Archivi mensili: ottobre 2008

L’Inter perde una grande occasione

Bausciacafe

Dopo questo pareggio di Firenze scivoliamo dietro il Milan in classifica, che di dritto o di rovescio ha vinto la sua partita col Siena. L’Inter invece deve ritenersi ampiamente fortunata se ha chiuso con la porta inviolata, e non tanto per il possibile rigore negato su Pazzini (ma l’arbitro ha ignorato due gomitate contro Cordoba e Burdisso), quanto per il ... Continua a leggere »

Sotto tutela…

Un uomo distante anni luce non solo dallo sbruffone che non era un pirla alla presentazione, ma anche dal nevrotico che domenica ha sparato alzo-zero su tre giocatori, ecco l’impressione che mi ha fatto J.M. nella conferenza stampa i ieri. Quasi che qualcuno in società gli avesse fatto capire che era sulla strada sbagliata, e lo avesse consigliato di usare altri ... Continua a leggere »

Il Quinto dice “Non devi rubare”

Mentre la giustizia sportiva continua lentamente ma costantemente il suo processo di riabilitazione, noi ci sforziamo, pesando le parole, di chiamare le cose con il loro vero nome: associazione per delinquere. Si è conclusa a Napoli la prima di (almeno) tre parti della requisitoria del pm Giuseppe Narducci nel processo penale relativo ai fatti di Calciopoli, e le parole del magistrato, affiancato dal ... Continua a leggere »

Benvenuto nel tritacarne

Come è possibile che una squadra campione in carica, prima in classifica in Champions e in campionato riesca a farsi del male da sola fino a mettere in dubbio la bontà di un progetto tecnico? E’ normale se si tratta dell’Inter e, se non ve ne siete accorti, Mourinho sta semplicemente varcando le porte dentate del tritacarne nerazzurro, quello che ... Continua a leggere »

Interista, prendere o lasciare

Bausciacafe

Non ci sono mezzi termini. E’ il destino dell’Inter: o la odi o la ami, e così con ognuno dei singoli componenti il team. Dal presidente all’ultimo dei magazzinieri. Giudizi concordi su Moratti? Neppure uno; per qualcuno è un genio (per me); per altri un pirla a cui è stato affidato il giocattolo Inter per farlo stare lontano dalle decisioni ... Continua a leggere »

Inter-Genoa, per ristabilire le gerarchie

Inter-Genoa è una partita che serve a ribadire un concetto: noi siamo primi e vogliamo restarci. In una settimana nella quale la stampa e la tv faziosa e schierata di Mediaset è riuscita a far dimenticare il roboante 0-4 di Roma, dando in pasto agli spettatori del circo la notizia di Beckham al Milan (per due mesi), e mettendo in ... Continua a leggere »

Le pagelle di Inter-Anorthosis

Toldo 6,5 – Pronti via, si scalda le mani con una punizione di Dellas. Poi ordinaria amministrazione, ma la difesa con lui alle spalle è tranquilla. Regala un brivido con un’uscita spericolata su Hawar. Comunque, nonostante le 37 primavere, Toldone c’è. Maicon 7 – Non finisce mai di sorprendere. L’assist per Adriano è un incredibile mix di sapienza tattica e ... Continua a leggere »

Inter, bel gioco e poco turnover

Tre punti volevamo e tre punti sono arrivati, nel modo più normale possibile, con un gioco a tratti fluido, veloce, altre volte complicato, alla ricerca del tocco pregiato che ha spesso portato le nostre punte a scegliere le soluzioni difficili invece di comodi passaggi laterali. Ma la partita è stata quella che è stata: una squadra che difendeva in 10 dietro ... Continua a leggere »

Da Milanell Boulevard alla realtà

Stavolta non c’è la bufala alla diossina. E’ tutto vero! Il geometra Galliani vuole trasformare Milanello nella Sunset Boulevard della Brianza, acquisendo le prestazioni di David Beckham, centrocampista della nazionale inglese e dei L.A. Galaxy (l’unica squadra di Los Angeles che anziché essere seguita dalle celebrità, le compra per farsi seguire dai comuni mortali. Roba che nemmeno i Los Angeles Clippers!). ... Continua a leggere »

Scilafi brafa ggente (cit.), giornalisti meno

Bausciacafe

Commentata l’ottima intervista di Deki nei commenti al post precedente, che altre parole non servono, mi voglio soffermare sulle ultime news che provengono dalla famiglia (allargata) Mancini, quella che gli interisti non ingrati guardano ancora con affetto e riconoscenza ma che pesa tuttora sul bilancio della società fino al 2011. Dopo aver respinto l’arrivo immaginario di Stankovic quest’estate, mi aspetto nuove raccolte ... Continua a leggere »