Diaro di bordo interstellare

CarloAncelottiOrmai è chiaro il giochino dellastronave madre (leggi: Mediaset): rivenderci gli eventuali successi di Ancelotti al Chelsea nel doppio formato pro-Milan contro-Mourinho. Già si affilano le lingue, mentre Carletto dimostra ancor di più il suo complesso di inferiorità totale nei confronti di Special One. Dopo Parma, in cui fui effettivamente derubato di uno scudetto che meritava, Ancelotti ha sempre allenato con le spalle coperte. Vezzeggiato dai Varriales di Regime, tesoruccio delle prostitute intellettuali per lumana simpatia che trasmette, in Inghilterra deve dimostrare molto e farebbe meglio a tacere prima di nominare invano il nome di Mourinho, che al Chelsea ha portato trionfi che mai avevano visto.

Non so se si può dare il premio al giornalista più scarso dItalia. Se è possibile preferirei assegnarlo a colui che sembra mal sopportare Mourinho (che non chiama mai per nome, ma lo definisce “specialone”). Stiamo parlando di Marco Barzaghi, Mediaset, chiamato a commentare il calcio-mercato interista. Sempre problematico, sempre in crisi… Bartolomucci smettila di goderti la Puglia e torna al lavoro.

E sfuggito alla stampa mainstream nazionale, intendo quella sportiva, il succo delle dichiarazioni di Ibra, che ribadisce di essere andato via dalla Juve per motivi che non centrano nulla con Calciopoli (che ha solo affrettato la cessione). Motivi mica sconosciuti: Moggi sembra che gli avesse promesso un ritocco di ingaggio che non cè stato. Ha scelto lnter molto prima che si intromettesse in corner il Milan, che ha approfittato del tempo a disposizione per salvarsi il fondoschiena e per inventare la classica palla ad uso e consumo dei gonzi tifosi.

Nel PDL i milanisti non hanno voce. Se Berlusconi fosse stato democristiano, avendoli convinti a farsi votare per via del Milan, costoro avrebbero potuto formare una corrente, molto più influente di quella Donat Cattin. Al massimo oggi si chiamerebbero Accattin, visto il modus operandi del geometra Galliani nelle Baleari.

Ho finalmente visionato De Federico e Pastore, nel match contro il Velez. Il primo sembra più dotato, ma il secondo ha pure un gran fisico. Se il Palermo lo prende potrà cederlo convenientemente alla Juventus qualche anno dopo. Se migliora e non dice di voler giocare nellItalia, nel caso venisse snobbato dalla Nazionale albiceleste.

No Leonardi, No Regali.

Il video sulla presentazione del Manuela… scusate, Manuale di Prostituzione Intellectuale.

Commenti (283)

About ex-collaboratori