Rendi i soldi e scappa

Il video di Kaká che annuncia l’autosospensione del suo stipendio scuote le coscienze di milioni di persone in tutto il mondo. Il brasiliano ha indicato la via: numerosi esperti di economia e sociologia hanno definito il suo “un gesto di influenza sulle masse paragonabile alla pubblicazione de “Il Capitale” di Karl Marx” [1].

Immediate le reazioni dei lavoratori di ogni fascia di età e di reddito, toccati nel profondo dalla sconvolgente rivoluzione etica approntata dal numero 22 rossonero. Ivan, metalmeccanico di Rieti in malattia da due giorni, alla visione del video shock del brasiliano viene colto da un reflusso di coscienza e rinuncia clamorosamente alla mutua, per poi pubblicare la sua testimonianza su youtube; Sara, pasticciera riminese, ha invece annunciato che restituirà al suo datore di lavoro i soldi percepiti indebitamente la sera del 14 novembre 1997, quando prese ferie per andare al cinema a limonare duro.

Ripercussioni, ovviamente, anche nel mondo del calcio: nell’allenamento di stamattina, Rolando si è fermato per 40 secondi durante la partitella, ufficialmente per legarsi una scarpa. Alla fine della seduta, il centrale portoghese si è sfogato, dichiarando in lacrime che quelli guadagnati in quel lasso di improduttività sono soldi sporchi, che non sente suoi, e che se li detrarrà dall’ingaggio.
Impossibile, ormai, fermare la reazione a catena innescata dal Messia di Milanello, destinata a generare un’ondata di rimborsi e di autodecurtazioni senza precedenti. Tra le notizie dell’ultim’ora, da segnalare i provvedimenti di Gasperini, che restituirà i soldi percepiti nelle ore in cui si è addormentato durante le sue stesse lezioni di tattica, e di Schelotto, che dopo un’attenta analisi del contributo tecnico fornito in questi anni ha deciso – anche sotto consiglio di un avvocato – di risarcire i suoi datori di lavoro per l’intero ammontare degli ingaggi percepiti in carriera.

"E ora tocca a te"

“Auf einer gewissen Stufe der Reife angelangt, wird die bestimmte historische Form abgestreift und macht einer höhern Platz”

 

1. Steve Cardwell, Kakà’s influences on ethics and Class Consciousness, Social Economic Review n°112/b, Oxford University Press, 2013, pp. 45-46

About Grappa

Il mio sogno è vedere Klopp a San Siro con una tutaccia nerazzurra che si fa espellere ad ogni partita per aver staccato la testa al quarto uomo. Passo il mio tempo a ciarlare di santoni calcistici o presunti tali, ma in realtà mi ispiro a Fassone. Inoltre faccio una carbonara che te dico fermate.