Archivi mensili: luglio 2010

Che le strade si dividano

Maicon Balotelli

So di tifosi dell’Inter così folli da pensare che sarebbe bello se fallissero le cessioni di Maicon e Balotelli. Senza la minima diplomazia, mi permetto di sostenere il contrario: sarebbe una catastrofe, l’Inter entrerebbe in un incubo segnato da sconfitte in serie e dalla deflagrazione dello spogliatoio. Al punto in cui le trattative sono arrivate, dopo le parole inequivocabili di ... Continua a leggere »

Profezie.

Cit.

“Robben e Sneijder approfittano di un errore del portiere (già ex?). Il peggior Brasile del dopoguerra affondato da Julio Cesar che dalla sera dell’incidente in auto (ma anche da altro…) non sembra più un portiere. L’Inter farebbe bene a pensare ad un possibile problema portiere”. Queste le rassicuranti parole del primo web giornalista sportivo (cit.). Rassicuranti, ovviamente, non in senso ... Continua a leggere »

Non mi siete affatto mancati

Un cretino

Mi sarebbe piaciuto dedicare qualche minuto del mio tempo allo spettacolino di cabaret gentilmente offerto ieri dal Presidente del Milan, che ha toccato vette di comicità francamente mai raggiunte prima. Credo sarebbe venuto fuori un bel post, divertente, dissacrante (ammesso che ci sia rimasto qualcosa da dissacrare), leggero, goliardico. Ecco, sì: goliardico. Come dovrebbe essere tutto ciò che riguarda il ... Continua a leggere »

Un brasiliano nella gang argentina

Coutinho presentazione

Julio Cesar, Maicon, Lucio, Thiago Motta. Due difensori, un centrocampista di costruzione, addirittura un portiere: non proprio il profilo del calciatore brasiliano tipico. E forse è proprio per questo che sono loro i brasiliani dell’Inter, deputati a tenere alta la bandiera verdeoro in mezzo alla storica gang albiceleste. Cosa ci fa in questo quadro un giovane fantasista gracilino, tutto piedi ... Continua a leggere »

Die Meister, die Besten, les Meilleurs Equipes: The Champions

Lions

Sembrava essere un evento da ammirare una volta ogni dieci anni. 1967, 1972, 1988, 1999, 2009. E poi siamo arrivati noi a scompaginare tutto, a scrivere una pagina imprevista e imprevedibile di Storia. Anche qui. Ancora una volta. 1967: i Lisbon Lions – I Leoni di Lisbona: nome curioso per una squadra composta interamente da giocatori nati entro 50km da ... Continua a leggere »

Germania-Spagna: vedo rosso

Bausciacafe

Purtroppo «gli imbucati alla festa» – definizione di Tabarez – non ce l’hanno fatta, gli astri proteggono l’Olanda, gratificata dal terzo autogol. Un anno fa nessuno sapeva chi fosse, Thomas Müller. Oggi, dopo una stagione fantastica nel Bayern Monaco e 4 gol segnati ai Mondiali, la sua assenza fa pendere la bilancia a favore della Spagna. Sostituirlo è impossibile, Loew ... Continua a leggere »

Olanda-Uruguay: vedo arancio

Bausciacafe

Siamo alla vigilia di un evento storico: solo l’Uruguay si frappone alla prima vittoria di una nazionale europea fuori dal proprio continente. Per quanto la Celeste sia già andata oltre i propri limiti, senza il cannoniere Suarez – immolatosi per impedire il gol del Ghana al minuto 120 – è difficile immaginare soluzione diversa da una finale tutta europea. L’ultima ... Continua a leggere »

Di 10 in 10

La Noche del Diez è stata una delle ultime trovate grottesche del Pibe de Oro prima di rinsavire (almeno parzialmente) e provare ad interpretare un ruolo diverso da quello di macchietta/ex-calciatore in disgrazia/tossico da recuperare/inviato di Fidel a far casino ai vertici sudamericani… Al di là dell’esito non proprio trionfale del programma, il titolo ci stava, di solito i grandi ... Continua a leggere »

Le ultime otto

Bausciacafe

I quarti di finale che sono venuti fuori da questo Mondiale africano sono un mix perfetto di storia, sorprese, classe, tattica, grandi sfide e affascinanti outsider. Forse un mix troppo perfetto, ma tant’è. Una tra Uruguay e Ghana rappresenterà la sorpresa delle semifinali. Posto garantito tra le prime quattro del mondo per una fra due squadre che non hanno affatto ... Continua a leggere »