Anticipi definitivi

Fiorentina-Juve alle 18.00, Roma-Milan in serata: i due anticipi della ventisettesima giornata sono destinati a decretare sentenze inappellabili.

Per la Fiorentina – che ritrova Giardino e Vargas – è l’ultima occasione per avvicinare la zona Champions, solo una vittoria può tenere aperta la speranza; e solo una buona prestazione può fornire la spinta per la partita con il Bayern, dopo il furto provocato da Ovrebo.
Per la Juventus – che ritrova Iaquinta – la zona Champions rischia di diventare chimerica, dopo la sconfitta casalinga col Palermo e con un calendario, appesantito dai giovedì sera di Europa League, che è forse il peggiore in assoluto, fra le candidate a giocarsi un posto nelle Coppe.
Il risultato più probabile – il pareggio – servirebbe soprattutto a Palermo e Napoli.
Pronostico secco: 0-1.

All’Olimpico, la Roma è chiamata a farci capire quanto vale.
Per me, la Roma con Totti vale l’Inter, dunque è più forte del Milan, e senza Totti e senza Pato non posso che confermare la preferenza giallorossa.
Rientrano Julio Sergio e Pizarro, e pare che anche Toni sia disponibile, ma troppe volte la Roma ha sbagliato la partita della svolta, l’eliminazione da una mediocre squadra greca è li a dimostrarlo.
Il Milan ha più punti di quanto vale, sembra sempre sul punto di mostrare il bluff, ma se vincesse all’Olimpico – considerando scontata l’eliminazione all’Old Trafford – diventerebbe un avversario pericolosissimo.
Con Tagliavento, in una ventina di partite complessive, né la Roma né il Milan hanno mai perso: ho l’impressione che questa strana statistica sia destinata a finire domani.
Vince chi segna per primo. Pronostico secco: 1-2.

Dopo 26 giornate di campionato, ecco la classifica dei calci di rigore:
Milan 8 favore 2 contro = + 6
Roma 7 favore 3 contro = + 4
Juventus 3 favore 3 contro = 0
Inter 5 favore 6 contro = – 1.
Il primato del Milan viene ulteriormente rafforzato dalle circostanze legate a entrambi i rigori “contro”.
Il primo – nel derby d’andata – avrebbe dovuto prevedere l’espulsione di Gattuso, invece l’arbitro sui limitò ad ammonirlo.
Il secondo – a Bari – è stato fischiato al minuto 89, con il Milan in vantaggio 0-2 (sullo 0-0 c’era un rigore persino più netto, ma quello non è stato fischiato).

About Taribo59

Rudi Ghedini, bolognese di provincia, interista dal gol sotto la pioggia di Jair al Benfica, di sinistra fin quando mi è parso ce ne fosse una.