Laggiù nella valle dei Marchionnes

Amore bianconero

Amore bianconero

Ieri l’Italia ha vinto. Come dice la Gazzetta ha vinto col rombo, con Pirlo davanti e De Rossi a protezione della difesa. Schieramento più logico che ha visto l’accantonamento del poco convincente 4-4-2 con Marchionni sulla fascia.

Su, non vedeteci del marcio nel Marchionni convocato e messo subito titolare dopo 3 anni (e senza un reale motivo per far parte dell’undici italiano migliore d’Italia) impiegato in una partita tutto sommato semplice, in un modulo quasi mai provato in precedenza. Io non ci scommetterei su nuove convocazioni, a meno che non si trasformi in Garrincha. Dubito che rivedremo anche  un 4-4-2 cucito sulla sua improvvisa convocazione. Per la Gazzetta Lippi che fa marcia indietro sul Modulo Marchionni dimostra umiltà… certo, e la marmotta sta incartando chili di cioccolata.

I nostri eroi hanno giocato tra ieri e stanotte. Nel video a destra potete ammirare il gol di Samuel Eto’o che porta in vetta il Camerun nel suo girone, ciò significa che Samuel farà quasi certamente la Coppa delle Nazioni Africane, in questo caso scommetterei sull’arrivo del macedone Pandev.

A proposito di Lazio: la Juventus giocherà sabato all’Olimpico contro i biancocelesti che quasi certamente non potranno schierare Rocchi e Zarate. Sperare nel Jardinero Cruz? Hanno fortuna, non c’è che dire.

Wesley Sneijder in campo per 77 minuti nell’inutile partita contro la Scozia, diciamo che è abile e arruolato per la partita con il Parma. Più o meno recuperiamo tutti, anche se sarà da verificare la condizione dei sudamericani, che arriveranno alla spicciolata tra oggi e domani. In ombra Zanetti e Milito, con le scelte scellerate di Maradona, che si dimostra un timoniere di una nave alla deriva. Samuel e Burdisso, Cambiasso e Riquelme. Sono giocatori imprescindibili in una nazionale senza difesa e che si affida a Veron per cercare di mettere in moto il genio di Leo Messi. Motta rientra in gruppo e sarà presente, potrebbe esserci spazio per Santon e Balotelli se le condizioni di Maicon e Milito non saranno perfette.

Il Parma di Ghirardi ha fatto collezione di giocatori ex Juve. Strano ma vero. Lanzafame, Bojinov, più l’orbitante Zack Hardow, che tra non molto troverà modo di sedersi nella panca della nazionale di Lippi. Mesi fa si sussurrò di una cena, smentita, ma confermata da chi aveva visto Guidolin alla tavola di Moggi e Ghirardi. Non aspettiamoci una squadra molle, noi vestiamo nerazzurro. Il d.s. è Pietro Leonardi.

PARMA, 21 MARZO  2009– Una cena indigesta, per qualcuno. Eppure in quel locale nelle vicinanze di Medesano, dove mercoledì sera hanno cenato in gran segreto “Lucianone” (al secolo Luciano Moggi) e i vertici del Parma calcio (il presidente Ghirardi, il ds Berta e mister Guidolin), è davvero raro alzarsi insoddisfatti (consigliamo vivamente pesce e champagne…).

Evidentemente, però, dalle parti del Parma Calcio, più che il menù, è rimasto sullo stomaco il fatto che quella cena sia finita sul sito di Parmaok. Apriti cielo! Dalla sede di Collecchio sono arrivate telefonate imbufalite, hanno fatto capolino schiere di avvocati o sedicenti tali, il tutto condito da toni decisamente sopra le righe.

“Non c’è stata alcuna cena” è stata la smentita (subito riportata dal nostro sito) del Parma Calcio. Convinti loro, prendiamo atto. Da parte nostra, e sulla base di fonti certe (ripetiamo: certe), non possiamo che ribadire che la cena invece c’è stata. E se a qualcuno del Parma Calcio mai interessasse, ci riserviamo la facoltà di aggiungere altri dettagli sul locale e il menù. Ma va bene così, per ora. Non è un reato cenare con Moggi. Buona digestione a tutti.

Il link dal quale è preso questo articolo lo trovate in un forum juventino. E’ abbastanza imbarazzante notare che il sito della fonte ha fatto sparire quella notizia su Moggi, ma non le altre presenti in archivio.

About ex-collaboratori