Ieri, oggi, domani: Torino – Inter

Gran gol per lo 0-2

IERI

L’ultima volta che Torino e Inter si sono sfidati in serie A è stato il 21.09.2008 sempre alla terza giornata: allenatore il portoghese Mourinho e risultato finale di 1-3 per i nerazzurri grazie all’autorete di Pisano e ai gol di Maicon, Ibrahimovic e Abbruscato.Da notare che nel Torino già giocavano Ogbonna e Bianchi mentre di quell’Inter domani in campo ci potrebbero ancora essere Zanetti e Cambiasso.

Qui il nostro commento a caldo su quella partita e qui le nostre pagelle.

 

 

OGGI

Benritrovato

Convocati:

Portieri: 1 Samir Handanovic, 12 Luca Castellazzi, 27 Vid Belec;

Difensori: 4 Javier Zanetti, 6 Matias Silvestre, 23 Andrea Ranocchia, 25 Walter Samuel, 40 Juan Jesus, 42 Jonathan, 44 Matteo Bianchetti, 55 Yuto Nagatomo;

Centrocampisti: 10 Wesley Sneijder, 11 Ricardo Alvarez, 14 Fredy Guarin, 19 Esteban Cambiasso, 21 Walter Gargano, 31 Alvaro Pereira , 41 Alfred Duncan;

Attaccanti: 7 Philippe Coutinho, 8 Rodrigo Palacio, 22 Diego Milito, 88 Marko Livaja, 99 Antonio Cassano.

Prima convocazione stagionale quindi per Ricky Alvarez, restano ancora fuori Chivu, Obi e Stankovic. La pausa di 15 giorni ha consentito il recupero di Handanovic e crediamo rimesso in forma Walter Samuel.

Ventura potrà contare sull’entusiasmo della squadra e sul suo classico 424 capace di sfruttare il campo in tutta la sua ampiezza e molto pericoloso soprattutto sulle fasce laterali, servirà quindi un passo in avanti dal punto di vista difensivo rispetto a quanto visto contro la Roma; tradotto in soldoni significa più sacrificio da parte dei tre davanti e più compattezza nei tre di centrocampo.

Il giovane talentino Stevanovic (1991) giocherà con ogni probabilità sulla fascia destra e sarà da osservare con particolare attenzione in quanto è in comproprietà proprio tra le due squadre.

DOMANI

Cliccate qui per la TwINTERcronaca della partita

About sgrigna

Organizza eventi per gli amici Bauscia da quando ha smesso con il calcio giocato, perché dicono si debba correre. Dicono. Ama l'Inter come ama l'Inter.