Un lampo nel buio

Non vi parlerò della partita di questa sera. Sarebbe troppo facile criticare la formazione messa in campo nel primo tempo. Ancora più facile sarebbe contestare la scelta di mandare in campo Balou per Muntari invece che al posto dell’evanescente ManSini, ché in fondo lo sapevamo tutti che quello sarebbe stato il cambio deciso dal Mou.

Invece questa sera voglio parlarvi del Bidonde d’oro. Di quel Ricardo Quaresma che ha brillato, solitario, nel disastro di ManSini e Adriano (che riesce a svalutarsi sia che stia a casa “malato” sia che sia in campo facendo ammalare noi).

Troppo avventatamente hanno parlato i suoi detrattori che presto, credo fermamente, dovranno rimangiarsi tutta la loro torta di fango con l’aggiunta, come interessi, di un bel gesto dell’ombrello del Presidente e di un tanga di Shevchenko come contorno.
Questa sera Ricardo ci ha fatto vedere un lampo della sua classe.

In netto recupero si è dimostrato veloce, attento e capace di saltare l’uomo (o più d’uno) in quasi tutte le situazioni. Anche quando non ci è riuscito non ha mai ceduto il campo, guadagnando punizioni importanti. Lentamente sta aggiustando la mira passando dal centrare la X della Playstation alla K della Heineken (Cit. del Barista +1 che stava seduto accanto a me mentre buttavo giù il secondo boccale di Devil’s Kiss, altra panacea per superare questa sera incolume). Presto la buterà nel 7(7).

Abbiamo visto solo un bagliore di quello che è capace di fare e quando sarà in piena forma saranno in tanti a masticare amaro. Per loro possiamo iniziare a intagliare il cucchiaio di legno.

Migliore in campo. Una luce brillante in mezzo al buio.

Commenti (123)

About Fonz77

Milanese per nascita e per convinzione. Interista nel sangue da generazioni da parte di madre, mio padre ne sa talmente di calcio che crede che giochi ancora Mazzola... Sono il cümenda del blog, in carne e spocchia. Apostolo del culto José e sempiternamente vedovo dello Special One.