Forbes Sports: Euro che valgono davvero qualcosa

Di numeri, dati e statistiche non capisco un gran che, ma mi piace leggere chi sa scriverne. Uno dei migliori nel campo della letteratura finanziario-calcistica è senz’altro Stefan Szymanski, coautore di “Calcionomica” (libro di cui parleremo in futuro). Stefan ha un blog su Forbes (cacchio, ho scritto “Forbes” su BausciaCafé!) che è davvero interessante ed esaustivo. Ho deciso di tradurre questo suo articolo di ieri, perché mi sembrava abbastanza interessante e insolitamente curioso.

Sono un grande appassionato dei siti Transfermarkt (.de o .co.uk) che uniscono le statistiche di gioco e la stima del valore economico dei giocatori. Ho scaricato i loro dati sulle squadre di Euro 2012 e ho giocato con i numeri.

Ho iniziato guardando i campionati di provenienza dei vari giocatori. Considerato che i club europei dominano il calcio mondiale, non sarà una sorpresa che solo 3 dei 368 giocatori convocati per Euro 2012 non giocano in squadre europee (uno dei tre è definito disoccupato). Nei Mondiali FIFA 2012 tre quarti dei giocatori convocati provenivano da campionati UEFA. Il valore totale dei partecipanti all’europeo sarà di 5,1 miliardi di dollari. Il valore complessivo in Sud Africa è stato 7,2 miliardi di dollari, con il doppio delle squadre. Forse non sorprenderà nemmeno la notizia che dalla Premier League arriva il maggior contingente all’Europeo: 72 giocatori per un valore di 1,406 miliardi di dollari, molto più che il valore totale dei giocatori provenienti dalla Bundesliga, 45 per 835 milioni di dollari e dalla Spagna, solo 33 giocatori, ma del valore di 1,105 miliardi di dollari. I quattro campionati principali, Premier League, Bundesliga, Liga e Serie A, rappresentano il 52% di giocatori e il 75% del valore complessivo.

Ci sono nove campionati da cui provengono un numero sufficiente di giocatori per formare un intera squadra: i quattro già menzionati più Francia, Russia, Portogallo, Ucraina e Grecia. Se si unissero gli 11 giocatori col valore più alto per giocare in una competizione tra i vari campionati, la Liga metterebbe in campo  672 milioni di dollari, la Premier League 357 milioni, la Bundesliga 299 milioni e la Serie A 198 milioni. Ho barato un po’, con il mio calcolo alcune squadre non avrebbero il portiere, mentre l’11 francese ne avrebbe almeno 4. Fanalino di coda, la squadra greca ricavata dai giocatori col valore più alto varrebbe 66 milioni di dollari, ma potrebbe cambiare dopo le elezioni che si svolgeranno il dopo l’ultima partita della Grecia nel girone.

Guardando al valore delle nazionali, la Spagna vince facilmente con una valore totale di 904 milioni di dollari, la Germania è seconda con 630 milioni. Forse la squadra spagnola potrebbe essere usata dalle banche spagnole come garanzia per alcuni prestiti tedeschi per il piano di salvataggio? L’Inghilterra è incredibilmente piazzata solo al terzo posto con 538 milioni di dollari, davanti alla Francia e al Portogallo (rispettivamente 468 milioni e 462 milioni). La nazionale con meno valore è l’Irlanda, con un totale di 98 milioni di dollari. L’Irlanda si qualifica anche come la nazionale più cosmopolita, nessuno dei suoi giocatori, infatti, gioca in competizioni irlandesi, anche se forse è un dato un po’ spurio visto che giocano tutti in Inghilterra e molti di loro avrebbero potuto giocare per l’Inghilterra, se avessero voluto. Anche gli svedesi giocano principalmente all’estero, solo 3 giocatori in Svezia. I meno cosmopoliti sono gli inglesi, nessun giocatore all’estero, i russi (21 giocatori su 23 giocano in patria), l’Italia (20 su 23) e poi Germania e Spagna (19 giocatori ciascuno).

Un’altra maniera di guardare questi dati è chiedendosi quali squadre hanno il capitale più alto a rischio nella competizione. Il Real Madrid è primo con 311 milioni di dollari, il Bayern Monaco secondo con 273 milioni e il Barcellona terzo con 251 milioni. I tifosi di queste squadre dovranno sperare che eventuali lesioni non siano d’ostacolo per la prossima stagione. Nessuna squadra inglese ha un capitale molto alto a rischio, i giocatori provengono da 22 diverse squadre e ci sono anche sette giocatori della Football League (di cinque squadre diverse). Gli unici altri giocatori provenienti da serie minori vengono da Eintracht Frankfurt, Fortuna Dusseldorf, AS Monaco e Torino.

Al Mondiale c’erano molti più giocatori provenienti da serie minori. Più in generale, c’è stata una maggiore ampiezza di valore tra le squadre, mentre la qualità media delle squadre all’Europeo è più alta. Credo che questo sarà garanzia di una competizione più interessante. In primo luogo, il più alto valore medio di mercato di giocatori riflette maggiori abilità. In secondo luogo, i divari medi tra le squadre saranno minori, il che significa che ci saranno meno casi di squadre deboli che giocheranno solo in difesa, sperando di portare a casa il risultato in contropiede.

Note dell’autore:
1. Non sono del tutto sicuro di come Transfermarkt produca i suoi dati, presumo che siano strettamente legati ai valori di trasferimento, con in aggiunta alcune considerazioni. Ma i prezzi devono sempre essere sempre presi con le pinze.
2. I prezzi riportati da Transfermarkt sono in Euro e in Sterline: per evitare polemiche li ho convertiti tutti in Dollari Americani.

About Miss Green⁵

Sono nata e cresciuta all’ombra dello stadio, nel piazzale ho imparato ad andare in bici e in motorino. Da piccola dicevo che Malgioglio era mio padre, si somigliavano molto.