O.Marsiglia-Inter 1-0

Commentare una partita come quella di stasera mi risulta molto difficile. Al Velodrome si sono viste due squadre modeste, che hanno giocato innanzitutto per non prenderle. Spettacolo mediocre, con pochissime occasioni da gol da entrambe le parti.
Ranieri sorprende tutti, con una formazione del tutto inaspettata. In difesa davanti a Julio Cesar i centrali sono Lucio ed il rientrante Samuel, con Chivu e Maicon sulle fasce. A centrocampo il trittico dei senatori  Zanetti, Cambiasso e Stankovic, Senider in posizione di trequartista, mentre le due punte sono Forlan e Zarate.
Nel primo tempo il Marsiglia di fatto non ha mai tirato in porta, mentre sull’altro fronte si registravano  solo un paio di opportunità, la più ghiotta delle quali capitata sui piedi di Forlan; la conclusione da dentro l’area del numero nove nerazzurro però veniva deviata in corner dall’estremo difensore francese. Da segnalare anche una debole e innocua conclusione di Zarate imbeccato da Cambiasso (uno dei migliori stasera).
Nella ripresa le uniche emozioni arrivavano sugli sviluppi di calci piazzati, senza che però nessuna delle due squadre riuscisse a concretizzare. Le due compagini infatti sembravano accontentarsi dello 0-0, come anche i cambi decisi dai due allenatori facevano presagire. Questo almeno sino al 93’, quando sugli sviluppi di un corner, Ayew trovava il colpo di testa vincente.
Un periodo nero, nerissimo, dove tutto gira storto.

P.S.: Prendere gol nell’ultimo minuto di recupero denota quanto siamo sfortunati in questo momento. Al 93′ non hai neanche il tempo materiale per ritirare la squadra dal campo.

About SNIS