Archivi mensili: gennaio 2013

Colpi di coda

550140_10151385121678713_309791905_n

Ventinove giorni di niente, un atteggiamento generale da società di Lega Pro in smobilitazione (sublimato dall’ormai celeberrimo “Costa. E per noi questo è già troppo”, riferito a qualsiasi giocatore che avesse un cartellino dal costo superiore a 70 euro)…e poi, all’improvviso, arriva quello che probabilmente è il ’94 più quotato al mondo per una barcata di milioni. Credo che non ... Continua a leggere »

Aspettiamo

Bausciacafe

“Su Balotelli l’Inter ha un diritto di prelazione valido nel caso in cui il City decidesse di cederlo. Tecnicamente può andare bene al fianco di qualsiasi attaccante” Piero Ausilio, 10 gennaio 2013 No, non voglio parlare del trasferimento di Balotelli al Milan. Quello, in questo momento, è veramente l’ultimo dei problemi. La frase qui sopra mi serve piuttosto per mettere un ... Continua a leggere »

State calmi, se potete.

Keep calm and meditate.

Ci risiamo. Sì, al “moriremo tutti”, evergreen che sembrava scomparso dopo quell’ormai opaco ricordo di Juventus-Inter 1-3 e che torna sempre più frequentemente a palesarsi ogni qualvolta i nostri regalano ai posteri un’altra prestazione non all’altezza, evento non esattamente infrequente da novembre ad oggi. Ma non all’altezza de che, di grazia? Una rosa incompleta, falcidiata da infortuni spesso quasi impossibili ... Continua a leggere »

Inter – Torino 2-2

Mi dia 1 centrocampista. Ne ho messi 2 che faccio lascio?
Lasci..

Marcatori: 5′ Chivu, 23′ e 8′ st Meggiorini, 22′ st Cambiasso Inter: Handanovic; Ranocchia, Chivu (28′ Pereira), Juan Jesus; Zanetti, Gargano, Mudingay, Nagatomo Guarin; Cassano (30′ st Alvarez), Palacio. Torino: Gillet; D’Ambrosio, Glik, Rodriguez, Masiello; Gazzi, Brighi; Cerci (36′ st Vives), Barreto (16′ st Bianchi), Meggiorini, Santana (25′ st Birsa). Doveva essere la partita del rilancio, con diversi punti da ... Continua a leggere »

Roma – Inter 2-1:

Alvarez: un buon rientro

Marcatori: 13′ Florenzi, 33′ Destro, 44′ Palacio Roma: 24 Stekelenburg; 23 Piris, 3 Marquinhos (15′ st Castan), 29 Burdisso, 42 Balzaretti; 4 Bradley, 77 Tachtsidis, 48 Florenzi (Perrotta); 8 Lamela, 22 Destro, 10 Totti (40′ st Marquinho) Inter: 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 26 Chivu, 40 Juan Jesus; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 20 Obi (1′ st Nagatomo), 24 Benassi (20′ st Gargano), 31 Pereira ... Continua a leggere »

Di sogni, milioni e di altre sciocchezze

Wesley+Sneijder+AC+Milan+v+FC+Internazionale+BRmaJx-Lfvml

Eppure io un periodo come questo lo ricordo. Ne ricordo di peggiori, per carità, come anche di migliori. Ne ricordo di simili e di paragonabili. Ma c’è una cosa in particolare che, nel sentire le discussioni tecniche che si fanno intorno alla squadra in questi giorni, mi fa provare una curiosa sensazione di déjà-vu. Dice: “a questa squadra manca qualità ... Continua a leggere »

Daje (Roma-Inter, atto primo)

strazeman

Le sfide sportive che si ripetono nel tempo, a breve distanza l’una dall’altra, mi hanno sempre affascinato: credo siano un bel modo per i rispettivi allenatori di misurare la loro bravura, la capacità di spiazzare il collega avversario con la genialata dell’ultim’ora, la voglia di dimostrare chi sia il più bravo. In tal senso lo scontro Zeman-Stramaccioni assume connotazioni di ... Continua a leggere »

Roma – Inter 1-1: Ovvero portare a casa la pelle

Indovinate chi la prende?

Marcatori: 22′ Totti (r), 46′ Palacio Roma: 13 Goicoechea; 23 Piris, 3 Marquinhos, 5 Castan,  42 Balzaretti; 48 Florenzi (23′ st Perrotta), 16 De Rossi (1′ st Tachtsidis), 4 Bradley; 8 Lamela, 9 Osvaldo, 10 Totti (36′ st Destro) Inter: 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 26 Chivu, 40 Juan Jesus; 55 Nagatomo (12′ st Obi), 4 Zanetti, 21 Gargano (39′ st Mudingayi), 31 Pereira; ... Continua a leggere »

Ieri, oggi, domani: Roma – Inter

Seguiamo la partita insieme su twitter con la nostra twINTERcronaca: clicca sull’immagine o collegati a www.twitter.com/bausciacafe

IERI Roma Inter è stata sicuramente la partita più disputata in Italia negli ultimi 10 anni, una rivalità molto accesa che ha avuto il merito di rompere per un po’ di tempo il “duopolio commerciale” formato dalle due grandi retrocesse di Torino e Milano. Dalla vittoria per 0-1 del 2006 abbiamo passato tre anni di scorribande all’Olimpico grazie ai clamorosi successi ... Continua a leggere »

Bisogna saper perdere, non sempre si può vincere

Bausciacafe

Visto che non la fa nessuno, lo faccio io. Ragionerò su uno scomodo (per alcuni, di cui fra poco conoscerete l’identikit) parallelo: Lance Armstrong e la Juventus. Il primo oggi dice chiaramente che, senza l’aiuto di sostanze dopanti, quindi illecite, non avrebbe mai potuto vincere i sette Tour de France dei quali è andato fiero per anni. La seconda ha ... Continua a leggere »