Archivi mensili: maggio 2014

Pazzo Milan

Con quella faccia un po' così.

Io ve lo dico, sta cosa qui mi destabilizza tantissimo, mina tutte le mie certezze. Che diavolo sta succedendo al Milan? (Diavolo-Milan…eh?) Ma non eravamo noi quelli delle situazioni impensabili? Quelli del “succede solo all’Inter”? Cioè questi in pochi mesi son passati dal raccattare i nostri scarti a parametro zero all’imitazione. Però, cari cugini, devo dirvelo, noi non siamo più ... Continua a leggere »

E’ tornato tutto come prima (Just Steal It)

ANTEPRIMA_2_corretta

E’ tornato tutto come prima, già. Quante volte l’avete sentita questa frase nelle ultime settimane? Quanti sono stati i tifosi juventini che vi hanno guardato baldanzosi dopo l’ennesimo scudetto farlocco aggiunto alla collezione e vi hanno detto “ora è tornato tutto come prima”? E’ tornato tutto come prima. Vi suona familiare, eh? “Come prima”, quando la Juventus vinceva e l’Inter ... Continua a leggere »

In difesa di Walter Mazzarri. Forse.

280062_heroa

Premessa doverosa: chi vi scrive trova l’hashtag #mazzarrivattene di questi giorni tanto divertente quanto datato, perché chi vi scrive #mazzarrivattene lo diceva a maggio scorso alle prime voci di un suo arrivo. Non ho mai amato Walter Mazzarri, no. Mi sono preso fior di insulti anzi quando, 11 mesi fa, spiegavo che anche la sua tanto celebrata stagione a Napoli ... Continua a leggere »

Il calcio è di chi lo ama

Bausciacafe

Prima di qualsiasi scuola calcio, prima di qualsiasi campionato provinciale, regionale, dilettanti. Prima di qualsiasi maglia con un numero sulle spalle. Prima di iniziare a giocare a calcio, avevo 10 anni. A 10 anni giocavo a pallone. Ogni pomeriggio, dopo aver fatto (velocemente) i compiti a casa, schizzavo come un razzo alla villa comunale di una piccola cittadina del Cilento ... Continua a leggere »

È finita. Finalmente.

Purtroppo manca Carrizo.

L’ultima partita di campionato ha sempre significati particolari, nel bene e nel male. Ricordo come se fosse ieri quel drammatico Parma-Inter del 2008, sotto la pioggia battente, col risultato che non si sblocca e la Roma che va a prendersi lo scudetto. E poi arriva Ibrahimovic. O quell’Inter-Atalanta 4-3 all’insegna del divertimento, una festa-scudetto che i bergamaschi provarono a rovinare ... Continua a leggere »

Chievo – Inter 2-1 passarella mancata

Grazie Esterban

Marcatori: 41′ pt Andreolli, 28′ e 45′ st Obinna CHIEVO VERONA: 18 Squizzi; 2 Bernardini, 3 Dainelli (28′ st 10 Obinna), 7 Lazarevic, 8 Radovanovic, 9 Bentivoglio, 21 Frey, 33 Rubin, 43 Paloschi, 56 Hetemaj (41′ st 14 Calello), 93 Dramé. INTER: 30 Carrizo; 4 Zanetti, 14 Campagnaro (1′ st 23 Ranocchia), 6 Andreolli, 33 D’Ambrosio; 19 Cambiasso, 21 Taider, 10 Kovacic ... Continua a leggere »

Operazione Cotoletta 2014: le foto

14289904084_a8fc28809f_o

#cotoletta14 nelle foto di Jonathan, Ale detto Gionni, Vasco e Diego. Fai click sulle foto per ingrandirle o guardale su Facebook e in alta qualità su Flickr! Continua a leggere »

#Cotoletta14 – Fratelli del mondo (seconda parte)

IMG_5514

La prima parte la potete leggere qui. Terza giornata – riposa Interistisvedesi DopoLavoroInter – Prosecco 7 – 2 DL – Nonostante l’ “empatia emossionale” per il nome della squadra avversaria, nessuno sconto di DLI per i brasileiri di Prosecco che nella precedente partita avevano imposto il pareggio nei tempi regolamentari ai favoriti del torneo, i BellideRoma. Trascinati dall’ MVP della squadra ... Continua a leggere »

#Cotoletta14 – Fratelli del mondo (prima parte)

(foto gentilmente offerta da Diego Sgambati)

Tutto è iniziato a ottobre 2012 con la leggendaria e bagnatissima #operazionetagliatella. Poi ci fu #operazionecacioepepe e a fine stagione, in occasione dell’ultima partita dei nostri, l’#operazionecotoletta. Il sempre maggior numero di partecipanti conferma che la passione per il calcio, per i colori nerazzurri unisce le persone oltre il semplice tifo. Quest’anno abbiamo voluto esagerare e in occasione di Inter ... Continua a leggere »

Quinti

Rolando e Biava giocano a rubabandiera. Klose è ancora terrorizzato dalla Samuelata. Jonathan in 16:9.

Era difficile immaginare una serata migliore per l’addio a capitan Zanetti, dentro e fuori dal campo: spalti gremiti di famiglie festanti, bambini sorridenti, esordienti del tifo venuti a tributare il loro affetto verso l’inossidabile numero 4 nerazzurro e l’Inter che, dopo un inizio a dir poco da tregenda, faceva della Lazio un sol boccone con una sorta di tributo nel ... Continua a leggere »