Novara-Inter 3-1

Tocca a me commentare la partita di stasera, ma sinceramente ho poco da dire. Sono amareggiato, sconcertato, arrabbiato. Ho visto un’Inter illogica, slegata, senza determinazione, incapace di creare gioco. Anche la fase difensiva non è stata migliore, con uomini costantemente fuori posizione e voragini che si aprivano davanti a Julio Cesar. Il gol del vantaggio di Meggiorini ne è la dimostrazione. Solo l’imprecisione degli avversari ha impedito che la partita si chiudesse già ad inizio secondo tempo, quando il Novara ha sfiorato due volte il raddoppio. Dopo lo svantaggio non c’è stata neanche la classica reazione d’orgoglio che uno si aspetterebbe in queste circostanze.

Quattro sconfitte e un pareggio su cinque partite ufficiali. La statistica è veramente inquietante. Paradossalmente il match giocato meglio è stato quello di Pechino, quando si pensava che la squadra dovesse ancora assimilare i dettami tattici del nuovo tecnico. Ed invece, partita dopo partita, anziché i progressi, è arrivata un’involuzione incredibile. Mister Gasperini non è riuscito ad imprimere il proprio marchio di fabbrica sulla squadra. Ma non solo. Il nuovo allenatore è parso sempre più disorientato, incapace, al di la del modulo e della difesa a 3,  di porre rimedio anche ai problemi più semplici, dimostrando di avere le idee molto confuse. Cambi continui di modulo, di uomini, di formazione. Anche stasera, dopo un primo tempo disastroso, a inizio ripresa, nel giro di dieci minuti, sono arrivati tre cambi che hanno rovesciato la squadra come un calzino e sconfessato completamente le scelte iniziali. Scena già vista a Palermo e a S.Siro con la Roma. E le sostituzioni purtroppo non hanno sortito alcun effetto, perché la manovra è rimasta inesistente ed anche il gol del momentaneo 2-1 è arrivato quasi casualmente.

A questo punto non vedo vie d’uscita, se non quella di provare a dare la scossa cambiando radicalmente le cose. La palla passa a Moratti che, nel post partita, si è preso la nottata per decidere. Anche se la decisione pare ormai scontata.

Per quanto possano servire e contare, queste le mie personalissime pagelle:  Julio Cesar 6;  Lucio 5; Chivu 5,5; Ranocchia 6;  Zanetti 4,5;  Cambiasso 5;  Sneijder 5,5 (Zarate 5,5); Nagatomo 5;   Forlan 4,5 (Pazzini 5,5);  Milito 4,5;  Castaignos 5 (Obi 5,5).

About SNIS