NEFTCI-INTER 1-3

NEFTCI: Stamenkovic; Shukurov, Yunuszade, Mitreski, Bertucci; Ramos, Sadygov; Wobay, Nurahmadov (1′ st Seyidov), Flavinho; Canales. (Balayev, Yunisoglu, Guliyev, Abdullayev Elshan, Abdullayev Araz, Medhiyev). All. Hajiyev.

INTER: Handanovic; Silvestre, Cambiasso, Juan Jesus; Jonathan, Guarin (37′ st Gargano sv), Mudingayi, Obi (19′ st Ranocchia), Pereira; Coutinho (30′ st Garritano), Livaja. (Castellazzi, Benassi, Bianchetti, Nagatomo). All. Stramaccioni.

 

Prima vittoria e primi tre punti ottenuti nel girone di Europa League dall’Inter di Andrea Stramaccioni In quel di Baku, nonostatante alcuni titolari lasciati a Milano in vista del derby, la formazione nerazzurra non ha avuto difficoltà ad imporsi per 3-1 sul Neftci.

Difesa a tre confermata, ma con fisionomia diversa rispetto a quella adottata contro la Fiorentina, visto che davanti ad Handanovic vengono schierati Juan Jesus, Silvestre e Cambiasso nel ruolo di playmaker basso. A centrocampo agiscono Guarin, Mudingaiy ed il rientrante Obi, mentre le fasce vengono affidate a Pereira e Jonathan. In avanti Coutinho è il trequartista in appoggio a Livaja unica punta. Dopo l’iniziale fase di studio l’Inter passa al primo vero  affondo: la difesa del Neftci sbaglia ad attuare la trappola del fuorigioco e per Guarin, entrato in area dalla destra, è un gioco da ragazzi servire al centro un delizioso pallone che Coutinho  mette in rete con un elegante colpo di tacco. Passano una manciata di minuti ed è ancora Coutinho a creare scompiglio nella difesa avversaria. Il giovane brasiliano viene messo a terra in area di rigore, ma per l’arbitro non c’è fallo. Al 30’ arriva il raddoppio. Altra percussione di Guarin sulla destra, palla messa al centro rasoterra e stavolta è Obi con una precisa conclusione di piatto sinistro a battere Stamenkovic. Passano dieci minuti e l’Inter cala il tris. Palla filtrante di Guarin, deviazione in scivolata di Bertucci che taglia fuori estremo difensore e difesa del Neftci; per Livaja è un gioco da ragazzi mettere in rete di testa. Si va al riposo sul 3-0, dopo un buon primo tempo. Inter solida e spietata,  capace di colpire ad ogni affondo, che non ha mai concesso alcuna opportunità agli avversari, se non in occasione di calci piazzati o conclusioni da fuori.

Ad inizio ripresa però le cose cambiano ed è il Neftci a partire subito forte, complice il visibile calo di concentrazione dell’Inter. I ragazzi sembrano aver mollato mentalmente e lasciano così l’iniziativa agli avversari che dopo 7 minuti trovano il punto dell’1-3 con Canales.  Il gol subito serve a far ritrovare la giusta concentrazione, riportando la squadra in partita.  Nel giro di pochi minuti infatti sono Pereira e Livaja ad andare vicini al quarto gol, ma in entrambe le circostanze l’estremo difensore avversario è bravo ad opporsi. Al 19’ Stramaccioni sostituisce Obi con Ranocchia, mentre dieci minuti dopo è Coutinho a lasciare il campo dopo essersi prodotto in un paio di buone azioni personali. Al suo posto l’esordiente Garritano. Al 37’ esce anche Guarin, autore di una buona prova, sostiuito da Gargano. Il match scivola via tranquillo e si arriva al fischio finale senza correre rischi, portando a casa 3 punti pesanti  in ottica qualificazione. Missione compiuta.

About SNIS