Ieri, oggi, domani: Parma – Inter

IERI

Non è mai stata una trasferta facile quella di Parma tanto che sono più le partite perse di quelle vinte o pareggiate; statistica sfavorevole che abbiamo solo nei confronti dei gialloblu e dei bianconeri di Torino.

La squadra emiliana fece il suo debutto in serie A solo nella stagione 1990-91: era la squadra di Nevio Scala e dei giovani talenti di Melli, Minotti, Osio e Brolin che pareggiò contro l’Inter che lottava per lo scudetto con la Sampdoria. [si ringrazia @TheUnspecialOne per l’aiuto] Dal primo scontro diretto passiamo direttamente all’ultimo della scorsa stagione: prima sconfitta in serie A per mister Stramaccioni che di fatto chiuse definitivamente le possibilità della rimonta per il terzo posto.

Solo tre le vittorie nei 21 precedenti: il primo successo arriva solamente nel 2002 con Cuper allenatore e il gol decisivo di Alvaro Recoba su rigore, il secondo nel 2006 con il gol di Cruz allo scadere e poi la terza e ultima vittoria il 18 maggio 2008 sotto la pioggia torrenziale e con le magie di Ibra.

OGGI

Convocati:

Portieri: Handanovic, Castellazzi, Belec;
Difensori: Zanetti, Silvestre, Ranocchia, Samuel, Pereira, Juan Jesus, Jonathan, Nagatomo;
Centrocampisti: 
Alvarez, Guarin, Mariga, Cambiasso, Benassi, Duncan, Romano’;
Attaccanti: Coutinho, Palacio, Milito, Livaja.

Con Sneijder rimasto ad Appiano “l’allenatore decide di non utilizzare il giocatore per una scelta tecnica per quello che vedo sul campo e respiro qui in Pinetina. Questa è la mia valutazione, ovviamente sperando che ci si possa sedere a un tavolo e risolvere la situazione.” e l’emergenza a centrocampo per la contemporanea assenza di Gargano, Mudingayi, Stankovic e Obi, il mister parla di “un’alternativa che non vi dico. Non voglio rischiare a Parma, leggere la gara diventa fondamentale. Abbiamo avuto il tempo di poter lavorare su un’alternativa tattica.” ma molto dipenderà dallo stato di forma di Guarin in dubbio fino all’ultimo.

Donadoni forte dell’imbattibilità interna preferisce concentrarsi sulla sua squadra, recupera Valdes ma non potrà disporre dell’infortunato Galloppa e di Pabon rientrato in patria per problemi famigliari.

DOMANI

Seguiamo la partita insieme su twitter con la nostra twINTERcronaca: clicca sull’immagine o collegati a www.twitter.com/bausciacafe

About sgrigna

Organizza eventi per gli amici Bauscia da quando ha smesso con il calcio giocato, perché dicono si debba correre. Dicono. Ama l'Inter come ama l'Inter.