Ieri, oggi, domani: Inter – Catania

IERI

Mai una vittoria per il Catania a San Siro in tutta la sua storia: su 15 precedenti i siciliani sono riusciti a strappare solo due pareggi. Il primo nel 1961 (1-1 con Prenna che pareggia il vantaggio di Guarneri), il secondo invece proprio in occasione dell’ultima trasferta milanese dei rossoblu: era il 4 marzo scorso e l’Inter di Ranieri cercava con fatica di uscire da un periodo difficilissimo quando, dopo neanche 40′ di gioco, si trovò sotto addirittura di 2 gol a San Siro contro il Catania di Montella. Fu la seconda volta nella storia in cui il Catania riuscì a segnare 2 gol in casa dell’Inter (la prima nel 1970, Inter-Catania 3-2) e ci volle uno dei rarissimi gol italiani di Forlan per rimettere in piedi la partita prima del pareggio definitivo di Diego Milito.

Due cose abbastanza frequenti nelle partite recenti contro il Catania a San Siro: il vantaggio iniziale degli ospiti (avvenuto anche nel 2006 e nel 2008) e il gol di un nerazzurro non proprio abituato a segnare. Dopo il già citato Forlan sarebbe troppo comodo parlare della doppietta nel 2011 di Pazzini (che però quell’anno segnava tantissimo): in realtà a tenere compagnia a Forlan ci sono “bomber” come Nagatomo (2011), Muntari (2009), Aparecido César (2007) e poi, nel 2008, lui: Ricardino “Trivela” Quaresma.

OGGI

Questo l’elenco dei convocati:
Portieri: 1 Handanovic, 27 Belec, 32 Cincilla;
Difensori: 4 Zanetti, 6 Silvestre, 23 Ranocchia, 25 Samuel, 33 Mbaye, 40 Juan Jesus, 42 Jonathan;
Centrocampisti: 11 Alvarez, 14 Guarin, 16 Mudingayi, 19 Cambiasso, 20 Obi, 21 Gargano, 31 Pereira, 41 Duncan;
Attaccanti: 7 Coutinho, 8 Palacio, 22 Milito, 88 Livaja, 99 Cassano.

Al termine di due settimane che sono servite per “curare in maniera più analitica certe situazioni di gioco” e all’inizio di un ciclo di partite di difficoltà sempre crescente, Andrea Stramaccioni sembra avere le idee chiarissime per il match di domani. Confermata la difesa a 3 -sia nel modulo che negli uomini- sembra tutto pronto per il ritorno in campo di Rodrigo Palacio che dovrebbe andare a far coppia con Milito. Probabile la presenza di Coutinho alle loro spalle, mentre Antonio Cassano potrebbe iniziare in panchina questa nuova serie di partite. A centrocampo ballottaggio Obi/Pereira per sostituire lo squalificato Nagatomo e giocare in linea con Zanetti, Cambiasso e probabilmente Guarin. Un po’ di minuti a disposizione a partita in corso, almeno nelle idee iniziali e salvo diverse esigenze di gioco, per far riprendere “gamba” Ricky Alvarez.

DOMANI

In televisione, radio, streaming o…su twitter, con la nostra twintercronaca! Clicca sull’immagine o iniza a seguire @Bausciacafe

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.