Archivi mensili: maggio 2010

25 anni dopo, la vergogna si ripete

Heysel-1

Ci sono i posti e i momenti per le polemiche, ci sono quelli per il tifo. Non ci dovrebbe essere posto per il tifo becero ma tant’é, la natura umana è fatta anche di beceraggine e quindi meglio che si sfoghi nel calcio piuttosto che altre cose. Però il rispetto per i morti, per il loro ricordo, dovrebbe essere più importante ... Continua a leggere »

Amarcord Weekend: The Special OneS 2

Alba al Meazza. E quando mi ricapita? (cit.)

Voi forse non sapete cosa voglia dire stare così lontano dall’Inter, quando si è passato gli ultimi 5 anni allo stadio. Alcuni di voi nemmeno immaginano cosa voglia dire festeggiare una Coppa Italia al lavoro, spiando i risultati dal live della Gazzetta. E non immaginate cosa sia festeggiare lo scudetto davanti a uno streaming… La decisione di andare a Milano ... Continua a leggere »

Special OneS

Bausciacafe

E’ passata una settimana eppure continuo a girare con un sorriso ebete stampato sulla faccia. Il mio rendimento sul lavoro farebbe impallidire Brunetta e mi rivedo a nastro i video della cavalcata di Champions dell’Inter, tenendo nel contempo d’occhio le dichiarazioni dei protagonisti sull’uscita di scena di José Mourinho. A volersela proprio menare potremmo anche essere un po’ infastiditi per ... Continua a leggere »

Ma come li abbiamo ridotti?

Bausciacafe

Pubblichiamo senza commento. Non ce n’è bisogno. Sospensione assegnazione Champions League 2009-2010 Si chiede l’apertura di un’inchiesta ufficiale da parte della UEFA per indagare sul comportamento tenuto dalla società calcistica Internazionale F.C. nel corso della champions league 2009/2010, in particolare si chiede 1) Di indagare se siano stati corrotti gli arbitri degli incontri Inter-Chelsea del 24 Feb 2010 e di ... Continua a leggere »

2-3-fantasia

Bausciacafe

Mentre in Italia si cazzeggia, in America si accendono i riflettori sul calcio che conta. Nella capitale degli States, il Milan affronta i padroni di casa del DC Washington, il club più titolato del monte. La gara è gagliarda: il 4-2-fantasia di Tassotti imbriglia gli statunitensi, che cadono nella trappola del furbo Mauro e vanno in rete con facilità. Obiettivo dell’uomo ... Continua a leggere »

De allenatore

Confessioni di un interista ottimista

L’indimenticabile scena in cui Mou apre l’ombrello prima che venga a piovere mi sembra la quintessenza della sua personalità. Quella che aveva sedotto Moratti già prima che il portoghese scegliesse il Chelsea, e che oggi lo porta a Madrid, ancora più ricco di soldi e di “stimoli”, consapevole di correre un gigantesco rischio: abbandonare una squadra vincente per una che ... Continua a leggere »

Il Tifoso Zero e i desideri – Pt.2

Dudek Sheva

Il 26 gennaio avevamo lasciato il Tifoso Zero a sfracellarsi di pippe, dedicate all’epico trionfo nel derby (per gli smemorati e/o gli ignari: cliccare QUI), sperando che, nell’atto, non avesse spiacevolmente macchiato il prezioso foglio dei desideri. Su quel foglio, nonostante la grande quantità di richieste scritte, c’era ancora qualche rigo libero, qualche rigo che il nostro Tifoso Zero si ... Continua a leggere »

Lacrime avare

La conquista della terza Coppa dei Campioni è stata all’insegna delle lacrime. Lacrime a dirotto di una ragazza sugli spalti con telefonino e maglia del centenario, idem per un tifoso inquadrato mentre scattava una foto sotto le note di Pazza Inter, lacrime di Zanetti al triplice fischio con un viso scavato dalle rughe, lacrime di Mourinho prima con Moratti, poi ... Continua a leggere »

Il mondo prima

Bausciacafe

Il mondo prima che arrivassi te era nero e azzurro, eravamo Bauscia “in erba” e iniziavamo a capire come festeggiare. Il mondo insieme a te era più nero e più azzurro, siamo diventati più Bauscia e festeggiare era più facile. L’Inter diventava grande. Un’altra Grande Inter. Il mondo dopo di te sarà sempre nerazzurro e questi colori saranno sempre tatuati ... Continua a leggere »

Quando decide l’Inter

mito-inter Nike

Sono passati due giorni, ma è difficile trovare le parole. E’ difficile esprimere l’emozione, è difficile non scadere nella banalità, è difficile non limitarsi a gioire e basta. E’ impossibile -e inutile- descrivervi emozioni che voi tutti avete provato, lontani chilometri eppure stretti tutti insieme in un abbraccio ideale che prendeva tutti noi. E’ impossibile scrivere cose che non avete ... Continua a leggere »