Cinque modi per fermare Gareth Bale e gli Spurs

L’Inter ha incontrato il Tottenham due stagioni fa, quando Gareth Bale irrompeva sulla scena europea. La sua tripletta nel secondo tempo a San Siro è stata inutile, dato che l’Inter conduceva 4-0 alla fine del primo tempo, ma la partita di ritorno ha visto Bale fare a pezzi le retrovie nerazzurre ancora una volta, con Maicon che semplicemente non riusciva a tenere il passo del gallese e delle sue accelerazioni sulla sinistra.

L’Inter ha cambiato allenatore più volte da allora, Rafael Benitez è stato sostituito da Leonardo, poi è stato il momento di Gian Piero Gasperini, Claudio Ranieri e ora Andrea Stramaccioni. Per l’Inter sembra passata un’eternità dal precedente incontro con gli Spurs, ma Stramaccioni sarà determinato a evitare una replica di quella partita. Qui ci sono cinque modi in cui potrebbe fermare gli Spurs.

Invertire i terzini
La coppia di terzini nerazzurri titolare può giocare in entrambi i lati: Javier Zanetti inizia generalmente come terzino destro, ma si trova bene sulla sinistra, Yuto Nagatomo sembra essere meglio a sinistra, ma in realtà è destro. Nel derby di Milano Stramaccioni ha preso la curiosa decisione di scambiare i ruoli con Nagatomo a destra e Zanetti a sinistra, ma il giapponese è stato sovrastato da Stephan El Shaaraway e il nuovo cambio di posizioni a fine primo tempo ha permesso all’Inter di rientrare in partita.
Con Bale che presumibilmente inizierà in un ruolo centrale piuttosto che laterale, lo scambio dei terzini potrebbe non essere fondamentale per fermare il gallese, qualsiasi decisione prenderà Stramaccioni sarà comunque interessante. Zanetti a destra avrà senso, rientrando a controllare i movimenti di Gylfi Sigurdsson, Clint Dempsey o Lewis Holtby, lasciando Nagatomo su Aaron Lennon, se le cose dovessero andare male i due potrebbero essere invertiti.

Marcare a uomo Bale
Non capita spesso di vedere qualcuno giocare nel ruolo di Phil Jones in Italia, ma la difesa a uomo in gioco aperto è comune, i difensori centrali spesso si incollano agli attaccanti avversari, negandogli lo spazio per girarsi.
Questa soluzione potrebbe essere utile contro Bale, se dovesse ripetersi nella posizione avanzata a centrocampo che lo ha visto protagonista questo fine settimana nella vittoria contro l’Arsenal. Esteban Cambiasso, centrocampista basso d’esperienza, che ha anche giocato al centro della difesa questa stagione, sarebbe il candidato naturale per questo ruolo.

Giocare con il 3-4-1-2
Stramaccioni nelle ultime settimane ha messo in campo una difesa a quattro, ma all’inizio della stagione schierava una difesa a tre insieme a un centrocampo molto prudente a quattro; quindi essenzialmente con sette giocatori in difesa, due in attacco Fredy Guarin a collegare le due sezioni.
Una difesa a tre con Andrea Ranocchia, Cristian Chivu e Juan Jesus potrebbe rimanere in posizione, con Zanetti e Nagatomo sulle ali e Cambiasso e Gargano al centro. Questo schieramento permetterebbe all’Inter di avere sempre un difensore in copertura e la possibilità per gli altri due di allargarsi e raddoppiare sulle ali degli Spurs.

Parcheggiare il pullman
Con una linea difensiva non mobilissima, non ci si aspetti che l’Inter replichi l’errore dell’Arsenal, che ha giocato con una linea difensiva alta facendo poca pressione a centrocampo. L’Inter non pressa molto aggressivamente a centrocampo, il che significa che sarà costretta a difendere in profondità, rendendo più complicate le incursioni dalla linea difensiva.
In precedenza l’Inter se l’è cavata in questo modo perché davanti aveva probabilmente la miglior coppia d’attacco della Serie A, Antonio Cassano appena dietro Diego Milito, due che possono essere lasciati soli e su cui fare affidamento per i goal. Con l’argentino fuori per il resto della stagione e Cassano coinvolto in una lite furiosa con Stramaccioni lo scorso venerdì e in dubbio per questa partita, se l’Inter decidesse di difendere molto profondamente, sarà una partita con pochi goal.

Spezzare il gioco
Con la vittoria a Catania, da 2-0 a 2-3 con il goal decisivo di Palacio nei minuti di recupero, l’Inter è tornata a vincere in trasferta in Serie A dopo cinque mesi. Nelle precedenti sette partite fuori casa aveva raccolto una sola vittoria e sei sconfitte.
E mentre Milan e Juventus hanno rinvigorito le rispettive squadre con gli innesti di gennaio, l’Inter è ancora un po’ fiacca. In una buona partita a viso aperto il Tottenham trionferebbe in casa – aspettatevi che l’Inter faccia continuamente fermare e ripartire il gioco.

Traduzione da Michael Cox, “5 ways to stop Gareth Bale and Spurs” (link rimosso su richiesta dell’autore)

About Miss Green⁵

Sono nata e cresciuta all’ombra dello stadio, nel piazzale ho imparato ad andare in bici e in motorino. Da piccola dicevo che Malgioglio era mio padre, si somigliavano molto.