Per Max il prezzo è giusto

maxwell2Lannunciata cessione di Maxwell probabilmente ce lavevamo scordata. Lincontro Laporta – Moratti poteva farla presagire ed eccola qui. Molte lamentele in queste ore per il prezzo spuntato dai blaugrana: 4.5 milioni più 0.5 a seconda dei risultati ottenuti, per un terzino di 28 anni che va in scadenza di mercato. A tanti sembrano pochi, a pochi sembrano tanti. Potremmo dirla alla Iva Zanicchi: Okay, il prezzo è giusto. Al limite è lInter che ha pagato troppo alcuni giocatori che entravano in scadenza come Mancini e Chivu, ma la responsabilita è di tutti: della società, dei dirigenti e anche dellallenatore che li ha richiesti a tutti i costi (soprattutto Chivu), con lo strano caso del prezzo che si alzava col passare del tempo, anziché il contrario.

La politica societaria è spesso criticata. Troppo tardi si è mossa lInter a costruire il modello Manchester o modello Barca, cioè basato molto sul vivaio e sulle scommesse giovani, che diventano star dalle quali incassare e ricominciare i cicli vincenti. I soldi spesi dal Man United per Nani, Ronaldo, Heargraves e Anderson non devono ingannare. Come si è visto alla fine Ferguson ha intascato circa 25 milioni in più di quanto aveva speso per aggiudicarseli, grazie alla cessione di Ronaldo. E se lo United può cedere Ronaldo, figuriamoci se lInter non può cedere Maxwell.

Tanto più che la mossa appare logica, intelligente, assennata. Maxwell è un buon giocatore ma con scarsa personalità. Un po indolente non tanto negli allenamenti, quanto nella voglia di stare in squadra. Se lo ha reso indolente uno stipendio medio, figuriamoci cosa sarebbe stato coi soldoni promessi da Raiola. A 28 anni non vale 4 milioni allanno per quattro stagioni, soprattutto se hai tirato su Santon. Non parliamo poi del fatto che lInter realizzerà una plusvalenza da un giocatore acquistato a parametro zero e considerato dai più come perduto dal calcio mondiale. Insomma, non vediamo sempre il bicchiere mezzo vuoto. Il buon vivaio serve a tenere bassi gli stipendi della prima squadra e ad effettuare una cessione importante allanno, importante è che ci siano arrivati a capirlo. Questo a patto che la società abbia sempre un progetto tecnico e manageriale. Perchè si può diventare come il Manchester o il Barcellona, ma anche come lArsenal e la Roma. Anche se noi non soffriamo troppo la concorrenza economica di altre grandi.

LUCIO ALLINTER – RESCINDE IL CONTRATTO COL BAYERN – ACCORDO TRA LE SOCIETA

Commenti (290)

About ex-collaboratori