napoli a mio parere. Hamsik in declino, Maggio stracotto difesa debole, portiere d’albergo, brutto mercato e allenatore che non reggerà una crisi di risultati non me lo fanno collocare oltre al 5° posto. Lazio e Fiorentina dietro e l’Atalanta come sorpresa (altro che 18° posto con Denis il Papu, Morales e D’Alessandro). Il Milan con Pippo l’ho visto bene. Pressing a centrocampo e molte conclusioni sotto rete. L’Inter è tosta e credo fortemente in Osvaldo che metterà pressioni agli altri 2 attaccanti e li stimolerà a fare bene. Centrocampo con Medel e M’vilà, difesa con Vidic tostissimi. Punto impopolarmente più su Hernanes che Kovacic. Unico neo il Mister. Spero capisca che le mezzali sono il cervello le ali le gambe della squadra e non viceversa o in porta no ci arriviamo mai. Comunque vada….C’E’ SOLO L’INTER!!!!

  36. Secondo me il problema seconda punta non si pone, sono rimasti gli stessi attaccanti dell’anno scorso più Osvaldo al posto di Milito e Belfodil, Alvarez nella seconda parte di stagione fu nullo.
    La formazione migliore giocherà sempre in campionato e nei titolari siamo da 4 posto.

  37. Per arrivare terzi, come scritto, serve giocare a calcio, a meno di suicidi collettivi. E dopo Torino ho avuto la conferma che l’Inter non gioca a calcio, proprio non gioca. L’unico pronostico che faccio, anch’io in attesa di sfottò’, e’ che il bilan arriva davanti a noi. Ci rivediamo dopo che il presidente, dopo il volere di Allah, terminerà il buttero dalla disperazione.

  38. ps1: complimenti per il nuovo “vestito”del bausciacafe..molto molto bello!!!
    ps2: dopo tanto tempo è un piacere “ritrovarvi” di nuovo tutti!!!
    ps3: i b-retrocessi arriveranno nettamente dopo di noi!!!

  39. Non scordiamoci che il Milan ha come allenatore una scommessa, è senza esperienza e nonostante tutto l’entusiasmo che porterà dubito riuscirà a gestire il primo anno tutti gli elementi a pieno sia da un punto di vista tattico che comportamentale.
    Il Milan (come l’Inter) ha incognite anche tra i giocatori: Torres sarà quello di Liverpool o del Chelsea? MEnez ed El Shaarawy terranno fisicamente? La difesa sarà all’altezza? Tanti punti interrogativi che se saranno tutti vinti potrà puntare al 3 posto ma che sinceramente qualche buco dell’acqua ci sarà.
    L’Inter ha scommesse come Kovacic (esploderà a 20 anni? Ne dubito, andrà a corrente alternata come normale per un giocatore così giovane), Hernanes ritornerà quello della Lazio o sarà la brutta copia vista i 6 mesi scorsi? Dodo (tenuta fisica) Ranocchia (salto di qualità definitivo?) Osvaldo ( bad boy o campione?) Palacio (terrà tutta la stagione ai livelli dello scorso anno?) Medel/MVila (oggetti sconosciuti)
    Anche in panchina noi abbiamo la ns scommessa: WM bravo da un punto di vista della gestione comportamentale dei giocatori ma in campo? Farà lo stesso non gioco dello scorso anno? Se così fosse tante delle nostre scommesse andrebbero perdute (Kovacic, su tutti, ha bisogno di un gioco offensivo per esprimersi al meglio)
    Io credo che al 2o anno WM farà bene e migliorerà la squadra (come ha sempre fatto in carriera) e per questo penso che arriveremo davanti ai cugini. In caso contrario lotteremo tra 4-5 posto

  40. ehm…credo sia andato disperso un commento..

  41. Confermato e rinnovato l’asino
    Altra stagione di nulla calcistico, zeru tutuli e piagnistei paraculi

    p.s. “ma tanto l’anno prossimo farò la difesa a 4”. Inetto, codardo e bugiardo e ladro

  42. Big mama, Antonino Verdi, vano, musica per le mie orecchie… Vedremo in che giornata del girone di andata si ricrederanno quelli che si rallegravano del rinnovo di quel perdemente solo per vederci schiumare rabbia. Come squadra io credo che il nostro punto debole sia invece la difesa. Col monoschematico della difesa a 3 ci toccherà vedere spesso Andreolli o Campagnaro titolari, come già da domani. A centrocampo come alternativa ai mediani abbiamo Kuzmanovic al posto di Cambiasso… Una scelta risibile. Sulla punta non mi preoccuperei tanto con questo se ne gioca una su tre è già grasso che cola…

  43. ZeMario:
    Big mama, Antonino Verdi, vano,musica per le mie orecchie… Vedremo in che giornata del girone di andata si ricrederanno quelli che si rallegravano del rinnovo di quel perdemente solo per vederci schiumare rabbia.Come squadra io credo che il nostro punto debole sia invece la difesa. Col monoschematico della difesa a 3 ci toccherà vedere spesso Andreolli o Campagnaro titolari, come già da domani. A centrocampo come alternativa ai mediani abbiamo Kuzmanovic al posto di Cambiasso… Una scelta risibile. Sulla punta non mi preoccuperei tanto con questo se ne gioca una su tre è già grasso che cola…

    Ma alla fine la situazione è come l’anno scorso, hai anche Medel che sostituisce Rolando (pensa che io giocherei con Medel-Vidic-Juan…), a cc Kuzmanovic è la terza scelta ….

  44. Quoto @ZeMario che quota @Antonino @BigMama e @Vano

    Con ìl Toro abbiamo già visto le premesse di questa stagione ma naturalmente si chiede (ANCORA!)pazienza …dopo un anno …quousque tandem?

    Se si pensa di vedere qualcosa di completamente diverso con il genio in panca che continua. a dispensare perle di saggezza (interviste e ennesime presentazioni del worstseller) calcistica e non beh…

  45. tu dimmi se è possibile dare in diretta delle partite con una telecamera a bordo campo, ma nemmeno Telecampione

    non si pretende uno stadio con le curve, ma almeno una piattaforma che alzi un attimo il campo visivo

    poi legggente delira su gente che dovrebbe uscire pronta da un campionato giocato sui campetti d’allenamento, sempre che non li abbia bisogno la prima squadra

  46. …beh… se il mazzarro stenta, è pronto vecchi della primavera … si presenta pure bene…

  47. hai ragione …. incredibile … già sportitatlia offriva immagini migliori : e pretendono il canone!

    tagnin:
    tu dimmi se è possibile dare in diretta delle partite con una telecamera a bordo campo, ma nemmeno Telecampione

    non si pretende uno stadio con le curve, ma almeno una piattaforma che alzi un attimo il campo visivo

    poi legggente delira su gente che dovrebbe uscire pronta da un campionato giocato sui campetti d’allenamento, sempre che non li abbia bisogno la prima squadra

  48. nuovo post!

  49. ma che mi vanno in commenti in moderazione e poi spariscono?

  50. non ho ancora capito se i commenti sono sistemati o no, quello di prima era in moderazione e l’ho sbloccato. ne hai fatti altri?

  51. Un paio di commenti miei (uno un po’ particolare) credo spariti o rimasti in moderazione / spam

    nulla di imperdibile, ma almeno capisco se riesco a pubblicare con il vecchio nick Fabio1971 o devo modificare qualcosa